Pages

sabato 24 dicembre 2016

Christmas in Wonderland! #9 Leggende e filastrocche Natalizie!

Come promesso, sono tornata! Che state facendo? Come state?
Io molto probabilmente starò aiutando in cucina o starò con mia cugina a fare cose senza senso xD In realtà mi piacerebbe fare un giretto per il suo paese! Abita in un paesino molto piccolo, ma è carino e soprattutto molto diverso da ciò a cui sono abituata qui a Roma! Però bisognerà vedere se avremo tempo e soprattutto se farà troppo freddo :P Sapete quanto io soffra il freddo, vero? Eppure lo adoro xD Sono un controsenso vivente ù.ù Come passerete la serata? Spero nel migliore dei modi, lo meritate! <3 E spero che il post vi piaccia!



In questo post voglio raggruppare un po' di leggende e filastrocche che ho trovato in giro per il web... Col Natale torno sempre un po' bambini! E voi? Spero tanto di riuscire a immettere in voi un po' dello spirito natalizio!


Chi è Santa Claus, ovvero Babbo Natale?

Pare che tutti abbia avuto inizio nella città Turca di Myra, il cui vescovo, San
Nicola,  per diffondere il suo credo, girava di casa in casa su una slitta trainata da cani portando doni a tutti i bambini. Nel corso dei secoli, leggenda ha preso corpo, attingendo anche alle culture e alle tradizioni dei vari luoghi. Alla figura magica del Santo furono attribuite caratteristiche e compiti più o meno "divini", come quello di accertarsi che i bambini dicessero le preghiere e si comportassero bene. A questa figura, si sono affiancati piano piano altri personaggi: aiutanti, elfi e animali che hanno reso la leggenda ancora più magica. La leggenda di San Nicola sbarca oltreoceano solo nei primi dell'ottocento, con l'aiuto di scrittori e poeti del tempo. Solo alla fine del secolo, però, comincia ad assumere le caratteristiche che conosciamo oggi: ovvero l'essere un omone panciuto, vestito di rosso e che vive al Polo Nord. La nuova immagine di Babbo Natale torna in Europa anche grazie allo sbarco dei soldati americani durante la seconda guerra mondiale. Com'è andata è andata, ma questo magico personaggi fa sognare grandi e piccini di ogni generazione e di ogni parte del mondo anche con la sua magica risata, per cui: OH-OH-OH Buon Natale!




Rudolf è una renna assai speciale
è lei che tira la slitta di Natale!
Gli gnomi gentili preparano i doni
da regalare ai bimbi più buoni
poi chiamano Rudolf che arriva di fretta
portando con sé la sua grande slitta.
Riempita di doni e tante altre strenne
la slitta va nel cielo tirata dalle renne
e viaggia nella notte con Babbo Natale
facendo ogni consegna precisa e puntuale,
portando ai bambini tutti i doni e le strenne

grazie anche a Rudolf e alle altre renne!









La leggenda dell'Agrifoglio
Un piccolo orfanello viveva presso alcuni pastori quando gli angeli araldi apparvero annunciando la lieta novella della nascita di Cristo.
Sulla via di Betlemme, il bimbo intrecciò una corona di rami d'alloro per il neonato re.
Ma quando la pose davanti a Gesù, la corona gli sembrò così indegna che il pastorello si vergognò del suo dono e cominciò a piangere.
Allora Gesù Bambino toccò la corona, fece in modo che le sue foglie brillassero di un verde intenso e cambiò le lacrime dell'orfanello in bacche rosse.



Il Natale si avvicina
se lo cerchi è già in cucina,
sul divano, nel tuo letto,
e anche dentro l’armadietto.
Il Natale si avvicina,
è in soffitta ed in cantina
e portando dolci suoni
rende tutti i bimbi buoni.







Leggenda del Santo Natale
Non si sa per certo
 quando nacque Gesù Cristo,
e ci si domanda:
perché la data fu collocata
in concomitanza del solstizio d'inverno?

Cerchiamo di capirlo!
Si deve sapere, che fin dai tempi antichi, i popoli che vivevano nell'Europa  ( Celti, Finnici, Danesi,  Lapponi, Unni, Romani etc. etc. ), erano influenzati dal mutar delle stagioni, a cui davano, sia pur con espressioni diverse, un unico significato: la lotta del sole, simbolo di luce prosperità e vita, con la notte, simbolo di tenebre disgrazie e morte. Il culmine di questa lotta, era il solstizio d'inverno, ovvero il periodo dell'anno, nel quale la notte prendeva il sopravvento sul giorno; nelle gelide terre del nord Europa. Questo fenomeno naturale, per via della vicinanza al polo, era sentito maggiormente. Ecco che la paura atavica dell'uomo per le tenebre e i suoi abitanti, portarono questi popoli a riti per ingraziarseli. I resti dei banchetti venivano lasciati tutta la notte sui tavoli e il fuoco rimaneva acceso, per dar modo alle anime dei morti di rifocillarsi e scaldarsi. Le porte delle case venivano bagnate da sangue di cavallo sacrificato al sole, per scacciare gli spiriti malvagi che la notte si aggiravano per le vie dei paesi.
Anche la natura ricoperta di neve, sembrava soccombere alla lunga notte invernale e per questo che nelle campagne della Francia, Germania, Irlanda, Scozia e nella penisola Scandinava, venivano accesi grandi falò;
 sugli alberi venivano messi dolcetti e cibo affinché si risvegliassero;
le case venivano adornate con rami di sempreverdi come biancospino o agrifoglio, si accendevano candele e nel camino c'era sempre un ceppo che ardeva;
ogni popolo aveva le sue usanze e credenze.Fu naturale collocare, la nascita di Colui che avrebbe sconfitto le tenebre, in questo magico periodo.
L' Evangelizzazione di queste terre, creò una fusione tra vecchio e nuovo, tale da lasciare  tracce di questi popoli, in ogni festività che si celebra in questo periodo dell'anno.


Infine, non posso che augurarvi:




Anche per questo post è tutto! So che non vi ho detto nulla di speciale, ma è bello ogni tanto, ripassare le cose che già sappiamo e tornare un po' bambini, no? Secondo me una delle cose del Natale è proprio quella di tornare a sognare ad occhi aperti, di stupirci per le piccole cose e di accontentarci di ciò che si ha! Per cui, mi auguro di avervi fatto compagnia con questo post, seppure non così pieno di nuove cose! Fatemi sapere con un commento cosa ne pensate e anche come passerete questa giornata! Nel frattempo vi saluto e vi invito a tornare domani, se vi va e potrete :3 Buona serata e nottata!
Ika.

2 commenti:

  1. Tanti auguri di buon Natale.anche se è quasi passato <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie <3 Ti auguro di averlo passato al meglio!

      Elimina

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥