#4 It's HALLOWEEN Time! 7.0 Ika's Halloween: Libri, Film e ricettine!

Buon pomeriggio e buon mercoledì! Come state?
Spero che vada tutto bene, ovviamente! :D Che dirvi? Ieri non ho postato nulla e mi dispiace un casino ma, dato che la richiesta della Top Ten Tuesday non mi faceva per niente impazzire, ho pensato fosse meglio non pubblicare nulla piuttosto che far qualcosa contro voglia perciò poi mi sono dedicata direttamente al post di oggi, con la speranza che sia venuto abbastanza carino! ^^ Mi sto impegnando davvero tantissimo per far sì che riesca a farvi compagnia in questo periodo! Anyway ora vi lascio al post :3



Cominciamo da qualche decorazione che ho realizzato per la casa... Niente di complicato, giusto per darvi qualche idea di come posizionare le cose! :3

 

 




Ora passiamo ai film, miei compagni fidati in questo periodo (ma non per quest'anno! T.T)



Poison Ivy: la società segreta racconta la storia di Danielle, una ragazza che, in seguito alla morte dei suoi genitori e dopo una serie di relazioni fallite decide di voltare pagina e si iscrive ad un prestigioso college nel quale però è da poco morto misteriosamente uno studente.






Un pizzico di magia, narra del bello a affascinante erede di un'importante casata di streghe. Per rispettare le tradizioni della sua famiglia, il giovane ragazzo decide di acconsentire al volere di sua madre e di sposare Lizzy, un'amica di vecchia data. Tuttavia, il destino ha previsto per lui un futuro diverso. A una festa di Halloween incontra una bellissima ragazza di nome Sara, per la quale perde immediatamente (e irrimediabilmente) la testa...



Vampiretto è la storia di Rudolph Sackville-Bagge che sta per compiere 13 anni - per la trecentesima volta. È infatti un vampiretto che vive in Transilvania, apparentemente indisturbato. Ma il perfido Rookery, cacciatore di vampiri, è in agguato e riesce a fare prigioniera quasi tutta la sua famiglia: riescono a fuggire solo il ragazzino, i genitori e la sorella Anna, e riparano nella vicina Germania presso un bed and breakfast che ospita già una famiglia di San Diego in vacanza. Sarà proprio Tony, il figlio della coppia di americani, ad aiutare Rudolph a contrastare il perfido Rookery, e fra i due tredicenni nascerà una inaspettata amicizia.



Poi passiamo ai libri, anche questi compagni fidati!



Maledizione, doveva proprio essere così bello? Si riteneva immune a quel genere di cose: il cliché dell'uomo alto, moro e di bell'aspetto. Ma c'era qualcos'altro. Sembrava che, quando la guardava, sapesse esattamente chi era e com'era fatta. Una strega. Una dea. Non di questa terra, ma neppure estranea a essa. Una donna da amare, temere e adorare. Alzò lo sguardo da dietro il vaso e lo trovò ancora che la fissava. Era come se Killian avesse aspettato tutto quel tempo soltanto per quell'istante. Fece un cenno col capo, muovendosi verso una porta lì vicino. Davvero? Qui? Adesso? Stava davvero entrando in bagno con un altro uomo, il fratello del suo fidanzato, alla sua festa di fidanzamento? Sì. Freya avanzò, come stordita, verso quell'appuntamento. Chiuse la porta dietro di sé e rimase in attesa. Il pomello girò, e lui entrò, chiudendo a chiave la porta. Le labbra gli si incurvarono in un sorriso, una pantera con la sua preda. Fuori, nel bel mezzo del ricevimento, le rose centifolie presero fuoco.




Cristina trascorre i primi giorni di settembre riordinando la secolare casetta di montagna ricevuta in eredità da una anziana prozia. Ancora non ha deciso se tenerla o venderla: il borgo di cui fa parte è abitato soltanto in estate e la ragazza, ogni sera, si sente obbligata a tornare in città. Non è ancora riuscita a trascorrere una sola notte là dentro, e le sembra impossibile viverci in totale solitudine, come sua zia Terzilia faceva da anni. Niente, infatti, nemmeno la rassicurante presenza dei suoi due animali, un cane e una gatta, riesce a smorzare il lieve senso di disagio che s’impadronisce di lei ogni volta che si affaccia alle finestre che danno sul bosco, reso lugubre dall’autunno imminente.

Finché, la prima di una serie di lettere di amore, del tutto in contrasto con l’immagine di fiera indipendenza della prozia, la costringe, con un incanto sottile, ad attendere la mezzanotte per leggere la successiva…



"La Casa sull'Abisso" di William Hope Hodgson fu pubblicato nel 1908. Attraverso un vecchio diario manoscritto trovato presso il rudere di una grande casa sul ciglio di un immenso baratro detto l'Abisso, conosciamo un personaggio solitario e le sue esperienze soprannaturali: lo scontro con le forze del Male in aspetto di esseri mostruosi; la discesa nell'abisso della propria interiorità e l'esplorazione dell'abisso, naturale e metafisico, al di sotto della casa; la risalita alla superficie come una rinascita dalle viscere della Madre-Terra; l'ascesa oltre l'Universo conosciuto e oltre la sua vita mortale; l'incontro commovente con l'anima della donna amata nell'aldilà; l'entrata nelle dimensioni metafisiche dell'Inferno e del Paradiso, descritti attraverso visioni caratterizzate da un visionario simbolismo cromatico, geometrico e luminoso. "La Casa sull'Abisso" è quindi più che un racconto puramente horror o fantasy: coinvolge le fondamentali domande della mente umana e le risposte filosofico-religiose sul senso dell'esistenza e sul destino umano. Per tutte queste sue caratteristiche potrebbe essere definito la "Divina Commedia" del XX secolo.






E, per concludere, poteva forse mancare qualche ricettina? Ma ovviamente no! Eccovene tre... due dolci e una salata! :D


DITA DELLE STREGHE 
Ingredienti: 
250 g di farina
100 g di zucchero
2 cucchiai di miele
sale q.b.
125 ml di yogurt (io ho utilizzato quello alla vaniglia per un sapore più neutro)
1/2 cucchiaino di bicarbonato
mandorle q.b.
Procedimento:
Con delle fruste (elettriche o non) lavorare lo yogurt, il miele, lo zucchero. Aggiungere gradualmente la farina, il bicarbonato e il sale. Impastate un po' e, all'occorrenza si possono aggiungere farina o acqua (o latte) in base alle esigenze.
Formate un panetto abbastanza morbido e profumato! Quindi formate dei salsicciotti, e fate dei tagli a simulare proprio le dita. Formate una piccola conca sulla parte iniziale e poggiateci una mandorla che avrete diviso a metà. Non vi resta che cuocere in forno caldo a 180 per circa 7/9 minuti!



SCOPETTE DELIZIOSE
Ingredienti: 
200 g di farina
50 g di fecola
80 g di ucchero
80 ml di latte
sale q.b.
vanillina (se il lievito non è vanigliato)
1/2 bustina lievito
1 cucchiaino di miele
olio di semi q.b.
mikado con cioccolato al latte q.b.
100 g cioccolato fondente o al latte
Procedimento:
Diciamo che questa ricetta va un po' ad occhio! Per prima cosa ho mescolato il latte con un po' di olio. Poi ho aggiiunto la farina, la fecola e ho impostato. Quindi ho inserito anche zucchero, sale e lievito (io ho omesso la vanillina perchè il lievito era vanigliato!).
Ho cominciato ad impastare, ma, essendo il panetto un po' troppo secco, ho aggiunto del latte. Quindi ho lasciato riposare il panetto in frigo. Una volta trascorsa almeno mezz'ora, ho ripreso il panetto e ho cominciato a formare delle palline e a schiacciarle, cercando di dare la forma di una scopa. Ho inserito uno stecchino e ho cotto in forno caldo a 180 per 8/10 minuti. Attenti, perchè si bruceranno in fretta!
Ho fatto freddare del tutto, ho estratto gli stuzzicadenti e ho inserito i mikado, lasciando la parte cioccolatosa all'esterno. Quindi ho sciolto a bagnomaria del cioccolato, aggiungendo un po' di latte e, con l'aiuto di un cucchiaio, ho decorato le scopette.






MUMMIE E ZUCCHE DI SFOGLIA
Ingredienti:
Pasta sfoglia
Wurstel
Patè di tonno
Procedimento:
Per prima cosa ho srotolato la pasta sfoglia e ho ritagliato tante striscioline. Intanto, ho tagliato i wurstel (io ho usato quelli piccoli) in tre, ma possono anche essere lasciati a metà! Dipende da quanto grandi li volete, ovviamente.
Quindi ho preso le striscioline di sfoglia e l'ho arrotolate attorno ai wurstel, lasciando una piccola parte, dove andrò a creare due forellini con uno stuzzicadenti.
Per le zucchette, invece, ho utilizzato uno stampino, ho riempito metà della zucche con il patè e ho richiuso con un'altra zucchetta, Ho sigillato bene i bordi con una forchetta. Et voilà, i nostri mostri sono pronti per essere infornati!
Cuocete il tutto a 180 fino a doratura! Se volete, spennellateli, prima di cuocerli, con l'uovo sbattuto, ma non sarà necessario!


E, per concludere un bel video per farci entrare in tema Horror!



Perfetto! Per questo post è tutto! :3 Quest'anno sono stata un po' meno presente con i miei post su Halloween, è vero, ma mi auguro comunque di avervi dato delle idee carine! Queste ricettine le ho provate un paio di anni fa e sono state molto apprezzate, perciò, se voleste riproporle, mi farebbe sicuramente piacere sapere il responso! O magari vi saranno utili per poter fare qualcosa di simile ma diverso! Insomma, mi auguro di avervi dato gli spunti interessanti! :3
Noi ci sentiamo domani, se vi va ^^
Buona serata!
Ika.

Commenti

  1. Carinissime le tue decorazioni ^^ Io quest'anno voglio provare a cimentarmi con l'intaglio della zucca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho fatto l'anno scorso ed è una cosa davvero bella! ^_^

      Elimina

Posta un commento

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥