Pages

sabato 11 giugno 2016

Review of the Week #136 Sogno di una notte di mezza estate - William Shakespeare

Buon pomeriggio! Come state?
Oggi è sabato il che significa, in casa mia, pizza ù.ù Mi spiace che ieri vi ho lasciati a secco di post, ma sono dovuta uscire e non sono riuscita ad organizzarmi in tempo -.- per cui già vi dico che, se tutto va secondo i piani, oggi vi faranno compagnia due post, invece che uno come al solito! Che farete in questo bel sabato? Io assolutamente nulla di che xD Anzi, devo fare un po' di cosine in cucina ma niente di che! E sicuramente mi divertirò xD Anyway, vi lascio al post :3


Review of the Week è una rubrica a cadenza settimanale, postata solitamente il sabato, nella quale si recensisce un determinato libro letto in precedenza, con annessa votazione.

Questa settimana: Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare





Titolo Sogno di una notte di mezza estate
Autore Shakespeare William
Prezzo  € 9,00
Dati 1998
Editore Mondadori  (collana Oscar classici)
Sogno di una notte di mezza estate
Fate e folletti popolano il mondo fantastico di questa commedia di Shakespeare, lieve e raffinata, in cui amori e tradimenti si susseguono con comicità e grazia incantevole. Dalla bellissima Titania, regina delle fate, innamorata perdutamente di un uomo dalla testa d'asino, al comico e irresistibile Bottom fino al capriccioso folletto Puck, i cui errori nel somministrare i filtri d'amore muovono le sottili trame della vicenda. Una commedia lieve e briosa, ricca di improvvisazioni e colpi di scena, che inaugura un nuovo tipo di rappresentazione nel panorama shakespeariano.



La mia recensione:
Nella trama troviamo tre diverse storie: quella di Teseo, Ippolita, Lisandro, Demetrio e altri personaggi; una storia di promesse di matrimonio e amanti; quella delle fate e dei folletti del bosco che tra incantesimi e quant'altro, creeranno non pochi scompigli; infine, quella di Quince, Bottom, Ecc, un gruppo di umili lavoratori, quali tessitori, falegnami che si riunirà per dar vita a uno spettacolo.
Come sapete voglio leggere tutto ciò che che è stato scritto da Shakespeare, per cui questo non poteva mancare! Una volta vidi il film, e l'avevo trovato carino, quindi sapevo già in parte cosa aspettarmi. 
Come gli altri che ho letto fin'ora, la storia è divisa in 5 atti più o meno lunghi. Trattandosi di una sceneggiatura teatrale, è abbastanza breve e si lascia leggere in modo più o meno veloce.
Ovviamente, il linguaggio utilizzato non è dei più semplici o molto scorrevole, ma non è una cosa fastidiosa, solo ci vuole un po' più tempo rispetto ad un normale libro. 
Quando leggo Shakespeare, mi rimane sempre difficile riuscire ad esprimermi... la sua impronta, la sua genialità c'è sempre, ma, in questa storia, l'ho notata un po' meno, anche se, è proprio da questo genere che tutto è nato.
Preferisco di gran lunga le tragedie, grazie al mio animo un po' depresso.
Di questa storia ho apprezzato il modo di esprimersi di alcuni personaggi, con battute e riferimenti a storia passate. Ma, soprattutto, mi è piaciuta la storia, con i suoi intrecci ingarbugliati che portano ad un finale inaspettato, ma con un senso logico e sempre una sorta di "insegnamento".
Insomma, anche in questo caso vi consiglio questa lettura, sicuramente leggera e carina da affrontare.


La mia votazione: 
 Carino!



Perfetto! Ecco qui la mia piccola recensione! :3 bene, so di non esser stata molto lunga, ma sapete già come sono le mie recensioni! ^^ Anche perchè ho letto che, anche secondo voi, la lunghezza non è sinonimo di qualità :) Sono una persona che va dritta al punto senza troppi giri di parole e penso che possa essere capito dalle mie recensioni, infatti :3 Avete letto questo libro? Lo conoscete (ovviamente sì!)? Vi ispira come lettura? Spero di avervi aiutati nel decidere se leggerlo o meno! ^^ Adesso aspetto i vostri commenti, se vi va di lasciarne! Ci sentiamo più tardi con un nuovo post! :D
Ika.

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥