Pages

lunedì 8 giugno 2015

Booktrack #15

Buon pomeriggio, so che avete visto un mio post poco fa, ma sono tornata ù.ù Oggi è 8, per cui è giorno di collaborazione con Babuska, no? U.U
Qui a Roma il tempo fa schifo, veramente è da un po' di giorni che non è il massimo, la mattina fa caldo, è soleggiato e il pomeriggio diventa scurissimo e senza un filo di vento... ma non si decide a piovere però! >.< Da voi il tempo com'è? Meglio o sempre così? Come passerete questa giornata di inizio settimana? Vi lascio al post :3

Booktrack è una rubrica a cadenza mensile, ideata dai blog Libri per vivere e Dreaming Wonderland. Un blog al mese sceglie una canzone che ama, illustrandone testo o traduzione (quando serve) ed entrambi devono identificare un libro con la determinata canzone spiegandone i motivi.






La canzone, questo mese, è stata scelta da me ed è Take me to church di Hozier. Non amo alla follia questa canzone ma è la prima che mi è venuta in mente e ho deciso di sceglierla per questa puntata.




Questa canzone a Babuska ricorda:
Inizialmente non sapevo quale libro collegare, avevo parecchie idee, ma non mi convincevano. L’illuminazione mi è venuta riguardando i libri che avevo nel Kindle: Il diario di Adamo ed Eva di Mark Twain. Adamo nel suo diario racconta di come si sia innamorato di Eva. All’inizio la trovava fastidiosa, ma quando capisce di amarla è pronto ad affrontare tutto, anche l’ira di Dio e quindi la morte, per non separarsi da lei. Adamo scrive sulla tomba della moglie “Dovunque era lei, là era l’Eden” e questa epitaffio riprende esattamente le parole di Hozier. Avranno peccato mangiando il frutto proibito, ma hanno affermato se stessi in quanto esseri liberi ed è questo il messaggio di fondo della canzone: non rinunciare mai ad affermare se stessi.




Questa canzone a Ika ricorda:
Mentre leggevo la traduzione della canzone ho pensato a libri in cui ci fossero creature oscure, creature che all'apparenza non sono in grado di amare, ma che nascondono invece tanta passione. E subito mi è balenato in mente Take me into your Hell di Diletta Brizzi e Yvan Argeadi. Ho optato per questo romanzo perchè si fa riferimento al dio degli inferi, ad una persona, quindi, come nella canzone, che sembra non saper amare, che sembra essere solo fatto dal male, ma che invece, scavando si può rimanere sorpresi da ciò che nasconde. Un essere che sa di non essere perfetto, un essere che riconosce il suo essere malvagio, egoista, ma che ama con tutto il cuore la sua sposa.




Ed ecco la traduzione del testo della canzone con evidenziate le parti che più mi fanno pensare al libro :)

Il mio amore ha il senso dell'umorismo
È la risata ad un funerale
Sa che tutti disapprovano
Avrei dovuto adorarla prima

Se i cieli parlassero
lei sarebbe l'ultimo portavoce
Ogni domenica diventa più tetra
Un veleno fresco ogni settimana

"Siamo nati malati", li hai sentiti dire

La mia Chiesa non offre assoluzioni
Lei mi dice, "Prega nella camera da letto."
L'unico paradiso che mi è concesso
È quando sono da solo con te,

Sono nato malato,
Ma la amo.
Comandami di star bene
Amen. Amen. Amen. Amen.

Portami in chiesa
Pregherò come un cane al tempio delle tue bugie
Ti dirò i miei peccati e potrai affilare il tuo coltello
Offrimi quella morte immortale
Buon Dio, lascia che ti doni la mia vita

Se fossi un pagano dei bei tempi andati
Il mio amore sarebbe la luce del sole
Per mantenere la Dea al mio fianco
Lei richiederebbe un sacrificio

Asciugo l'intero mare
Prendi qualcosa di luccicante
Qualcosa di sostanzioso per il piatto principale
Questo è un grande bel cavallo
Che cosa tieni nella stalla?
Abbiamo un sacco di fede affamata

Sembra gustoso
Sembra molto 
Questo è un lavoro desiderato

Portami in chiesa
Pregherò come un cane al tempio delle tue bugie
Ti dirò i miei peccati e potrai affilare il tuo coltello
Offrimi quella morte immortale
Buon Dio, lascia che ti doni la mia vita

Nessun Capitano o Re
Quando inizia il Rituale
Non c'è innocenza più dolce del nostro dolce peccato

Nella follia e nella sporcizia di quello scenario terreno triste
Solo allora sarò umano
Solo allora sarò redento
Amen. Amen. Amen. Amen.

Portami in chiesa
Pregherò come un cane al tempio delle tue bugie
Ti dirò i miei peccati e potrai affilare il tuo coltello
Offrimi quella morte immortale
Buon Dio, lascia che ti doni la mia vita



QUI trovate il post di Babuska.
Spero come sempre di avervi fatto un po' di compagnia con questo mio post :D E spero vi piaccia perchè dai commenti e dalle visite mi rendo conto che forse non è così :( Mi piacerebbe ogni tanto sapere che libro colleghereste alle canzoni scelte :) Allora ve lo chiedo di nuovo, conoscete questa canzone? Credo sia impossibile il contrario perchè è famosissima e, secondo me, meritatamente! Non conoscevo bene il testo, quindi sono contenta di averla scelta! Voi che libro assocereste a questa canzone? Lasciatemi i vostri commenti se vi va :D Un abbraccio!
Ika.

7 commenti:

  1. A me inquieta troppo quella canzone! :3 Sentendola così...soltanto il ''take me to church'' pensavo parlasse di un matrimonio...poi quando l'ho ascoltata bene e ho capito che in realtà era un funerale sono rimasta così --> O.o

    RispondiElimina
  2. Ciao Francy! Davvero? A me piace, ma fino a poco tempo fa non sapevo di cosa parlasse bene!

    RispondiElimina
  3. Io amo davvero tantissimo questa canzone, mi è rimasta nella testa per tantissimo tempo *-*

    RispondiElimina
  4. Io sapevo che questa canzone parlava del fatto che spesso chi è di Chiesa vive di preconcetti e pregiudizi, facendo il moralista e seppellendo chi non si adatta alla propria "legge morale". Infatti se si guarda il video ci sta...
    Il libro che hai scelto comunque mi sembra che ci stia proprio bene! ^^

    RispondiElimina
  5. Ciao Simona! Si, entra nella testa e non se ne va mai!
    Ciao Belle :) si il video va benissimo con il testo, infatti :) grazie mille!

    RispondiElimina
  6. Questa canzone è difficile per vari motivi, infatti io ho trovato difficoltà ad abbinare il libro, ma, a parte questo, il testo mi sembra che abbia diverse interpretazioni. Infatti io la pensavo come Belle, ma quando ho cercato la traduzione della canzone c'era anche la spiegazione e parlava del coraggio di affermare se stessi e in effetti è plausibile... A questo punto non so che dire, se non che la canzone mi piace molto (anche musicalmente parlando, non solo il testo o il messaggio) e che il testo si presta a diverse interpretazioni.

    RispondiElimina
  7. Ciao Babuska!^^ hai ragione su tutto! Può essere interpretata in diversi modi, per cui si è prestata bene a questa rubrica :)

    RispondiElimina

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥