Pages

venerdì 18 settembre 2015

Io ti quoto! #3 Prep

Buon pomeriggio a tutti! Come va?
Sono contenta di aver ricevuto gli auguri per il nostro angolino ieri! <3 E mi dispiace non essere riuscita ad organizzare nulla... Vorrei ripagarvi in qualche modo, ma non ho idea di come fare! T.T Non sono in grado di organizzare cose in grande, o almeno penso di non esserne in grado! <.< Prima o poi riuscirò a fare qualcosa a cui tengo e sarà magnifico U.U Va bene sto esagerando un po', lo ammetto xD Che farete di bello questa sera? Io non ne ho idea, ovviamente! :D Ora vi lascio al post :3


Io ti quoto! è una rubrica a cadenza saltuaria, nella quale verranno esposte le citazioni che più mi hanno colpita (libri, film, canzoni...). Per creare questa rubrica ho preso spunto dal blog Libri di Cristallo.





Dato che ieri abbiamo festeggiato i 2 anni del mio angolino, ho deciso di mettervi le citazioni di un libro in cui mi sono trovata molto. Forse lo conoscete, o magari no, si tratta di Prep di Curtis Sittenfeld. Probabilmente vi sembreranno frasi un po' pesanti, ma io le ho segnate non appena le ho lette! Eccole! ^_^



"Le giornate erano eterne e quello che ottenevi o non ottenevi non avrebbe fatto alcuna differenza, e poi cosa c'era? La stanza disgustosamente familiare in cui vivevi, la tua faccia e il tuo corpo, entrambi orrendi, e la riprovazione degli altri, la loro indifferenza e il fatto che saresti sembrata strana e noiosa, e neanche originale, se avessi cercato di spiegarti. Perchè dovevi essere tu a convincerli e loro a farsi convincere e non il contrario? Perchè le loro vite andavano avanti così facilmente?"
Lee Fiora



"Quello che volevo sapere era se Dave mi aveva notato prima di quella volta in ospedale o se avevo suscitato il suo interesse durante quella conversazione. Ma perchè avrebbe dovuto notarmi prima, e perchè avrei dovuto suscitare il suo interesse? Ero il meglio che potesse avere?
...
Il problema era che mi sembrava così difficile sentirsi a proprio agio con un'altra persona, e che cosa mi avrebbe garantito che ne sarebbe valsa la pena?
Lee Fiora



Queste sono le due frasi che mi ero segnata quando ho letto il libro. Forse le cose per me sono leggermente migliorate, ma all'epoca mi ci ero trovata totalmente, tanto che era uno dei libri che più preferivo, proprio perchè riusciva ad esprimere al meglio come mi sentivo. Questo è un post molto intimo, mi rendo conto, ma sono felice, ogni tanto di aprirmi con voi, sperando di essere "accettata" anche per questo. Voi avete letto questo libro? Lo conoscete? Spero di avervi fatto compagnia, almeno un po', con questo post! ^_^ Noi ci sentiamo domani, come sempre! Buona serata!
Ika.

4 commenti:

  1. Non lo conoscevo, ma vado a curiosare!

    RispondiElimina
  2. Spero faccia al caso tuo! <3

    RispondiElimina
  3. Ciao Ika! Anche io sono come te, infatti segno le frasi che mi piacciono quando leggo un libro perché mi aiutano a capire come sono in quel momento oppure possono essere uno spunto per una riflessione non solo su di me.

    RispondiElimina
  4. Ciao Babuska!^^ esattamente :) è una cosa che mi piace tantissimo!

    RispondiElimina

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥