Pages

sabato 5 settembre 2015

Review of the Week #97 Una sera a Parigi - Nicolas Barreau

Hola a todos! Come state??
Oggi è il mio ultimo giorno a Venezia, sempre che sia andato tutto bene! In teoria ci sarebbe Kristen Stewart nel momento in cui io devo andarmene ç_ç Non sapete quanto ci sono rimasta male... spero di riuscire a vederla, magari prima che va nelle conferenze stampa del Festival, anche se non ho capito bene come funzionano e gli orari vari :/ L'ho già vista quando venne a presentare Eclipse a Roma, ma da lontano e mi sarebbe piaciuto troppo avere un autografo o comunque vederla da più vicino! Vabè, vedremo! Ora vi lascio al post :3


Review of the Week è una rubrica a cadenza settimanale, postata solitamente il sabato, nella quale si recensisce un 
determinato libro letto in precedenza, con annessa votazione.

Questa settimana: Una sera a Parigi di Nicolas Barreau




Titolo Una sera a Parigi
Autore Barreau Nicolas
Prezzo    € 15,00
Dati 2013, 251 p., brossura
Traduttore Pesetti M.
Editore Feltrinelli  (collana I narratori)
In una piccola strada di Parigi, percorrendo rue Bonaparte fino a scorgere la Senna e girando due volte l'angolo, si trova un luogo incantato: il Cinéma Paradis. È questo il regno di Alain Bonnard, l'appassionato e nostalgico proprietario del locale. Ed è qui che ogni mercoledì, al secondo spettacolo, va in scena "Les amours au Paradis", una rassegna dei migliori film d'amore del passato. In quelle sere il Cinéma Paradis è avvolto da una magia particolare: regala sogni, come recita il poster appeso in biglietteria, sopra alla cassa antiquata. La piccola folla di habitué si abbandona volentieri sulle vecchie poltroncine di velluto per farsi rapire dal fascino del grande schermo. Ma da quando al secondo spettacolo partecipa anche una certa ragazza, è Alain a sognare più di tutti. Cappotto rosso, sorriso timido, siede sempre nella stessa fila, la numero diciassette. Poi, non appena in sala si riaccendono le luci, si allontana solitaria nella notte parigina. Chi è? E qual è la sua storia? Finalmente Alain trova il coraggio di invitarla a cena. È una serata perfetta e in più, poco dopo, accade un altro fatto eccezionale: un famoso regista americano annuncia di voler girare il suo prossimo film proprio dentro al Paradis, con protagonista la bellissima e inavvicinabile Solène Avril. Alain è fuori di sé dalla gioia. C'è solo una cosa che lo preoccupa: la misteriosa ragazza con il cappotto rosso sembra scomparsa dalla faccia della terra. Che sia solo una coincidenza?



La mia recensione:
Alain Bonnard possiede un piccolo cinema a Parigi, Le cinema Paradis. Ogni settimana viene proposto un film d'amore. In questa rassegna ci sono molti clienti abituali, fra cui una donna col cappotto rosso che gli ruberà il cuore. Una volta fattosi coraggio e proporsi, i due escono, dandosi un altro appuntamento, ma quest'ultima non si presenterà, e le motivazioni non saranno così immediate da capire... 
Questo poteva essere uno di quei libri che avrebbe potuto farmi innamorare, almeno dalla sua trama. Sarà stato così? Scopriamolo!
Iniziamo dal modo in cui ci viene raccontato; lo stile dell'autore è diverso dalla maggior parte di ciò che ho letto. Forse è la sua impronta francese. Comunque quando scrive lo fa in modo semplice, in modo da non rendere pesante la storia, che si presenta, infatti scorrevole e abbastanza leggera. La trama è carina e particolare, in linea generale, è anche abbastanza originale, pure se in alcune parti è stata sviluppata in maniera banale e quindi poteva essere migliore, ma non male. Si tratta di una storia romantica e non mancano i colpi di scena.
I personaggi non vengono approfonditi molto.
Di Alan sappiamo che ama il cinema ed è un romantico cronico. Sogna il vero amore e si lascia trasportare dall'immaginazione. La donna col cappotto rosso è un po' stereotipata come personaggio. E' una ragazza timida, che sfugge dagli sguardi, ha un po' paura di lasciarsi andare a causa del suo passato. 
Diciamo che vedrei bene, anzi benissimo, questo libro tramutato in uno di quei film francesi, in cui oltre alla storia romantica c'è ben poco. 
Mi spiace non si sia rivelata una lettura con i fiocchi, ma è stato comunque piacevole approcciarsi a questo modo un po' leggero, per cui, si, consiglio quest a lettura in quanto è carina soprattutto in estate o quando si vuole leggere qualcosa di leggero.



La mia votazione: 
 Carino!





Ed ecco qui! La recensione, seppur abbastanza breve, è questa qui! :D Allora voi avete letto il libro? Lo conoscete? Avete letto altro di quest'autore? Ho letto su internet che il suo nome è fittizio, in quanto è uno pseudonimo, non è il suo vero nome e nessuno da realmente come sia fatto quest'autore o la sua biografia in generale... ci sono voci, che probabilmente saranno vere, ma chissà... è una cosa strana che mi incuriosisce! xD Per cui, se ne sapete qualcosa in più, let me know it! :D Va bene, aspetto i vostri pareri, sperando ce ne siano diversi, così posso vedere se anche voi avete trovato solo carina questa lettura! Adesso vi saluto, un abbraccio!
Ika.

3 commenti:

  1. Tempo fa lo vedevo ovunque, poi questa 'mania' è un pò passata! Sinceramente non mi ispira molto!

    RispondiElimina
  2. Hey :) Ika! Ti ho taggata qui: http://jessicasbooks89.blogspot.it/2015/09/link-party-di-settembre-welcome-to-all.html

    RispondiElimina
  3. Ciao Ilenia^^ è carino, niente di troppo speciale :)
    Ciao Francy! Grazie! Appena ho un po' di tempo do un'occhiata!

    RispondiElimina

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥