Review of the Week #210 Failure to Queen - Irene Colabianchi

Buon pomeriggio e buon sabato a tutti!
Oggi è la giornata contro la violenza sulle donne, ma non ho avuto modo di creare un post al riguardo e questa cosa mi dispiace tanto, perchè mi piacerebbe rendere più sociale il mio blog, che non lo è per niente! Però sono certa che voi avrete fatto il vostro, che avrete parlato della cosa, perchè non bisogna stare zitti, bisogna parlarne, bisogna farci sentire perchè non è possibile che noi donne siamo costrette a vivere così! Ora smetto di parlare e vi lascio al post, sperando vi faccia compagnia :3


Review of the Week è una rubrica a cadenza settimanale, postata solitamente il sabato, nella quale si recensisce un determinato libro letto in precedenza, con annessa votazione.

Questa settimana: Failure to Queen di Irene Colabianchi









Titolo Failure to Queen 
Autore Irene Colabianchi
Prezzo € 18,99
Dati 2015; 430 pp.; Copertina flessibile
ISBN 978-8826417851
Crystal Young ha sedici anni e vive con il padre in una cittadina del Vermont, sulle rive di un lago. Vive una vita ordinaria, tra amici e scuola. Finirà per dover affrontare diverse insidie, quando in città arriva Elliott Davis e i suoi amici. Sono ragazzi scontrosi, misteriosi ed estremamente affascinanti. Crystal dovrà andare alla ricerca di spiegazioni per scoprire cosa sta succedendo e perché d'improvviso avvengono fatti inspiegabili: il padre rischia di morire diverse volte e qualcuno sembra proprio avercela con lui e la figlia, gli stessi Davis sono strani e lei si ritrova ad avere a che fare con l'arrogante Elliott. Sono entrambi presi l'uno dall'altra senza neanche rendersene conto, ma, come dice il detto, niente è come sembra e quando Crystal avrà la risposta a tutte queste stranezze, dovrà fare delle scelte e imparare a conoscere il mondo della Scacchiera Nera, dove i componenti del gioco degli scacchi sono creature dall'aspetto umano e l'anima d' ombra, che fanno riferimento all'Uomo Nero. La Scacchiera Nera svelerà i suoi segreti. . . Sarete pronti ad incontrare l'Uomo Nero? 


La mia recensione:
Crystal è una normale sedicenne che vive con suo "padre", nonchè professore nella sua scuola. La sua scuola è molto particolare, ci sono diversi gruppi che si sfidano di volta in volta in varie attività, tra cui scherma, scacchi, pugilato... Nella scuola è arrivato un nuovo gruppo i ragazzi: Elliott, PG e Grace. Tutti e tre bellissimi e, all'apparenza, sicurissimi di sè. Tutti gli puntano gli occhi addosso, anche perchè la cittadina in cui vivono è molto piccola. Inoltre, cominciano anche ad accadere cose strane, soprattutto al padre di Crystal. Chi si nasconde dietro questi fatti?
Ho vinto questo libro in un giveaway ormai tempo fa, ma ne sono sempre stata incuriosita, per cui ero felice di conoscerlo e leggerlo. 
La storia comincia con un prologo in cui ci viene fatto capire qualcosa che, però, ci lascia con tanti punti di domanda.
Poi si arriva a Crystal che, come in tutti i libri, ci racconta la sua vita e i suoi fatti per farci comprendere un po' il suo mondo. La sua è una vita normalissima, se non per il fatto di vivere con un uomo che in realtà non è suo padre ma è come se lo fosse. E' stato lui a prendersene cura una volta che la madre è morta. Tra i due, infatti, c'è un legame molto stretto. La ragazza non ha tanti amici, o meglio, ne ha ma nessuno che possa considerarsi come il "migliore". E' a capo del suo gruppo, della sua "fazione" a scuola e, per questo, non sempre è apprezzata da tutti. Anche lei si sente incuriosita, attratta, anche se cerca in tutti i modi di non darlo a vedere, dai nuovi compagni di scuola. E' molto difficile perchè tutti e tre sembrano darle attenzioni, soprattutto Elliott.
Ammetto che, quando la storia è cominciata, ho pensato che si sarebbe trattato di un'ennesima copia di Twilight e simili, quindi ero pronta a sentirmi infastidita. Fortunatamente, col passare delle pagine, la storia è migliorata moltissimo, diventando a tratti anche molto originale per determinati avvenimenti e fattori che non voglio rivelare per non rovinarvi la lettura. 
Il linguaggio utilizzato è è molto semplice e scorrevole, ma per la storia, essendo narrata da Crystal, un'adolescente, è funzionale e adatto. 
In realtà, a tratti ci viene mostrato il punto di vista anche di Elliott. I due tipi di narrazione sono abbastanza diversi. Inoltre, pensare che questo libro sia stato scritto da una ragazza del '99 e che sia uscito già due anni fa, è una cosa sensazionale. E' ovvio che c'è ancora tanto margine di miglioramento, ma c'è tutto il tempo per farlo, soprattutto non ci si rende conto di ciò. Voglio proprio sapere dove l'autrice arriverà continuando così!
Ma torniamo al libro.
I personaggi sono abbastanza caratterizzati, anche se non del tutto. Chi impariamo a conoscere di più è, ovviamente, Crystal, seguita da Elliott.
Crystal ha un temperamento forte sebbene sia anche timida e insicura a volte. Sa essere punzecchiante ma anche dolce, ama suo padre più di tutti. E' un asso nella scherma e, per l'età che ha, è indipendente. Il suo modo di essere, però, cambia un po', quando arriva Elliott. Egli è bello, alto, muscoloso e, soprattutto, misterioso. Non è affatto gentile, non si capisce quando scherza e quando è serio. Ma col passare del tempo, scopriremo e scoprirà dei lati di lui che non pensava di avere.
Come si è forse capito, togliendo alcuni fattori della parte iniziale, ho apprezzato moltissimo questa storia. L'avessi letto qualche anno fa, penso me ne sarei perdutamente innamorata. Ho apprezzato la trama, che per alcuni fattori è molto particolare e innovativa, i personaggi e, ovviamente, l'amore impossibile.
Spero tanto di riuscire a leggere presto il secondo volume della storia anche per il finale che lascia con tanti dubbi.
Vi consiglio davvero questa lettura che mi ha stupita moltissimo e spero di poter continuare presto la serie!


La mia votazione: 
 Bello!





Benissimo! Questa è la mia opinione riguardo questo libro! So che non è conosciuto moltissimo, quindi spero di avergli dato un minimo di visibilità parlandone sul mio angolino! So che i miei Dreamers non sono tanti, ma mi auguro di aver aiutato nel mio piccolo! Probabilmente avrei aiutato molto di più se lo avessi letto sul momento, ma facendo la challenge della jar, mi baso solo su quella o sulle collaborazioni! Anyway, se conoscevate e avete letto questo libro, cosa ne pensate? Se vi va, fatemelo sapere con un commento, sarei felice di conoscere le vostre opinioni! :D
Detto questo vi saluto e vi invito a tornare domani, se vi va! ^_^
Ika.

Commenti