Review of the Week #299 Notre dame de Paris - Victor Hugo

Eccomi tornata! Che fate? Che impegni avete per oggi?
Non so bene cosa dirvi... Io penso che passerò il pomeriggio in casa? Oppure boh... Sinceramente non ho proprio idea di cosa andrò a fare! Però qualcosa per forza ù.ù
In realtà non ho organizzato nulla perchè ero convinta che oggi giocasse la Roma, invece la partita ci sarà domani! Tutta colpa di mio fratello che me l'aveva detto! Perciò mi inventerò qualcosa, oppure no! ù.ù Ok, dopo queste chiacchiere senza senso, vi lascio al post, sperando sia più interessante! :D


Review of the week è una rubrica a cadenza settimanale, postata solitamente il sabato, nella quale si recensisce un determinato libro letto in precedenza, con annessa votazione.

Questa settimana: Notre dame de Paris di Victor Hugo





Titolo Notre-Dame de Paris
Autore Victor Hugo
prezzo €11,00
Dati 4 aprile 2007; 541 p., Brossura
Editore BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
ISBN 9788817016094
Esmeralda, una giovane zingara di grande avvenenza, è solita danzare sul sagrato della chiesa di Notre-Dame, cuore della Parigi medievale. L'arcidiacono Frollo è attratto dalla giovane donna e, pur fra sentimenti contraddittori, cerca di farla rapire dal campanaro Quasimodo, un essere deforme fino alla mostruosità. Ma il capitano Phoebus de Châteaupers la trae in salvo e conquista il suo amore. Una vicenda melodrammatica, tetra, grottesca, che ha commosso lettori di tutti i tempi e spesso ispirato il mondo del cinema.


La mia recensione:
Esmeralda è una zingara molto bella che ama danzare in compagnia della sua capretta. L'arcidiacono Frollo vorrebbe avere per sè la giovane e, per questo, vuole farla rapire da Quasimodo, il campanaro deforme di Notre-Dame. Le cose, però, non sono destinate ad essere così come ci si aspetta...
Penso che tutti conosciate il classico Disney basato sul romanzo e, ad essere sincera, ho voluto leggerlo proprio per questo motivo. Ne ero incuriosita e volevo capire quali fossero le differenze. Dall'altro lato, però, ero un po' spaventata dalla lunghezza e dalla pesantezza del romanzo ma, dato che l'avevo pescato dal mio fantastico barattolino delle letture, ho colto la palla al balzo!
Il romanzo comincia con una descrizione della piazza in cui si trova Notre-Dame, la cattedrale più famosa di Parigi, e della stessa, facendoci una panoramica anche delle persone che vivono lì e del periodo in cui ci troviamo. Quindi, ci avviciniamo ai personaggi che popoleranno la storia, tra cui Esmeralda, la giovane zingara che ama la sua libertà, le sue origini, le sue tradizioni, le piace ballare e trascorrere il suo tempo facendo solo ciò che le piace. Non ama le restrizioni, nè l'essere la compagna di qualcuno. Però, qualcuno che la vorrebbe per sè c'è, e stiamo parlando di Frollo, un arcidiacono tutt'altro che benevolo, che ucciderebbe per raggiungere i suoi scopi. Per prendersi la giovane, infatti, decide di farla rapire da Quasimodo, altro personaggio fondamentale, un giovane campanaro deformato, che viene deriso da tutti ma che in fondo nasconde un grande cuore. Cosa succederà a questi personaggi? Il tutto accadrà proprio nei dintorni della cattedrale di Notre-Dame, la vera protagonista della storia, che fa da contorno a tutto. 
Il linguaggio utilizzato non può non essere più complicato rispetto a ciò a cui sono abituata, ma la cosa non mi ha infastidita nè rallentata troppo. E' ovvio che la lettura non è stata scorrevolissima, ma è stata sempre molto interessante e mai noiosa. Le descrizioni della cattedrale non sono mai troppo articolate ma, anzi, aiutano a sentirsi davvero all'interno della suddetta, tanto che mi è venuta tantissima voglia di andarla a visitare (ahimè, era prima dell'incendio! :/).
Sinceramente, mi aspettavo qualcosa di diverso, di molto più noioso e pesante, in realtà mi sono dovuta ricredere perchè la storia, i personaggi e tutto il contorto è descritto in maniera approfondita e corretta!
Sicuramente un libro da leggere almeno una volta nella vita!


La mia votazione: 
 Bello!



Bene! Per oggi è tutto! Spero che questa recensione vi abbia fatto piacere come è stato per me scriverla! So di non essere particolarmente brava ed esaustiva nello spiegarvi il mio parere riguardo i libri che leggo, ma ci metto sempre tanto impegno, soprattutto quando un libro merita e mi lascia qualcosa! Mi auguro, quindi, di aver fatto trapelare ciò e di averi fatto venire quella scintilla che vi faccia venire voglia di leggervelo! E' così? O lo avete già letto? Se vi va, lasciatemi pure un commento :3
Altrimenti, al solito, ci sentiamo domani! :D
Buona serata!
Ika.

Commenti

Posta un commento

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥