Review of the Week #256 Immateria - Rossella Romano

Buon pomeriggio e buon sabato! Come state?
Mi auguro che tutto vada per il meglio! Cosa dirvi? Il mio mese della positività continua e spero che lo faccia ancora per molto, se non per sempre! Stamattina mi sono guardata un po' di cose, ho letto un po' e ho fatto qualche esercizietto... Di pomeriggio ci sarà la Roma ad attendermi e poi non penso molto altro perchè le giornate sono diventate davvero corte! Quindi un sabato che non ha niente di speciale, ma non per questo non apprezzabile, no? Voi come passerete la giornata?
Ora vi lascio al post :3


Review of the week è una rubrica a cadenza settimanale, postata solitamente il sabato, nella quale si recensisce un determinato libro letto in precedenza, con annessa votazione.

Questa settimana: Immateria di Rossella Romano






Titolo Immateria
Autore Rossella Romano
Prezzo EUR 9,63
Dati 12 agosto 2014; 351 pp.; Copertina flessibile
Editore autopubblicato
ISBN 978-1507854952
Leonardo è immobile, in piedi nel corridoio, ad occhi chiusi. Sa che, quando troverà il coraggio di aprirli, sarà tutto diverso. Un po' già lo prevede: oltre le palpebre è apparso un chiarore incongruo, in contrasto col buio intravisto prima che Marzio chiudesse la porta alle sue spalle; sul viso e fra i capelli sente un vento strano, evocativo, profumato di terra umida; e la torcia elettrica che teneva in mano, per darsi coraggio... adesso sembra proprio l'impugnatura di una spada. «È soltanto una visione» ripete a se stesso. Ma sa che, se oserà andare avanti, il corridoio si attiverà anche a livello fisico, oltre che mentale, trascinandolo in un viaggio vertiginoso che terminerà, quasi certamente, su un pianeta alieno. «C’è solo una cosa che ho bisogno di sapere» ha chiesto a Silvia prima di scendere nel sotterraneo. «Qual è il vostro scopo? Di cosa andate in cerca?». «Lo scopo ultimo sarebbe entrare in contatto con un'altra civiltà...». E appunto un'altra civiltà lo attende alla fine del viaggio. Due popoli che vivono in precario equilibrio, ognuno a spese dell'altro, dilaniati da una guerra millenaria, fratricida, incredibilmente crudele, impossibile da fermare... Leonardo imparerà a vivere secondo i ritmi di Sostanza; ogni singolo giorno si confronterà con la sua natura ostile, primitiva, ma anche illuminante. Sa che sopravvivrà: l'unica sua certezza è quella del ritorno. Ma si troverà di fronte a risposte che non cercava e a un dilemma da risolvere: «Quali forze saresti disposto a muovere, se scoprissi che il tuo posto nel mondo non è nel tuo mondo?». 


La mia recensione:
Leonardo è un ragazzo stufo della propria routine. Ha, infatti, lasciato il lavoro perchè non lo rendeva felice. Un giorno trova, in un libro della biblioteca, una strana lettera: c'è scritto qualcosa su due fratelli, su viaggi del tempo e sul cercarli, se la cosa fosse credibile ai suoi occhi. Il ragazzo non si lascia sfuggire questa opportunità, finendo poi per ritrovarsi in un mondo molto diverso dal nostro, in cui capirà molte cose.
Ho trovato questo libro tra quelli gratuiti su Amazon e, sebbene il genere fantascientifico non sia il mio genere prediletto, i viaggi nel tempo, invece, mi incuriosiscono molto. 
L'inizio è come quello di qualsiasi libro, ci viene data una panoramica della vita del protagonista, attraverso il suo punto di vista, le sue parole. Lo fa utilizzando un linguaggio semplice, senza fronzoli, in linguaggio da tutti i giorni.
Leonardo è un giovane che ha lavorato già qualche anno ma, stufo delle giornate tutte uguali, ha deciso di lasciarlo per cercare di trovare la sua strada. Ovviamente, questa sua decisione non viene accolta nel migliore dei modi dai suoi famigliari, ma a lui non interessa perchè sente di essere nato per qualcos'altro. La sua vita viene totalmente cambiata quando trova una lettera con delle strane parole riguardo viaggi nel tempo, ma soprattutto quando decide di andare a fondo, di trovare il mittente e buttarsi in questa avventura. Quindi, conosce i due fratelli e viene portato, prima con la conoscenza, poi fisicamente, in un mondo totalmente diverso, un luogo in cui conoscerà se stesso, in cui cambierà, in cui finalmente si sentirà a casa e dove troverà l'amore.
Ho rivelato già tanto per i miei gusti, quindi non continuerò.
In questa storia si può notare il cambiamento di stato d'animo di Leonardo, all'inizio è scontento, non sa ciò che vuole, mentre alla fine delle vicende, ha trovato il suo posto, la sua strada e, sebbene molto diversa da ciò che pensava, gli va bene così, anche se ciò significa lasciare qualcuno indietro.
Di questo libro ho apprezzato questo: la ricerca di se stessi. Anche se in una maniera poco realistica, mi sono trovata molto vicina al protagonista.
I personaggi non sono troppo caratterizzati, così come i luoghi. Una scena, però, mi è rimasta impressa: quella della felicità per la pioggia.
Purtroppo, però, non sono riuscita a legarmi alla storia e ai personaggi e, quindi, mi sento di definire questo libro carino e con qualche spunto su cui riflettere, ma nulla di più!


La mia votazione:
Carino!



Perfetto! Questo è tutto per oggi! Di questa recensione posso ritenermi abbastanza soddisfatta perchè sono riuscita più o meno ad esprimere i miei pensieri senza rivelare troppo! Certo, c'è tanto da migliorare ma vedo qualche piccolo miglioramento! E voi? Ma passiamo al libro: conoscete questo libro? Lo avete letto? Vi ho invogliati nella lettura? Se volete, lasciatemi pure un commento :3 Altrimenti, al solito, ci sentiamo domani ^_^
Buona serata! :D
Ika.

Commenti