Blog Tour "La strega della fonte" 14a tappa: INTERVISTA ALL'AUTRICE + GIVEAWAY!

Buon pomeriggio e buon giovedì! Come state?
Spero bene, ovviamente! :D Oggi non so cosa farò, ma a prescindere dovrò uscire anche se il tempo non è proprio dei migliori! <.< Da voi com'è? Infatti, se non devo fare una piccola commissione per mio padre, andrò al cinema a vedere Animali Fantastici! :D Con tanto, tantissimo ritardo, lo so, però meglio tardi che mai, no? Oggi per voi c'è un post speciale! Vi va di leggerlo? :)


La Strega della Fonte”  - Prima parte della saga di Alaisa
Autrice: Sabrina Guaragno
Editore: Nativi Digitali Edizioni
Data di uscita: 22 novembre 2018
Genere: Fantasy, Romance
Lunghezza: 390 pagine
Disponibile su: Amazon (Cartaceo), tutte le librerie online (Ebook)
Prezzo: 3.99€ Ebook, 14€ cartaceo
Pagina sul sito NDE: bit.ly/stregafonte
Sito della saga: https://sabrinaguaragno.wixsite.com/lasagadialaisa
Pagina Facebook della saga: https://www.facebook.com/LaStregadellaFonteLaSagadiAlaisa/
Alaisa, una ragazza umile ma determinata, è pronta per partire per il viaggio più importante della sua vita, con l'obiettivo di raggiungere la dimora della famosa Strega della Fonte e diventare sua apprendista: il suo sogno fin da bambina!
Quello che Alaisa non sa, è che la magia conferisce grandi poteri, e per padroneggiarla al meglio è prima necessario fare i conti con le proprie aspirazioni e le proprie paure.
Il mondo segreto delle Streghe offre molte opportunità, ma anche molti rischi e ombre... tra tutti i nuovi intriganti personaggi che conoscerà, riuscirà a capire di chi potrà fidarsi, e da chi dovrà difendere tutto ciò che le è più caro?
Con "La strega della fonte" Sabrina Guaragno ci porta in un nuovo universo Fantasy intricato e affascinante, in cui le atmosfere romantiche si mischiano ad altre cupe e inquietanti, e dove il potere della magia permette a maghi e streghe di realizzare i loro sogni, ma anche il manifestarsi di veri e propri incubi...


Il calendario: 


E ora passiamo al succo del post, la mia tappa! :D


Per me è un onore ospitare un'intervista nel mio blog. È la prima volta, per cui sono anche abbastanza emozionata! Perciò, mi sembra giusto cominciare da te:

Presentati a noi Dreamers, lettori del blog!
Ciao! Grazie Fede per avermi ospitato sul tuo blog!
Mi chiamo Sabrina, 25 anni, appassionata di libri, scrittura, serie tv, film, fumetti… e tanto altro ancora!
Ah, e nella vita voglio fare la psicologa (e ci sono quasi), e la scrittrice, naturalmente!

Con quali romanzi sei cresciuta? Quali ti sono rimasti talmente tanto dentro da averti ispirato l'amore per la scrittura?
Può sembrare banale, ma sono cresciuta coi romanzi di Harry Potter, e sono loro, prima degli altri, ad avermi ispirato l’amore per la scrittura. Ho iniziato relativamente tardi a essere un’appassionata della lettura (circa a 14 anni), ma da quel momento non mi sono mai più fermata!
Dopo la saga di Harry Potter, i romanzi che più hanno fatto crescere la mia voglia di scrivere e inventare storie sono state le saghe di Licia Troisi, la saga del Mondo d’Inchiostro, i libri di Terry Pratchett e quelli del meno conosciuto russo Sergej Luk’janenko.

Dato che stiamo parlando dell'amore per la scrittura, mi sembra doveroso chiederti se hai qualche consiglio per tutti coloro che volessero pubblicare le loro storie!
Innanzitutto, devono trovare il modo di leggere tanto: la lettura ti dà le basi, ti inculca una sorta di “pensiero da scrittore”. Poi, devono scrivere tanto, anche quando non ne hanno voglia, forse soprattutto quando non ne hanno voglia.
A volte risulta difficile anche a me, ma saper scrivere bene e “a comando” è necessario se si vuole portare a termine un manoscritto. E, per ultimo, ma non meno importante, bisogna “studiare”. No, non è una parolaccia!
Ma da brava Corvonero vi devo raccomandare di leggere anche manuali di scrittura e correggere la vostra grammatica, se volete migliorare la vostra scrittura!
Non mollate mai, perseguite i vostri sogni! Ma mettetevi anche nelle condizioni di vederli realizzati!

Ora passiamo al tuo romanzo, La strega della Fonte.
Siamo circondati da storie di giovani in lotta e in viaggio per il loro futuro... Cos'ha la tua storia di diverso? Qual è la sua forza secondo te?
La Strega della Fonte è solo il primo capitolo della storia di Alaisa: si tratta della storia di una adolescente che sta per diventare un’adulta. Di una ragazza con un sogno che inizia un “viaggio”, vero e proprio e metaforico. Sa come iniziarlo, ma non sa davvero dove la porterà!
La sua forza è nel rappresentare ostacoli e piccole vittorie di una vita “vera”, in un percorso continuo di crescita. O, almeno, è come la vedo io!

A proposito del viaggio della protagonista, mi piace pensare che il percorso e le prove che questo gruppo di giovani deve affrontare, siano una sorta di metafora degli ostacoli che ognuno di noi deve superare per arrivare all'età adulta: è stato uno di questi a darti lo spunto per scrivere questa storia?
Sicuramente è stata la mia vita di tutti i giorni a ispirarmi la storia di Alaisa. La mia vita, e l’amore per il fantasy e la psiche. Questa saga è però nata per caso: volevo scrivere un racconto che come tema avesse le streghe, per partecipare a un contest. Ho sempre adorato la magia e avevo voglia da tempo di scrivere qualcosa di simile. Ma poi il progetto ha assunto una piega inaspettata!
Questa storia parla sicuramente di un percorso di crescita, più “fantasy” del mio, ma non per questo meno psicologico!

E dato che, come specificato nella mia recensione, c'è un pizzico di romanticismo (che, personalmente, non guasta mai), ti definisci Team Ethas o Team Roran?
Ah, purtroppo non posso rispondere a questa domanda! Di certo, dentro di me, c’è un preferito. Ma a me risulta chiaro perché so davvero come stanno le cose…
Per ora non voglio spoilerarvi nulla, ma sappiate che l’amore, nella storia di Alaisa, è molto importante. Ma non è la sola cosa a definirla e a permettere la sua crescita!

Alaisa è sempre pronta all'aiuto, è romantica ma anche coraggiosa, soprattutto grazie alla magia che la rende tenace: Quanto di te c'è in lei?
Quando ho iniziato a scrivere questa storia, pensavo di averci messo davvero poco di me in Alaisa: è un “gioco” che faccio con me stessa quando scrivo, cerco di rendere i personaggi il meno simili a me possibile, tranne per 2 o 3 caratteristiche e di dar loro una “morale” personale.
Ma, adesso, guardando il romanzo e la protagonista dal di fuori, ed essendo passati anni dall’inizio della stesura di La Strega della Fonte, mi rendo conto di quanto Alaisa mi somigli, specie nelle mie debolezze. Lei ha tante mie debolezze, ma ha anche degli aspetti molto diversi, più impulsivi. È sicuramente un personaggio complesso, che io stessa fatico a definire in certi momenti.

Se anche tu, come Alaisa, avessi i poteri, a quale degli elementi ti sentiresti più vicina?
Che bella domanda! Io adoro l’elemento dell’acqua, e quello della terra. Quindi penso che sarebbero questi, i miei elementi, se potessi sceglierli!
Ma, come chi ha letto il libro sa già, non è la strega o lo stregone a scegliere i propri elementi, ma sono loro a scegliere lui, in un certo senso!

Penso che ogni buon romanzo abbia un significato che lasci qualcosa su cui riflettere: cosa dovremmo trarre da questa storia, secondo te?
La storia di Alaisa è ancora all’inizio, e sicuramente ci saranno momenti belli e momenti dolorosi. Il significato è nell’essenza stessa del viaggio e della crescita: non sempre le cose vanno come desideriamo. Anche quando ce la mettiamo tutta, potremmo finire per fallire. Le persone che amiamo potrebbero allontanarsi, o peggio. Potrebbero rivelarsi essere persone completamente diverse da quelle che pensavamo che fossero. E ognuno di noi ha dei demoni, più o meno potenti, con cui avere a che fare. La vita è molto più complessa di quanto ci piace pensare!
Spero che la lettura di questo romanzo, e del resto della saga, lasci al lettore un senso di forza, una voglia di ribellione, di combattere, ma anche di consapevolezza che nella vita bisogna giungere a patti con la realtà, ma anche con se stessi. Troppo complesso?


Il finale è abbastanza aperto: cosa ci dobbiamo aspettare ancora dalla storia di Alaisa? È già in cantiere il secondo episodio?
Certo! La saga di Alaisa è composta da quattro volumi, e probabili racconti spin-off… La sua storia è appena cominciata. Il secondo volume, intitolato L’Uomo del Fuoco è già pronto! Un po’ più tenebroso, ma anche molto più… infuocato!
Anche il terzo volume è già completo. Manca da scrivere il capitolo conclusivo!
C’è solo da attendere! Ma se volete davvero aiutarmi nel far proseguire la storia di Alaisa, correte a seguirmi sui miei social!


Se vuoi, spiegaci perché dovremmo leggere questo romanzo!
Nonostante tutti i significati che si possono dare alla saga di Alaisa, o che vi posso attribuire io, è innanzitutto una storia, ambientata in un mondo fantasy, dove esistono streghe, draghi, dei e demoni. E dove la protagonista si ritroverà ad affrontare ostacoli, vittorie, l’amore, ma anche il suo lato più oscuro. È un romanzo che spero risulti essere “leggero” e scorrevole dal punto di vista della lettura, adatto a chi ama calarsi in mondi fantastici ed esperienze fantasy!


Insomma vi ho convinti??? Sì??? Allora c'è una sorpresina per voi! :D

Per guadagnare un biglietto per l'estrazione di una copia cartacea del romanzo, partecipa al Giveaway


a Rafflecopter giveaway


Ok! Questo è tutto per questo post e sono davvero contentissima di aver ospitato una tappa di questo blog tour! Per me è stata la prima intervista ad un autore in assoluto, per cui spero tanto che le domande che ho posto siano abbastanza interessanti in modo da farvi conoscere meglio il libro e l'autrice! Voi cosa avreste chiesto? Se volete, lasciatemi un commento perchè sarei tanto curiosa di conoscere i vostri pareri! Altrimenti, come sempre, vi invito a passare domani! :D
Buona serata!
Ika.

Commenti

Posta un commento

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥