sabato 18 febbraio 2017

Review of the Week #172 Perdonami se rido - Chiara Cerri

Buon pomeriggio a tutti! Come state?
Io ho freddino, al solito ù.ù Stamattina, poi, pioveva un sacco qui a Roma, per cui potrebbe essere una giornata fredda non solo per me! xD Cosa raccontate? Oggi non credo farò niente di speciale, o meglio non lo so ancora, perchè qui è tutto un decidere all'ultimo xD Ovviamente sto scrivendo questo post prima di pranzo, quindi nel momento in cui vedrete questo post, se dovrò uscire, sarò già uscita xD Che discorsi contorti ù.ù Ora vi lascio al post che è meglio :3


Review of the Week è una rubrica a cadenza settimanale, postata solitamente il sabato, nella quale si recensisce un determinato libro letto in precedenza, con annessa votazione.

Questa settimana: Perdonami se rido di Chiara Cerri






Titolo Perdonami se rido
Autrice Chiara Cerri
Data di uscita ebook 09/02/17, cartaceo 16/02/17
Prezzo Ebook 3.99€, cartaceo 10€
Editore Nativi Digitali Edizioni
Altre info http://www.natividigitaliedizioni.it/prodotto/perdonami-se-rido
Cosa succede a Viareggio a settembre, quando l’estate è ormai finita e il Carnevale è ancora lontano, quando gli ombrelloni lasciano spazio all’odore del salmastro e alla malinconia?Ce lo raccontano Elena, barista part-time e aspirante ballerina, sua madre Eleonora, in bilico tra i rimpianti del passato e le utopie di un futuro idealizzato, Ivano, belloccio vincitore di un concorso televisivo che rinnega le sue origini, Rino, manovale vedovo in tempo di crisi, e suo figlio Jacopo, alla faticosa ricerca di uno spazio per sé tra la pineta e il mare.Personaggi diversi, storie diverse ma che finiscono inevitabilmente a incrociarsi tra loro, come può succedere solo in provincia.Ambientato in una Versilia “che è come Orange County, ma senza l’Orange”, il romanzo di Chiara Cerri è semplice ma anche ambizioso, riflessivo ma anche svagato, malinconico ma anche genuinamente divertente; la chiave di lettura di “Perdonami se rido” è nello stesso titolo: quell’arte tutta italiana di stemperare i momenti più difficili con una risata.



La mia recensione:
Elena, Eleonora, Jacopo, Rino sono solo alcuni del personaggi che popolano questa storia. Hanno vite diverse che, però, si intrecciano tra di loro. Vivono a Viareggio, ma ci troviamo alla fine dell'estate, quando non c'è quell'aria festiva del Carnevale, quando non c'è quasi nulla. 
Ringrazio la casa editrice per avermi dato modo di leggere questa storia. Non ero molto convinta ma ho voluto dargli una possibilità.
La storia parte con il presentarci Elena e piano piano tutti i personaggi, che hanno vite normali, fatte di gioia e sofferenza. Vediamoli un po' più nel dettaglio.
Elena è una ragazza che ama ballare ma che lavora in un bar. Suo padre non l'ha mai conosciuta, e ha una madre, Eleonora, che beve, che è sola, che non è una buona madre. Poi c'è Jacopo che ha perso sua madre, che non ha finito gli studi e a malapena sa leggere e scrivere. Per vivere, ruba e vende rame preso dalle stazioni della metro. Il padre non ha un buon rapporto con lui; da quando ha perso sua mogie, infatti, Rino non sente più di vivere. Fa il muratore ma non ancora per lungo tempo. 
Questo è solo l'inizio, solo la presentazione dei personaggi perchè, pagina dopo pagina, avvengono tanti cambiamenti, eventi che daranno una svolta a tutte le loro vite, scoperte che cambieranno le loro convinzioni, in un intreccio intricato ma non troppo. 
All'inizio trovavo un po' difficile riuscire a farmi prendere dalla storia, non capivo alcuni nessi, ma, col proseguire della lettura, è andata meglio. 
Il linguaggio utilizzato è scorrevole e con dialoghi semplici e abbastanza realistici.
Insomma, un romanzo senza fronzoli, che non ha niente di particolarmente speciale, ma che narra una parte di alcune vite che finalmente, passo dopo passo, trovano la loro strada, la loro felicità, più o meno.
Quindi, una storia semplice, che merita una possibilità!


La mia votazione: 
 Carino!




E questo è quanto! Mi spiace che ogni volta non riesca a fare recensioni molto lunghe :( Non voglio svelare tanto, riesco ad essere essenziale, ma spero anche che le mie parole siano esaustive per spiegare il mio pensiero riguardo una determinata storia! E' così? Se volete fatemelo sapere, datemi consigli riguardo ciò che potrei aggiungere e, soprattutto, come potrei fare, perchè non riesco proprio ad essere più lunga, se non ne con i libri che adoro alla follia o che mi hanno dato tanto! Sono l'unica? Comunque mi auguro di avervi fatto conoscere un libro che possa rientrare nei vostri gusti! Se vi va, lasciatemi un commento e fatemelo sapere ^_^ Altrimenti ci sentiamo lo stesso domani!
Ika.

4 commenti:

  1. Ciao! :D
    Scusami per il disturbo, volevo invitarti al TOTO-OSCAR che anche quest'anno torna su Stories: in palio due ebook!
    Ecco il link:
    http://storiesbooksandmovies.blogspot.it/2017/01/toto-oscar-2017-nominations-pronostici.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! ^^ Si ho già visto il post e vorrei partecipare :3 Grazie mille per l'invito, comunque!

      Elimina
  2. Non conosco libro ed autrice - grazie per avermene parlato
    Buon fine settimana !

    RispondiElimina

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥