mercoledì 8 febbraio 2017

Booktrack #29 Sai che

Come promesso, eccomi tornata! :D Sono diventata proprio brava (più o meno xD)
Che state facendo di bello? Io non sono tornata veramente XD Come ben sapete (credo), oggi il cinema costa solo 2 € e con le mie amiche abbiamo deciso FINALMENTE di andare a guardare Fallen! In realtà non ne ho sentito parlare molto bene, però sono ugualmente curiosa! Voi approfitterete dell'offerta? Cosa andrete a vedere? Peccato che è l'ultimo mese ç_ç Spero la rinnovino! Ora vi lascio al post ^__^


Booktrack è una rubrica a cadenza mensile, ideata dai blog Libri per vivere e Dreaming Wonderland. Un blog al mese sceglie una canzone che ama, illustrandone testo o traduzione (quando serve) ed entrambi devono identificare un libro con la determinata canzone spiegandone i motivi.





Per questo mese, l'onore di scegliere la canzone è toccato a me, ed ho scelto Sai che di Marco Mengoni. Vi piace? :)




Questa canzone a Babuska ricorda:
Leggendo il testo, la prima cosa a cui ho pensato è stata una poesia di Montale, poi sono andata alla ricerca di un libro in cui ci fosse una storia  finita in modo non tragico e ho pensato a Ragione e Sentimento di Jane Austen (ultimamente sto scegliendo solo classici per questa rubrica, ma non ho tanto tempo per leggere e quindi non mi "aggiorno"). Marianne è innamorata di Willoughby e lui ricambia, tuttavia la relazione viene interrotta bruscamente e Willoughby sposa un'altra. Dopo un po' di tempo Marianne si ammala ed è in fin di vita, Willoughby la va a trovare e le dice che la ama ancora e che ha sposato l'altra donna perchè è ricca, mentre lui è stato diseredato dalla zia. Lei lo capisce e, pur amandolo, accetta che la storia finisca. Ho pensato che la canzone possa riferirsi proprio al momento in cui i due si rincontrano, scoprono di amarsi, magari ricordano i bei momenti passati assieme, ma hanno la consapevolezza che la storia è finita per sempre.



Questa canzone a Ika ricorda:
Leggendo il testo (attentamente, perchè la canzone la conosco già e so che Marco Mengoni è una garanzia, almeno per me!) mi è subito venuto in mente un libro. O meglio un racconto breve. Di quale parlo? Di Una remota possibilità di C.J. Charlie. Il testo me lo ha ricordato perchè ci sono due giovani protagonisti che parlano lingue diverse, che inizialmente non riescono a comunicare, ma che hanno un luogo in comune, un luogo dove tutto è nato, un posto dove vedersi e dove essere loro stessi totalmente e dove, seppur lieve, dolce, nasce l'amore. I due, poi, sono costretti a perdersi di vista, per un motivo non razionale, ma accade, per poi ritrovarsi nuovamente. Non so se sono riuscita a spiegarmi, ma il testo mi ha fatto pensare tantissimo a questa storia!




Ed ecco il testo della canzone con evidenziate le parti che più mi fanno pensare al libro :)
Sai che 
Sono tornato a rivedere 
Quel posto in cui andavamo insieme 
Dove pioveva col sole

Ma no 
Che non c'era più quella sensazione 
Di gioia serena 
Ricordi com'era 
Che tutto splendeva 
E io volevo te, tu volevi me

Eravamo davvero felici con poco 
Non aveva importanza né come né il luogo 
Senza fare i giganti 
E giurarsi per sempre 
Ma in un modo o in un altro 
Sperarlo nel mentre

Sai che 
Ho cercato un modo per dimenticare 
Ma di colpo c'è il mio volerti bene 
Che è ancora più grande di me

E non c'è 
Un motivo per non tornare insieme 
E sembri più forte di tutte le volte che 
Tra tutte le volte 
io ho voluto te, tu hai voluto me

Eravamo davvero felici con poco 
Non aveva importanza né come né il luogo 
Senza fare i giganti 
E giurarsi per sempre 
Ma in un modo o in un altro 
Sperarlo nel mentre

Aver fatto di tutto per non stare alla porta 
E trovarsi da soli col poco che resta 
Rifugiarsi in un luogo lontano dal mondo 
Dove sembra infinito anche un solo secondo

Dell'amore che resta 
E del tempo che passa

E credimi lo sai che io cercavo un modo per dimenticare 
Dimenticare di volere ancora bene a te 
Ma non ci sono regole che puoi seguire per lasciare scorrere 
E' più forte di me

Eravamo davvero felici con poco 
Non aveva importanza né come né il luogo 
Senza fare i giganti 
E giurarsi per sempre 
Ma in un modo o in un altro 
Sperarlo nel mentre

E' l'amore che resta 
Quando il tempo non passa 
E tu resti alla porta 
Con l'amore che resta



QUI trovate il post di Babuska.
Anche per questo mese il post finisce qui! So che non vi piace tanto questa rubrica, perchè vedo che non la commentate tanto, però a me piace farla, mi piace scegliere la canzone (che mi viene sempre difficile perchè non so mai quale scegliere!) e mi piace collegarci un libro, pensarlo, scavare nella memoria per trovare qualcosa che ci stia bene. Insomma, avrete capito che per me, questa rubrica è piacevole! Spero che anche voi la penserete così, prima o poi! Fatemi sapere che libro colleghereste a questa canzone, se volete ^_^ Altrimenti ci sentiamo domani! Buona serata!
Ika.

4 commenti:

  1. Ciao Ika! Anche a me piace questa rubrica, perché è bello sforzarsi di pensare a una canzone da collegare. È come fare una recensione, secondo me, solo che ti lasci aiutare dalle canzoni per esprimerla. Baci :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero! :3 Sono contenta piaccia anche a te ^_^

      Elimina
  2. Bellissima canzone ♡.♡
    A me ricorda "Le sintonie dell'amore" di Colleen Hoover ❤

    RispondiElimina

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥