Review of the Week #272 Tutti i difetti che amo di te - Anna Premoli

Buon pomeriggio e buon sabato! Come state?
Oggi sono stata in servizio in biblioteca, per cui spero che sia andato tutto bene in quanto sarò dovuta andare in una sede che non ho mai visitato e sapete la mia difficoltà nello spostarmi da sola con i mezzi di trasporto ù.ù Per cui, pensatemi! ù.ù Domani è domenica, per cui penso proprio che non mi godrò tantissimo questo week end in quanto dopo domani sarò già di nuovo in servizio <.< Vabè, godiamoci questa pausa, va! Cosa avete fatto di bello, ieri? :) Ora vi lascio al post ^_^



Review of the week è una rubrica a cadenza settimanale, postata solitamente il sabato, nella quale si recensisce un determinato libro letto in precedenza, con annessa votazione.

Questa settimana: Tutti i difetti che amo di te di Anna Premoli




Titolo Tutti i difetti che amo di te
Autore Anna Premoli
Prezzo € 4,90
Dati 1 luglio 2015; Tascabile
Editore Newton Compton
ISBN 9788854184602
Mettere i bastoni tra le ruote alla sua famiglia è una vera arte per Ethan Phelps. Perfezionata con cura nel corso degli anni. Quando suo padre muore all'improvviso, senza lasciare alcun testamento, la situazione precipita perché il ragazzo eredita, insieme al fratello maggiore, le quote della Phelps&Phelps, multinazionale quotata in borsa e ancora sotto il controllo della famiglia. Il giorno in cui Ethan irrompe durante una riunione degli azionisti completamente ubriaco, la famiglia si convince della necessità di intervenire per salvaguardare lui e la sua quota azionaria, che garantisce loro di avere la maggioranza. Il tribunale nomina quindi un amministratore del suo patrimonio, ma sarà solo il primo di una lunga serie, perché Ethan è bravissimo a farli fuggire, uno dopo l'altro. Quando anche il terzo rassegna le dimissioni, il giudice incaricato del caso decide di tentare una strada diversa, e invece di nominare uno dei soliti professionisti, chiama Sara di Giovanni, la cui specializzazione sono i brevetti aziendali. Ma Sara ha il grande vantaggio di essere determinata e, al contrario degli altri, di avere una vita privata che non la rende ricattabile. La collaborazione tra lei ed Ethan inizia a suon di reciproci dispetti, ma è destinata a evolversi in qualcosa di ben più complicato ed eccitante...


La mia recensione:
Sara è un avvocato e le viene affidato un compito a cui molti hanno rinunciato, quello di controllare le finanze e di far mettere la testa a posto a Ethan. I due, inizialmente, non saranno per niente felici di questo avvicinamento ma, piano piano, le cose cambieranno...
Di quest'autrice ho già letto e adorato un altro libro (come inciampare nel principe azzurro) per cui ero e sono molto curiosa di leggere tutti gli altri.
In questa storia sono presenti i punti di vista, molto diversi tra di loro, dei due protagonisti.
Sara, infatti, ha un senso del dovere molto forte, vuole fare il suo lavoro al meglio, anche a discapito della sua vita, quasi inesistente, se non per la sua famiglia, soprattutto sua sorella. Per questo, quando le viene detto di doversi occupare di Ethan sa che sarà molto difficile, ma accetta la sfida.
Dall'altro lato, per l'appunto, c'è Ethan, un uomo che non ha un lavoro, che campa di rendita, che vive soprattutto la notte, con feste e alcool. Un uomo a cui sembra non interessi condurre una vita tranquilla e normale, che rischia di perdere anche la piccola percentuale dell'azienda di famiglia di cui è socio. Ma, sotto questo aspetto così superficiale, c'è un lato più nascosto, fragile e impaurito.
All'inizio sarà davvero dura per entrambi riuscire a trovare un nesso, un qualcosa in comune ma, essendo costretti a passare molto tempo insieme, ce ne saranno delle belle! 
Che i due riescano a superare tutte le loro avversioni e a trovare un punto di incontro?
Ovviamente, da me, non saprete altro.
Il linguaggio dell'autrice è semplice e la storia scorrevole. Si tratta di un libro abbastanza leggero, magari anche adatto alla stagione estiva.
I personaggi sono caratterizzati anche se inizialmente possono sembrare un po' stereotipati. Ma, se può sembrare un romanzo del tutto divertente e frizzante, non è così. Ci sono parti in cui c'è qualcosa su cui riflettere, rimanendo per leggero.
Credo di aver apprezzato di più l'altro libro, però anche questo non è male!
Sono curiosa sempre più di leggere gli altri libri dell'autrice.
Quindi, consiglio questo libro a chi vuole leggere qualcosa di non troppo intenso ma di carino e divertente!



La mia votazione: 
 Carino!




Ok! Questo è tutto per la recensione! :3 Non so se sono riuscita ad esprimere il mio pensiero riguardo questo libro tanto carino, ma mi auguro di sì! Sapete i miei complessi (che penso proprio siano giustificati!) riguardo il mio modo di scrivere, soprattutto perchè ci tengo davvero tanto a dirvi la mia opinione! Comunque, voi avete letto questo libro? Come l'avete trovato? Avete letto altro dell'autrice? Cosa mi consigliate per continuare la sua bibliografica? Se vi va, lasciatemi pure un commento, io sono sempre contenta di leggervi! :D
Ora vi saluto e vi invito a passare domani se vi va :3
Buona serata!
Ika.

Commenti

  1. Ciao Fedy, ho letto questo romanzo tempo fa, ma non mi aveva entusiasmato molto. Della stessa autrice mi sono però piaciuti "Ti prego lasciati odiare", "Come inciampare nel principe azzurro" e "L'amore non è mai una cosa semplice".
    P.S. Ho letto che stai facendo il servizio civile in biblioteca: anch'io ho fatto quest'esperienza un paio di anni fa, e ne conservo ancora un bel ricordo... goditi questi mesi :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ariel! Io ho letto solo Come inciampare nel principe azzurro che mi era piaciuto davvero moltissimo! Questo, invece, l'ho trovato carino :) Sicuramente leggerò altro! Comunque sì. sto facendo il servizio in biblioteca ed è un ambiente che mi piace tanto! Poi hai continuato col lavoro o ti sei dedicata ad altro? :)

      Elimina
    2. Ciao Fedy, nella mia regione (Lombardia), oltre al servizio civile attivano periodicamente dei tirocini negli enti locali, quindi al momento ne sto facendo uno sempre in biblioteca, anche se in una diversa rispetto a quella in cui ho svolto il servizio civile. In futuro mi piacerebbe provare qualche concorso o, magari, qualche cooperativa...

      Elimina
    3. Ti capisco! Andrò a cercare anch'io, allora, sarebbe bello trovare lavoro in quest'ambito! Ma non so proprio come funzionino bene le cose! Mi prenderò quest'anno per informarmi!

      Elimina

Posta un commento

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥