Pages

sabato 4 ottobre 2014

Review of the Week #51 Il labirinto - James Dashner

Buon pomeriggio a tutti, Dreamers! Come state?
Io sto caricando su youtube i video della premiere di Posh, e un video di circa 5/10 minuti ci impiega circa 130 minuti ç____ç Perchè è così lento? >.< Ieri non mi sono collegata per niente perchè sono stata alla registrazione di Si tu que Vales, il programma che inizia stasera su Canale 5 :) Oggi c'è una recensione che alcune di voi mi hanno richiesto.. quindi non potevo non postarla, no? :)


Review of the Week è una rubrica a cadenza settimanale, postata solitamente il sabato, nella quale si recensisce un determinato libro letto in precedenza, con annessa votazione.

Questa settimana: Il labirinto di James Dashner





Titolo Il labirinto
Autore Dashner James
Prezzo    € 14,90
Dati 2014, 408 p., rilegato
Traduttore Di Liddo A.
Editore Fanucci   
Quando Thomas si risveglia, le porte dell'ascensore in cui si trova si aprono su un mondo che non conosce. Non ricorda come ci sia arrivato, né alcun particolare del suo passato, a eccezione del proprio nome di battesimo. Con lui ci sono altri ragazzi, tutti nelle sue stesse condizioni, che gli danno il benvenuto nella Radura, un ampio spazio limitato da invalicabili mura di pietra, che non lasciano filtrare neanche la luce del sole. L'unica certezza dei ragazzi è che ogni mattina le porte di pietra del gigantesco Labirinto che li circonda vengono aperte, per poi richiudersi di notte. Ben presto il gruppo elabora l'organizzazione di una società disciplinata dai Custodi, nella quale si svolgono riunioni dei Consigli e vigono rigorose regole per mantenere l'ordine. Ogni trenta giorni qualcuno si aggiunge a loro dopo essersi risvegliato nell'ascensore. Il mistero si infittisce quando - senza che nessuno se lo aspettasse - arriva una ragazza. È la prima donna a fare la propria comparsa in quel mondo, ed è il messaggio che porta con sé a stupire, più della sua stessa presenza. Un messaggio che non lascia alternative. Ma in assenza di qualsiasi altra via di fuga, il Labirinto sembra essere l'unica speranza del gruppo... o forse potrebbe rivelarsi una trappola da cui è impossibile uscire.


La mia recensione:
Thomas si ritrova catapultato in un posto apparentemente mai visto con persone a lui sconosciute. Lì ci sono solo ragazzi di diverse età. Tutto sta per cambiare con l'arrivo di una ragazza, Teresa. Ma perchè sono lì? Come si può uscire da tutto ciò? Le mura di un labirinto, posto al centro di questo strano luogo, ogni notte si chiudono, e chi si trova al suo interno ha possibilità remote di uscirne vivo. L'uscita è più complicata da trovare di quanto Thomas pensasse. In realtà non ce ne sono... non basta riuscire a terminare il labirinto. Quale sarà la via da intraprendere per uscire? 
Quanto volevo leggere questo libro!!! L'ho conosciuto solo grazie al film, è vero, ma dopo tutte le recensioni super positive, non potevo non leggerlo!
Cominciamo dalla storia. 
L'ho trovata veramente avvincente, interessante, originale e non scontata. Avevo paura lo avrei trovato simile a tutti i vari distopici, invece così non è stato, rivelandosi un libro dalla trama abbastanza unica e innovativa. 
Non è presente una storia d'amore che prevale sul resto della storia, eppure ciò non mi ha fatto apprezzare di meno il libro. Solitamente è quasi un freno per il mio gradimento. Probabilmente è merito della storia in sè, se stavolta non è stato così, no? :)
Il tipo di scrittura è scorrevole, senza troppe descrizioni. La narrazione avviene in terza persona e nonostante questo, conosciamo tutti i pensieri del protagonista, Thomas.
I personaggi sono abbastanza delineati, ma non stereotipati. Thomas è un ragazzo sveglio, forte, indipendente, ma non per questo meno sensibile. In effetti lo troviamo varie volte perso nella disperazione. Ma forse è proprio questo il suo punto di forza, che non lo rende il solito "eroe".
Non ho inquadrato bene le caratteristiche di Teresa, ma spero di poterlo fare nei prossimi libri.
Ho adorato il personaggio di Chuck, così tenero ma intelligente. Immagino che personaggi del genere sono quelle che aggiungono maggiore affetto al libro.
Mi sono piaciute tutte le dinamiche tra i ragazzi, le vicende, il modo di capire piano piano ciò che veniva nascosto ai ragazzi.
Inoltre, penso che questo libro contenga un messaggio positivo. Nell'epoca in cui viviamo, i ragazzi non sono visti come il futuro, ma come un "mucchio" di persone che non sanno cosa devono fare, non sanno fare niente e non sanno cavarsela da soli. Ritengo, invece, che all'interno di questa storia, i ragazzi siano fondamentali e siano ritenuti davvero il futuro del paese.
L'unica cosa che mi ha lasciata un po' confusa è il finale, per cui spero verrà ripreso nel secondo capitolo.
Consiglio assolutamente questo libro, perchè merita davvero! Anche a chi adora le storie d'amore come me, perchè c'è del tenero all'interno, ma non domina la scena. Insomma, un amore che non disturba la riuscita della storia.
Ora non vedo l'ora di vedere il film!


La mia votazione: 
 Fantastico!



In realtà oggi avrei dovuto postare la recensione de Il profumo, ma data l'uscita imminente del film al cinema (lunedì c'è l'anteprima, arriva presto su *-*), ho deciso di dare precedenza a questa qui :) Quindi la prossima settimana leggerete delle vicende di Jean-Baptiste :P Allora, fatemi sapere se anche a voi è piaciuto tanto questo libro e se così non è stato, fatemi sapere cosa vi ha fatto storcere il naso! :) Noi ci sentiamo domani... buona serata!
Ika.

4 commenti:

  1. Io ho adorato questo libro è non vedo l'ora di leggere i seguiti!

    RispondiElimina
  2. Aaaw felice di sapere che è piaciuto anche a te! Il secondo, a parer mio, è ancora più bello *_*

    RispondiElimina
  3. Vorrei leggerlo!
    Questa edizione però non mi piace proprio D:

    RispondiElimina
  4. Anch'io Cerrie!! *-*

    oooh Giusy non dirmi cosìììì <3 Non vedo l'ora di leggerlo!!!

    Si Ilenia, merita, leggilo assolutamente *-*

    RispondiElimina

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥