Pages

sabato 8 agosto 2015

Review of the Week #93 Il cuore e la maschera - Daniela Iannuzzi







Buon pomeriggio :) e buon sabato! Che mi raccontate? ^_^
Io passerò la giornata con mia cugina :) penso che la passeremo in qualche centro commerciale perchè dove vive lei è un posto un po' sperduto nel nulla, quindi le piace girare un po, e devo ammettere che anche a me fa piacere andarci con lei! Ci divertiamo a provarci le cose ed è diventata una sorta di tradizione XD ne abbiamo tantissime che portiamo avanti da quando siamo piccoline e niente, adesso vi lascio al post dai :3


Review of the Week è una rubrica a cadenza settimanale, postata solitamente il sabato, nella quale si recensisce un 
determinato libro letto in precedenza, con annessa votazione.

Questa settimana: Il cuore e la maschera di Daniela Iannuzzi




Titolo Il cuore e la maschera
Autore Daniela Iannuzzi
Prezzo 0.99 €
Dati 404 pp; ebook ( Amazon)
Editore Self-publishing
Una figura misteriosa si muove indisturbata lungo i corridoi bui dell’Opéra: Erik, colui che nessuno vede ma che tutti, in teatro, temono. Il Fantasma sa di essere condannato a una vita senza amore, e anni dopo la partenza dell’adorata Christine, decide di riportare gloria e fama nel Suo teatro ricominciando a comporre opere capaci di incantare chiunque le ascolti. 
Ma le cose non andranno come Erik le aveva immaginate: l’arrivo di Leah lo farà piombare nuovamente nel tormento e nella disperazione, risvegliando nel suo animo inquieto quei sentimenti che credeva ormai morti. 
Nel suggestivo scenario di una Parigi d’inizio Novecento prende forma la travagliata storia d’amore tra il Fantasma dell’Opera e la giovane cameriera, due vite ai margini che possono incontrarsi solo nei meandri oscuri della notte, per condividere le proprie solitudini e per sentirsi, insieme, un po’ meno diversi.


La mia recensione:
A qualche anno di distanza dalle vicende de Il fantasma dell'opera, ritroviamo Erik nello stesso teatro, ancora alle prese con gli spettacoli. A lavorare come cameriera c'è Colette, una dolce ragazza. Da poco tempo, è arrivata anche Leah che nasconde un segreto... Nella storia seguiamo ciò che accade a vari personaggi e ci rendiamo conto che l'amore può sbocciare anche tra i più improbabili.
Avevo questo libro da tanto tempo e non mi ero ancora decisa a leggerlo. Innanzitutto ringrazio l'autrice, sia per la fiducia, sia per la pazienza. Ho aspettato così tanto!
Ora passiamo al libro.
Ero molto curiosa al riguardo, conosco la storia "madre" solo superficialmente, cioè leggendo uno di quei libri in inglese facilitati. Non sapevo quindi ciò che mi aspettava.
Il linguaggio utilizzato è, nella maggior parte semplice, anche se abbastanza fedele all'epoca in cui la storia si svolge.
Il tutto è raccontato in modo spesso coinvolgente, per cui non mi sono mai annoiata davvero durante la lettura.
I particolari vengono descritti, ma non in modo troppo minuzioso.
La storia è scorrevole  e interessante e viene raccontata da un narratore esterno che però conosce tutto, dai pensieri agli stati d'animo. Non conosciamo solo quelli di un personaggio, ma scopriamo molto su tutti i personaggi principali.
Abbiamo Erik, il fantasma dell'opera, che è costretto a vivere sotto una maschera a causa del suo aspetto. E' una persona forte, ma ha anche un animo nobile, sofferente e determinato. Crede che nessuno potrà mai amarlo.
Colette lavora come cameriera ormai da molto, è dolce, disponibile ma anche decisa quando vuole.
Leah è una giovane donna che non è mai stata amata davvero. Ha un carattere indipendente, deciso e forte, ma nasconde un animo sensibile e bisognoso d'amore.
Abbiamo poi Carl, un ragazzo forse un po' sbadato e poco esperto di ragazza, ma che in fondo, sa come farsi volere bene. 
Troviamo poi altri personaggi che si susseguono.
Del libro ho apprezzato l'idea. Mi è infatti piaciuto il voler dare una seconda possibilità, una via di felicità al fantasma dell'opera e i, inoltre, adoro tutto ciò che è basarsi su un classico.
Forse, secondo il mio parere, alcuni dialoghi, alcune vicende li ho trovati davvero troppo scontati, troppo "semplici".
L'unica pecca, quindi, è che poteva sicuramente essere sviluppato meglio, perchè l'idea di base è molto buona.
Per cui, questo, mi ha fatto amare di meno il libro, che però mi ha fatto sognare in alcuni punti.
Io ve lo consiglio, magari senza troppe aspettative, ma è una lettura molto carina.



La mia votazione: 
 Interessante!




Ecco qui, la recensione è finita ^_^ Voi avete letto questo libro o lo conoscevate? Spero di sì, e se così non fosse, spero di avervelo fatto conoscere e magari di avervi fatto venire voglia di leggerlo ^_^ Se, invece, lo conoscevate cosa ne avete pensato una volta letto? Pensate che io abbia ragione o la pensate diversamente da me? Inoltre, avete letto Il fantasma dell'opera, il libro originale? Pensate possa piacermi, lo consigliate? Scusate le mille domande, ma non so se leggerlo o meno, sarei davvero curiosissima di farlo però! Va bene, adesso vi saluto, ci sentiamo più tardi o domani, vediamo un po' ^^ Un abbraccio e buon sabato!
Ika.

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥