Pages

domenica 11 febbraio 2018

#2 SPECIALE CARNEVALE 2018: Cosa succede in Inghilterra? Trucchi, Castagnole e Ravioli dolci fatti da me!

Buon pomeriggio a tutti! Come va?
Sono tornata! Contenti? Io sì ù.ù Oggi è Carnevale e ciò significa dolci a volontà! Voi avete preparato qualche manicaretto? Io sì, e per quest'anno sono ok, perchè ormai la festività martedì finirà e io non avrò l'occasione di preparare nulla, anzi sarà una giornata molto ansiosa per me! Voi cosa farete di bello? Programmi per la serata o per i prossimi giorni? Fatemi sapere, sicuramente avete vite molto più allegre e piene della mia! :D Vi lascio al post a tema, per l'appunto! :D



Ed eccoci alla seconda parte dello speciale Carnevalesco! Probabilmente sarà anche l'ultima, perchè quest'anno Carnevale e San Valentino sono venuti in concomitanza! Quindi partiamo! :D

Iniziamo da qualche piccola tradizione! Volete sapere cosa succede in nei paesi anglofoni? :)



Per noi è il Martedì Grasso, per altri il Mardi Gras, per altri ancora il Pancake Day ma, nonostante i tanti nomi diversi, si tratta sempre della stessa cosa: è il martedì precedente all’inizio della Quaresima, i 40 giorni che precedono la domenica di Pasqua.

Gli inglesi lo chiamano anche Shrove Tuesday! Quindi prepara la padella e tieniti pronto a sfoderare tutte le tue doti culinarie… perché c’è un motivo se si parla anche di Pancake day!

Cos’è il Pancake Day? Tanti nomi, una sola festa!
Nei paesi anglofoni si parla anche di Shrove Tuesday e il nome deriva dalla parola shrive che significa “essere liberi dal peccato”. In alcuni stati degli USA Shrove Tuesday è conosciuto come Mardi Gras mentre in altri paesi ancora (soprattutto europei) si parla di Martedì Grasso. L’idea alla base della festa è quella di liberarsi di tutti i cibi grassi che si hanno in casa, in vista della penitenza gastronomica prima della Pasqua. Ecco perché è tipico cucinare i pancake: in questo modo ci si liberava dalle “tentazioni culinarie” derivanti da latte, zucchero, burro e uova. Dimentica le chiacchiere, le frittelle di riso, di mele, con l’uvetta, le zeppole e i krapfen: durante il Pancake Day si mangiano solo ed esclusivamente pancake… dolci, salati, ripieni, vegani. Di tutti i tipi!

Se ti trovi nel Regno Unito potrai approfittarne e gustarti una enorme quantità di delizie frittellose. I locali che propongono menù speciali per il Pancake Day sono tanti e propongono il dolce tipico declinato in mille modi diversi: pancake alla farina di mais con salsa chili, bacon e avocado, pancake fritti con rum e caramello, ripieni con spinaci, ricotta e pomodoro; funghi, gorgonzola e rughetta; alla cioccolata, mandorle e panna montata, accompagnati da bacon e salsiccia. Per i vegani, negli ultimi anni, si è moltiplicata l’offerta: devi provare i pancake con bacche di goji!

Ma non solo: gli ingredienti impiegati per i pancake hanno anche una valenza religiosa.

Le uova simboleggiano la creazione, la nuova vita;
La farina rappresenta l’aspetto personale della vita;
Il sale sta per la salute;
Il latte rappresenta la purezza.

In molti paesi anglosassoni è tradizione che si tengano, durante la giornata, delle gare molto particolari. Di solito nelle scuole e nei villaggi i concorrenti si sfidano a correre con una padella contenente una frittella: durante la corsa questi devono riuscire a far girare il pancake almeno tre volte nella padella.


Secondo la leggenda questa tradizione risale al XV secolo quando una donna, intenta alla preparazione dei pancake per il martedì grasso, sentì le campane della chiesa suonare avvisando i fedeli della imminente confessione. Allora, temendo di fare tardi, finì di preparare i pancake lungo la strada, correndo, con il grembiule ancora indosso e tentando di far girare le frittelle nella padella. 




E dopo la scoperta di questa tradizione molto molto carina (che vorrei provare!), vi lascio ancora a qualche consiglio, perchè non è mai troppo tardi, no? :)

Quindi un paio di trucchi...




... Un paio di ricette...




...E, infine, una mia ricettina! :D

RAVIOLI DOLCI DI CARNEVALE
Ingredienti:
Frolla:
250 g farina
60 ml olio di semi
8 g lievito per dolci
30 g di zucchero di canna
100 ml latte di soia
scorza grattuggiata di limone
Farcitura:
1) Ricotta q.b.
zucchero a velo q.b.
Zucchero di canna q.b.
Gocce di cioccolato fondente q.b.
2) come 1 con aggiunta di alchermes q.b.
3) ricotta q.b.
marmellata di pesche q.b.
alchermes q.b.
Procedimento:
Intanto preparate le farciture. Io ne ho volute provare tre diverse, ma quella che ho preferito, forse, è stata la seconda! Vi basterà mescolare, senza ordine e dosi, tutti gli ingredienti! Inutile dire che potete farcirli anche
con crema pasticcera, cioccolata, marmellata, ecc. Quindi mettete qualche ora in frigo a far rapprendere il composto.
Ora passiamo alla frolla.
Mescolate tutti gli ingredienti tranne il latte, che andrà versato a filo continuando a mescolare facendo una fossetta nel composto. Fate un panetto, ponetelo nella pellicola e fatelo riposare almeno mezz'ora in frigo.
Trascorso il tempo necessario, stendete la pasta, non troppo sottile. Tagliate le formine tonde, mettete la farcitura e chiudete sigillando bene i bordi. Ora non vi resta che cuocere i vostri ravioli in forno caldo
a 180° per una ventina di minuti. Ovviamente la cottura cambia da forno a forno, quindi controllate! 
Una volta sfornati e ancora caldi, spolverizzateli di zucchero a velo e mangiateli tiepidi!

Posso assicurarvi che sono davvero buoni!






Bene e anche per questa seconda e ultima puntata della rubrica sul Carnevale è tutto! Purtroppo quest'anno il Carnevale è venuto in concomitanza con S. Valentino (giorno in cui ho un altro post in programma!) e quindi non posso dedicarmi molto a questa festività! Allora, cosa pensate di questa festa? Vi piace? Quali sono i dolci tipici che preparate per questi giorni così golosi? Avete preparato qualcosa per oggi? Ora vi saluto e aspetto i vostri commenti, se vi va di lasciarne :3
Altrimenti, al solito, ci sentiamo domani!
Buona serata!
Ika.

4 commenti:

  1. Ciao Fedy ❤
    Non nego che mi hai fatto venire una fame parlando di pancakes e mostrando tutte quelle delizie! Non conoscevo questa tradizione anglosassone, perciò ti ringrazio per averla condivisa e se mai mi troverò in Inghilterra in questo periodo, non mancherò di fare una scorpacciata di pancakes *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia! Mi fa piacere averti fatto conoscere qualcosa di nuovo! ^^

      Elimina
  2. Da me il carnevale è una delle pochissime festività per cui si organizzano grandi cose, oltre ai cortei e alle sfilate più piccole ogni città si accaparra un weekend di febbraio in cui si beve e si balla :P quello del mio paese sarà il prossimo fine settimana. Comunque sia, adoro i pancakes ♥ io non ho cucinato niente di speciale, ma mia suocera ha preparato dei cosi fritti ripieni di marmellata... non ho idea di come si chiamino ma erano buoni ahahaha!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah che bello!! Qui da me non tanto >.< ahahahah devono essere stati buonissimi, almeno! XD

      Elimina

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥