sabato 30 luglio 2016

Review of the Week #143 Vento di magia - Marianne Curley

Buon pomeriggio a tutti! Come va?
Oggi è finalmente sabato! E oggi penso comincerò a fare la mia valigia anche se la voglia di partire è sempre la stessa, ovvero pari al 10% xD Sì, voi direte: Ma sei pazza? Parti e non sei neanche felice? Bè è una città che non mi ispira granchè, così come il programma... ho dovuto scriverlo io e sembra che neanche vada bene e che si debba fare tutto ciò che decidono loro e non qualcosa che tutti vorremmo fare, ma ok, lasciamo perdere.. voi cosa mi raccontate? Ora vi lascio al post ^_^


Review of the Week è una rubrica a cadenza settimanale, postata solitamente il sabato, nella quale si recensisce un determinato libro letto in precedenza, con annessa votazione.

Questa settimana: Vento di magia di Marianne Curley






Titolo Vento di magia
Autore Curley Marianne
Prezzo  € 15,00)
Dati 2009, 276 p., rilegato
Traduttore Daniele V.
Editore Salani  (collana Mondi fantastici Salani)
Lei è Kate: tutti la considerano una strega. Forse per quegli strani occhi a mandorla di un azzurro chiaro, trasparente come cristallo; o per li viso d'alabastro, incorniciato da capelli neri e lucenti, lunghissimi. Lui, Jarrod, sente immediatamente luna forte attrazione per lei, e nello stesso tempo un'inquietudine che lo spinge ad allontanarsi. Non capisce, è confuso; ma Kate sa, Kate lo vede. Al pari di lei Jarrod possiede il dono, ma non ne è consapevole. E dotato - e maledetto - da un potere immenso, che non sa come controllare. Ora il potere di Jarrod sta crescendo a dismisura e rischia di travolgerlo. Kate sospetta che all'origine ci sia un potentissimo sortilegio, che affonda le sue radici fin un tempo e in luogo lontano; ma non sa come fermarlo, come salvare la vita di Jarrod. Non c'è altra scelta: entrambi devono fare appello ai propri poteri e opporli all'artefice di quel male millenario che da secoli incombe su di lui.



La mia recensione:
Kate è sempre stata considerata quella strana della scuola a causa di sua nonna che è sempre stata additata come strega. Proprio questo ha portato Kate a non avere amici, fino a quando, arriva un nuovo compagno di scuola, Jarrod che non crede a questi pregiudizi anche perchè ha altro a cui pensare. E' sfortunato e crede che si tratti solo di sbadataggine. In realtà, la cosa è molto più grande di lui e, per poterla sconfiggere, deve intraprendere un lungo viaggio...
Avevo già letto questo libro qualche anno fa ma, oltre al fatto che mi era piaciuto, non ricordavo granchè. 
La storia comincia con Kate che ci viene presentata come una figura forte, indipendente perchè la vita non è stata clemente e perchè non ha molte persone al suo fianco. Non per questo, però, prima di fragilità. Il suo mondo cambia con l'arrivo di Jarrod. Jarrod è un ragazzo con i piedi per terra, che non crede a ciò che non può spiegare ed è perseguitato dalla sfortuna. Inizialmente passa solo per goffaggine, ma non è proprio così. In verità è una cosa molto più grande, molto più antica. Dopo varie cose, capisce che deve credere a ciò che è inspiegabile, ovvero la magia. E per liberarsi di questa sfortuna legata a cose più o meno grandi, deve intraprendere un viaggio nel tempo che non solo gli permetterà di cambiare la sua vita, ma lo avvicinerà molto di più a Kate. Ma soprattutto, conoscerà meglio se stesso, maturando.
Tutto questo ci viene raccontato con un linguaggio davvero semplice che fa scorrere in maniera molto veloce la storia. Inoltre, non ci viene narrata da un solo personaggio, ma i due protagonisti si alternano. 
Di questo libro, ho apprezzato la trama, ben scritta; i rapporti sociali, che ho trovato abbastanza realistici; il finale seppur da una parte scontato, la maniera in cui ci si arriva, non lo è proprio. Mi sono piaciute anche le ambientazioni.
Insomma, se cercate un fantasy non sdolcinato, in grado di farvi evadere dalla realtà, io ve lo consiglio!


La mia votazione: 
 Bello!



La mia recensione termina qui! E' come al solito abbastanza breve, ma ho cercato comunque di avervi dato le mie impressioni, di avervi fatto capire cosa ho pensato e provato leggendo questa storia! Cercando la trama sul web, mi sono accorta che, in realtà, questo libro è dedicato ai più giovani, ai ragazzini dai 12 anni e, bè, come potete leggere, io l'ho apprezzato molto! Non so se magari è colpa della mia mentalità poco adulta, o se sia normale o meno, ma è andata così e sono contenta di averlo riletto dopo qualche anno! ù.ù Fatemi sapere, se vi va, con un commento, se anche voi leggete libri dedicati ai più piccoli e li adorate allo stesso modo! Adesso vi saluto, se volete ancora leggermi, tornate domani! :D
Ika.

4 commenti:

  1. Ho letto questo libro anni fa ma mi ritrovo perfettamente nella tua recensione, condivido tutto assolutamente ^_^

    RispondiElimina
  2. *_* non lo conoscevo o forse mi sono dimenticata di averlo desiderato come adesso, grazie per la recensione, corro a cercarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Wow, sono contentissima che ti abbia fatto questo effetto *w*

      Elimina

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥