sabato 25 marzo 2017

Review of the Week #177 Whisper - Maggie Stiefvater

Buon pomeriggio a tutti e buon sabato! Come state?
Spero benissimo! ^^ Io probabilmente, nel momento in cui vedete il post, non sarò a casa, ma in un centro commerciale! Non che mi vada particolarmente, in realtà, ma mi sono autoimposta di uscire molto di più del solito! Fosse per me passerei la vita a casa e non è una cosa assolutamente da fare, soprattutto non alla mia età! So che, giorno dopo giorno, imparate cose su di me che non vorreste sapere, penserete che io sia una super depressa, ecc, ma non mi importa, io sono sincera e voglio condividere anche queste cose! Ora vi lascio al post, sperando sia più interessante!


Review of the Week è una rubrica a cadenza settimanale, postata solitamente il sabato, nella quale si recensisce un determinato libro letto in precedenza, con annessa votazione.

Questa settimana: Whisper di Maggie Stiefvater





Titolo Whisper
Autore Maggie Stiefvater
Prezzo € 16.00
Dati 2011; 313 p. , Rilegato
Editore Fanucci
Traduzione A. Malcangi
ISBN 9788834716908
La sedicenne Deirdre Monaghan è una musicista timida ma prodigiosamente dotata. Il suo mondo ruota intorno a un ristretto nucleo familiare, un amico del cuore e la passione per la musica irlandese. Quando un misterioso e affascinante ragazzo sbucato dal nulla entra nella sua ordinaria vita di città, Deirdre se ne innamora all'istante. Il problema è che l'enigmatico e contraddittorio Luke si rivela un "gallowglass" - un assassino senz'anima - e Deirdre, che nel frattempo capisce di essere una "cloverhand", ossia una che può vedere le Fate, potrebbe essere la sua prossima vittima. Deirdre deve decidere se i sentimenti di Luke verso di lei sono veri, o se sono soltanto un modo per ingannarla e condurla più profondamente nel mondo delle Fate dove lui potrebbe tornare a uccidere. L'amore per Luke la costringerà presto a prendere coscienza dei propri poteri magici, ad approfondire le amicizie e gli affetti familiari, a cambiare il proprio sistema di relazioni e a farsi coinvolgere in una lotta all'ultimo respiro contro esseri che non avrebbe mai pensato di affrontare. La sua vita sarà così qualcosa di unico e irripetibile, qualcosa per cui vale la pena mettersi in gioco.



La mia recensione:
Deirdre è una ragazza di 16 anni che va a scuola con un migliore amico storico e ha una vita normale. Ama cantare e suonare l'arpa. Proprio durante una delle sue dimostrazioni della sua voce, conosce Luke, un ragazzo più grande che sembra conoscerla. Chi è Luke? Come mai trova così tanti quadrifogli da quel concerto in poi? 
Ho letto la serie di Shiver e La corsa delle onde, entrambi tra i miei libri preferiti in assoluto, non potevo lasciarmi scappare questo anche perchè nella mia WL da anni. Insomma, le mie aspettative erano davvero alte!
Tutto comincia con col farci conoscere Deirdre, la giovane protagonista che adora la musica. Infatti, canta e suona. Ma non ci viene mostrato solo ciò, ci viene fatto capire fin da subito quanto sia insicura delle sue qualità. Prima di ogni concorso, infatti, si sente male al punto di chiudersi in bagno e fare ciò di cui ha bisogno. Non è diverso da quello che accade durante un concorso della scuola. Di diverso, però, c'è il fatto che in questa situazione conosce Luke, che le cambierà la vita. Oltre a questa sua insicurezza, però, c'è anche una certa voglia di indipendenza, di voler fare ciò che vuole senza dover chiedere troppo. Ma, in fondo, è una ragazzina e lo si capisce dal modo in cui parla e ragiona. Sebbene Deidre non sia descritta perfettamente, lo è abbastanza da sembrare quasi reale. E questa è una caratteristica che ho sempre trovato nei libri dell'autrice, seppur in questo caso, in modo più lieve. Il linguaggio che viene utilizzato è molto semplice e scorrevole, proprio perchè forse è più adatto ai ragazzi.
Non nego che, se lo avessi letto qualche anno fa, forse lo avrei apprezzato molto di più. 
La parte personale è quella che ho trovato un po' più scontata, mentre quella fantasy, più particolare. In realtà, delle volte mi sono un po' persa durante la lettura ma non so se sia stata colpa mia. Ho trovato, però, degli elementi molto buoni che preludevano alla bravura dell'autrice.
Infatti, questo è il suo romanzo d'esordio e lo possiamo capire perchè, anche se la storia è di qualità, non ci sono gli elementi che ci fanno adorare le sue opere, almeno non tutti. Sicuramente, un bell'inizio! 
Per cui, non fate come me, non avvicinatevi con le aspettative alle stelle, pensando di trovare un gioiello, ma fatelo con la consapevolezza di leggere un buon libro d'esordio! Ve lo consiglio!


La mia votazione: Interessante!





Questo è quanto! Spero tanto di avervi incuriositi con questa mia recensione! In realtà, copiandola e rileggendola, mi sono resa conto di aver parlato davvero poco delle creature magiche che popolano la storia >.< Comunque sarà bello scoprirle durante la lettura, no? Vi siete rese conto che spoilero davvero poco nelle mie recensioni? E' perchè voglio che voi leggiate il libro un po' a scatola vuota per poter scoprire piano piano e poco alla volta tutte le caratteristiche e rimanerne stupiti! Almeno per me è così! Spero che valga lo stesso anche per voi! O voi, invece, cercate gli spoiler perchè volete sapere tutto subito? Se volete fatemi sapere ciò e anche se avete letto il libro di cui ho parlato! :D Altrimenti a domani! ^_^ Buona giornata!
Ika.

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥