sabato 24 dicembre 2016

Christmas in Wonderland! #9 Leggende e filastrocche Natalizie!

Come promesso, sono tornata! Che state facendo? Come state?
Io molto probabilmente starò aiutando in cucina o starò con mia cugina a fare cose senza senso xD In realtà mi piacerebbe fare un giretto per il suo paese! Abita in un paesino molto piccolo, ma è carino e soprattutto molto diverso da ciò a cui sono abituata qui a Roma! Però bisognerà vedere se avremo tempo e soprattutto se farà troppo freddo :P Sapete quanto io soffra il freddo, vero? Eppure lo adoro xD Sono un controsenso vivente ù.ù Come passerete la serata? Spero nel migliore dei modi, lo meritate! <3 E spero che il post vi piaccia!



In questo post voglio raggruppare un po' di leggende e filastrocche che ho trovato in giro per il web... Col Natale torno sempre un po' bambini! E voi? Spero tanto di riuscire a immettere in voi un po' dello spirito natalizio!


Chi è Santa Claus, ovvero Babbo Natale?

Pare che tutti abbia avuto inizio nella città Turca di Myra, il cui vescovo, San
Nicola,  per diffondere il suo credo, girava di casa in casa su una slitta trainata da cani portando doni a tutti i bambini. Nel corso dei secoli, leggenda ha preso corpo, attingendo anche alle culture e alle tradizioni dei vari luoghi. Alla figura magica del Santo furono attribuite caratteristiche e compiti più o meno "divini", come quello di accertarsi che i bambini dicessero le preghiere e si comportassero bene. A questa figura, si sono affiancati piano piano altri personaggi: aiutanti, elfi e animali che hanno reso la leggenda ancora più magica. La leggenda di San Nicola sbarca oltreoceano solo nei primi dell'ottocento, con l'aiuto di scrittori e poeti del tempo. Solo alla fine del secolo, però, comincia ad assumere le caratteristiche che conosciamo oggi: ovvero l'essere un omone panciuto, vestito di rosso e che vive al Polo Nord. La nuova immagine di Babbo Natale torna in Europa anche grazie allo sbarco dei soldati americani durante la seconda guerra mondiale. Com'è andata è andata, ma questo magico personaggi fa sognare grandi e piccini di ogni generazione e di ogni parte del mondo anche con la sua magica risata, per cui: OH-OH-OH Buon Natale!




Rudolf è una renna assai speciale
è lei che tira la slitta di Natale!
Gli gnomi gentili preparano i doni
da regalare ai bimbi più buoni
poi chiamano Rudolf che arriva di fretta
portando con sé la sua grande slitta.
Riempita di doni e tante altre strenne
la slitta va nel cielo tirata dalle renne
e viaggia nella notte con Babbo Natale
facendo ogni consegna precisa e puntuale,
portando ai bambini tutti i doni e le strenne

grazie anche a Rudolf e alle altre renne!









La leggenda dell'Agrifoglio
Un piccolo orfanello viveva presso alcuni pastori quando gli angeli araldi apparvero annunciando la lieta novella della nascita di Cristo.
Sulla via di Betlemme, il bimbo intrecciò una corona di rami d'alloro per il neonato re.
Ma quando la pose davanti a Gesù, la corona gli sembrò così indegna che il pastorello si vergognò del suo dono e cominciò a piangere.
Allora Gesù Bambino toccò la corona, fece in modo che le sue foglie brillassero di un verde intenso e cambiò le lacrime dell'orfanello in bacche rosse.



Il Natale si avvicina
se lo cerchi è già in cucina,
sul divano, nel tuo letto,
e anche dentro l’armadietto.
Il Natale si avvicina,
è in soffitta ed in cantina
e portando dolci suoni
rende tutti i bimbi buoni.







Leggenda del Santo Natale
Non si sa per certo
 quando nacque Gesù Cristo,
e ci si domanda:
perché la data fu collocata
in concomitanza del solstizio d'inverno?

Cerchiamo di capirlo!
Si deve sapere, che fin dai tempi antichi, i popoli che vivevano nell'Europa  ( Celti, Finnici, Danesi,  Lapponi, Unni, Romani etc. etc. ), erano influenzati dal mutar delle stagioni, a cui davano, sia pur con espressioni diverse, un unico significato: la lotta del sole, simbolo di luce prosperità e vita, con la notte, simbolo di tenebre disgrazie e morte. Il culmine di questa lotta, era il solstizio d'inverno, ovvero il periodo dell'anno, nel quale la notte prendeva il sopravvento sul giorno; nelle gelide terre del nord Europa. Questo fenomeno naturale, per via della vicinanza al polo, era sentito maggiormente. Ecco che la paura atavica dell'uomo per le tenebre e i suoi abitanti, portarono questi popoli a riti per ingraziarseli. I resti dei banchetti venivano lasciati tutta la notte sui tavoli e il fuoco rimaneva acceso, per dar modo alle anime dei morti di rifocillarsi e scaldarsi. Le porte delle case venivano bagnate da sangue di cavallo sacrificato al sole, per scacciare gli spiriti malvagi che la notte si aggiravano per le vie dei paesi.
Anche la natura ricoperta di neve, sembrava soccombere alla lunga notte invernale e per questo che nelle campagne della Francia, Germania, Irlanda, Scozia e nella penisola Scandinava, venivano accesi grandi falò;
 sugli alberi venivano messi dolcetti e cibo affinché si risvegliassero;
le case venivano adornate con rami di sempreverdi come biancospino o agrifoglio, si accendevano candele e nel camino c'era sempre un ceppo che ardeva;
ogni popolo aveva le sue usanze e credenze.Fu naturale collocare, la nascita di Colui che avrebbe sconfitto le tenebre, in questo magico periodo.
L' Evangelizzazione di queste terre, creò una fusione tra vecchio e nuovo, tale da lasciare  tracce di questi popoli, in ogni festività che si celebra in questo periodo dell'anno.


Infine, non posso che augurarvi:




Anche per questo post è tutto! So che non vi ho detto nulla di speciale, ma è bello ogni tanto, ripassare le cose che già sappiamo e tornare un po' bambini, no? Secondo me una delle cose del Natale è proprio quella di tornare a sognare ad occhi aperti, di stupirci per le piccole cose e di accontentarci di ciò che si ha! Per cui, mi auguro di avervi fatto compagnia con questo post, seppure non così pieno di nuove cose! Fatemi sapere con un commento cosa ne pensate e anche come passerete questa giornata! Nel frattempo vi saluto e vi invito a tornare domani, se vi va e potrete :3 Buona serata e nottata!
Ika.

Review of the Week #164 I tre moschettieri - Alexandre Dumas

Buon pomeriggio! :3 Wow, oggi è la vigilia di Natale, ma ci credete?
A quest'ora dovrei già essere arrivata da un bel po' in Toscana, per cui speriamo sia davvero così! XD Come sarà andato il viaggio con la gatta al rapporto? Eh sì, porteremo con noi anche la nostra gattona che ha fatto solo 2 o 3 viaggi un po' di anni fa, quindi sono preoccupata del fatto che possa stare male... Speriamo bene anche per questo! Ovviamente, sto pianificando il post con anticipo, altrimenti saprei benissimo tutto xD La finisco, dico cose senza senso, lo so xD Vi lascio al post ^^


Review of the Week è una rubrica a cadenza settimanale, postata solitamente il sabato, nella quale si recensisce un determinato libro letto in precedenza, con annessa votazione.

Questa settimana: I tre moschettieri di Alexandre Dumas




Titolo I tre moschettieri
Autore Alexandre Dumas
Prezzo € 6,90
Dati 2014; Tascabile
Editore De Agostini
EAN 9788851124304
Athos, Porthos, Aramis, d'Artagnan, il Cardinale Richelieu, la perfida Milady, la dolce signora Bonacieux, Luigi XIII, Anna d'Austria, il duca di Buckingham, i moschettieri del re e le guardie del cardinale... Duelli, inseguimenti, amori, beffe, "Tutti per uno, uno per tutti". Con questo romanzo Alexandre Dumas ha creato personaggi che resteranno vivi ancora a lungo.


La mia recensione:
D'artagnan è un giovane che vorrebbe diventare un moschettiere. Alla sua richiesta, però, gli viene detto che deve superare varie prove. Intanto, conosce Athos, Portos e Aramis. I tre moschettieri, con i quali le cose non saranno proprio facili, all'inizio... Ce la farà D'artagnan a raggiungere il suo scopo?
Ho questo libro nella libreria da non so quanti anni (e non so neanche che versione è, in realtà, solo solo che è vecchissima e molto ridotta!) e finalmente mi sono decisa a leggerlo solo ora. Sono sempre stata incuriosita, ma mai quanto quest'anno dopo aver visto la serie televisiva. Come spesso mi capita con i classici, ci ho messo un po ad ingranare eppure, dopo un po', è stato davvero semplice continuare a leggerlo. Il linguaggio utilizzato è certamente poco scorrevole o semplice, eppure, anche se è così, il libro si lascia leggere bene. Sì, lo so, può sembrare un controsenso, ma è così. Tutto merito della storia, abbastanza interessante, ma soprattutto i personaggi, molto particolati. In realtà, a parte dettagli sull'aspetto fisico e qualche menzione al carattere, dei tre moschettieri non conosciamo moltissimo, se non alcuni tratti, appunto. L'unico che conosciamo meglio è D'artagnan, un giovane ambizioso, coraggioso, leale, appassionato. 
Ebbene si, non sembra avere poi molti difetti e, forse, questa è una pecca, come ho detto. Anche la storia non è male, si concentra proprio sul protagonista, cosa che non mi aspettavo, non del tutto. Il giovane dovrà fare i conti con determinate persone di potere che metteranno a rischio la sua vita e quella delle persone che ama, si troverà faccia a faccia con l'amore e dovrà fronteggiare molte situazioni con coraggio e con l'aiuto dei moschettieri, che diverranno per lui una sorta di famiglia. Ecco, non ho altro da dire. Anche se forse, un po' troppo semplicistico in determinate cose, questo romanzo mi è piaciuto, rivelandosi diverso da ciò che mi aspettavo. Lo consiglio!


La mia votazione: 
 Interessante!



Perfetto, la mia piccola recensione termina qui! So che è molto breve e che non è stata interessantissima, ma io ci tengo a pubblicare la recensione di qualsiasi libro leggo per condividere in toto, appunto, tutte le mie letture! Le mie recensioni so che non vi piacciono molto perchè i commenti che lasciate sono nulla o rari, però continuerò a farle per una mia cosa personale, anche! Infatti, non sono tanto brava a scrivere, e la cosa potrebbe aiutarmi a migliorare! Detto questo aspetto i vostri commenti, altrimenti ci sentiamo più tardi con il post di Natale! :D Buon pomeriggio, per ora!
Ika.

venerdì 23 dicembre 2016

Christmas in Wonderland! #8 MY CHRISTMAS: Decorazioni di Harry Potter, Cantucci light, Regali sul web, elettronici and more! e qualche speranza per il Natale!

Buongiorno! Anzi, direi buon pomeriggio! Come state?
Io sono super incasinata perchè domani partirò e devo organizzarmi tutti i post >.< Ce la farò mai? Dovrò per forza! Non posso lasciarvi senza post, lo sapete bene che è una cosa che mi darebbe troppo troppo fastidio ù.ù Cosa farete di bello oggi? Io dovrò andare a casa di mia nonna a farle gli auguri prima della partenza e, ovviamente, sistemare tutte le cose! Mia cugina ha scoperto che andremo lì e la cosa mi è dispiaciuta troppo :( Non vorrei che il Natale fosse rovinato! Ora vi lascio al post, dai :3



Ed eccoci all'ultimo appuntamento con il lato più nerd del Natale! Vi va di cominciare? Dato che il Natale è MOLTO MOLTO vicino, credo sia meglio partire dalle decorazioni!





Dopo aver pensato alle decorazioni, dobbiamo assolutamente pensare a cosa leggere alla luce di un bell'alberello di Natale!


Ma non possiamo sempre leggere, quindi ora passiamo ai film <3


Se non volete vedere film, ma avete intenzione di guardare serie tv a gogo, ecco un video che potrebbe aiutarvi!






E se invece volessimo qualche canzone? Ecco un paio di consigli per voi!



Mentre ascoltate la musica, non vi viene voglia di cucinare qualcosa di buono? Oggi ho una ricettina per voi, che ho fatto un po' di tempo fa, ma che spero vi piaccia! Di cosa parlo? Di una versione un po' più leggera (e volendo vegana) dei cantucci! Eccola qui!

CANTUCCI LIGHT
Ingredienti:
200 g farina
1/3 bustina di lievito vanigliato
2 cucchiai amido di mais
zucchero q.b. (circa 30 g)
goccie di cioccolato fondente (o scaglie) q.b.
mandorle q.b.
80 ml di latte (se volete fare la versione vegana o senza lattosio, potete utilizzare il latte vegetale)
60 ml olio di semi
2 cucchiai di acqua

Procedimento:
Tritare grossolanamente le mandorle (e il cioccolato se usate la tavoletta). In una ciotola, mescolate la farina, l'amido, il lievito. Aggiungere poi le mandorle e il cioccolato. A parte, fate amalgamare i liquidi: latte, olio, acqua e aggiungete lo zucchero.
Mescolare il composto liquido a quello secco e fate amalgamare delicatamente gli ingredienti. Formate un filoncino non troppo largo. Cuoceteli in forno caldo a 180° per circa 20 minuti. Adesso, vi consiglio di lasciare freddare del tutto i filoncini, altrimenti, quando li andrete a tagliare, si spezzeranno (cosa che è successa a me >.<)
Quindi, mettete il forno a scaldare a 160° e, intanto, tagliate i filoncini in tante parti per obliquo, dando la forma tipica dei cantucci. Mettete nuovamente a cuocere per circa 10 minuti o quando saranno ben cotti!
Non essendoci uova non doreranno molto, il sapore non sarà lo stesso, ma posso assicurarvi che sono molto buoni!


Ora che abbiamo preparato le cosine per noi, pensiamo anche agli altri, che dite? Qualche consiglio di regali! :D un po' nerd, particolari, tecnoligici, ecc! Tra questi, non sapete quanti ne vorrei! *w*

USB Toaster Hub and Thumbdrives

Lenzuola galaxy



Monopoly di Game of Thrones



 Vestiti ispirati a GOT

Il mestolo da zuppa di Loch Ness





Bè posso ritenermi soddisfatta! Penso di avervi dato abbastanza consigli per un Natale un po' più nerd xD Questo è sicuramente un post che mi piace tantissimo fare perchè oltre a cercare cose per voi, lo faccio anche per me :P 

Cosa farò quest'anno?
Quest'anno passerò il Natale a casa dei miei zii. Non so se avete visto il tag di Natale, ma lo scorso anno è stato quello più triste. E andare in Toscana dai miei zii mi fa sperare per il meglio. Non so per quale motivo, ma spero tanto di ritrovare un po' quella magia che si è andata perdendo col passare del tempo. Le aspettative non sono alte, perchè non voglio assolutamente rimanere delusa, ma sono positiva, ed era tanto che non lo ero! Un'altra cosa che vorrei, è che anche per la mia famiglia sia un Natale di gioia, senza litigi, cosa che ultimamente sta accadendo spessissimo. Infine, riuscire un po' a sciogliere il ghiaccio che piano piano si sta formando intorno al mio cuore!
Speriamo le cose vadano bene e spero lo stesso per voi!
E voi, cosa sperate?





Il post finisce qui ed è anche l'ultimo per quanto riguarda il Natale un po' più nerd! Ammetto che mi dispiacerà non cercare più cose del genere, ma che possiamo farci? Ogni cosa ha un inizio e una fine, la vita è fatta così! Spero di avervi postato una ricettina carina e sfiziosa! Ho provato a fare anche quelli tradizionali e ovviamente arriverà anche quella ricetta, ma sapete che amo le cose particolari e quindi non potevo non mettervi prima questa! Voi avete impegni per Natale? Cosa sperate? Sarei tanto contenta di condividere questa cosa con voi! Se invece non vi va, ci sentiamo domani! Un abbraccio!
Ika.

giovedì 22 dicembre 2016

Wish Books #167

Buon pomeriggio e buon giovedì! Come state?
Come vanno i preparativi per il Natale? Ma ci credete che tra due giorni è la vigilia? o.O Io assolutamente no, sarà che non sento moltissimo l'atmosfera... boh! Voi invece lo sentite? Siete elettrizzati? Io no, per niente >.< Ero tanto contenta e ora la voglia mi è un po' passata.. Le cose non vanno benissimo, per cui boh, vedremo un po'! Ma quanti boh dico? E' spesso la parola del mese, in effetti xD Ok, smetto di chiacchierare e vi lascio al post dai :3


Wish books è una delle rubriche preferite dal blog. Viene pubblicata ogni giovedì e ha lo scopo di far conoscere la lista dei libri dei desideri. Ogni settimana vengono proposti tre titoli.







Titolo La Grammatica dell'amore
Autore Rocio Carmona
Prezzo € 14,00
Dati 2012; 292 p. , Rilegato
Editore Fanucci
Traduzione   R. Feleppa
EAN 9788834719480
Irene ha appena conosciuto l'amore ma non è andata come sperava. Dopo il divorzio dei suoi è stata spedita a studiare in Inghilterra, ma invece di rimettersi in sesto, la ragazza ha sofferto la sua prima grande delusione. Quello che dovrebbe essere il sentimento più nobile al mondo, per lei è solo un miraggio, qualcosa di distante e incomprensibile. Ed è grazie al suo professore di inglese che intraprenderà un viaggio fondamentale, percorrendo chilometri e chilometri di parole che ridaranno il giusto peso a ciò che sente, disegnando per lei un cammino da vivere con l'intensità di un attimo perfetto e insostituibile. Perché, come le insegna il suo professore, la letteratura è vita e amore. E sarà un vero colpo di fulmine ciò che la trascinerà pagina dopo pagina. E attraverso la lettura di sette grandi capolavori della letteratura mondiale che la ragazza riuscirà a scrivere la propria personalissima grammatica dell'amore. Saranno le parole di Tolstoj, Austen, Màrquez e Murakami, fra gli altri, ad accompagnarla in questa esperienza vitale e memorabile.



Titolo Il lago
Autore Banana Yoshimoto
Prezzo 13,00 €
Dati 2015; 142 p. , Brossura
Editore Feltrinelli
Traduzione G. M. Follaco
EAN 9788807031380
Chihiro ha perso da poco la madre e sta cercando di rifarsi una vita a Tokyo, lontano dalla cittadina di provincia a cui la legano brutti ricordi. Nakajima è tormentato da un passato misterioso che gli impedisce di vivere fino in fondo i propri sentimenti. Mino e Chii vivono in una casa nei pressi di un lago, un luogo fuori dal tempo e dallo spazio. Il lago è uno dei migliori e più sorprendenti romanzi di Banana Yoshimoto, poetico e inquietante, racconta una storia d’amore inusuale, dove il bisogno di affetto e comprensione diventano più importanti dei tradizionali cliché di una relazione.



Titolo Rosebush
Autore Michele Jaffe
Prezzo 7.77 €
Dati 25 febbraio 2011; 336 p.; Copertina flessibile
Editore Atom
Lingua Inglese
ISBN 978-1907410383
Jane è stata trovata, quasi morta, vicino a un roseto, vittima di toccata e fuga. Ma mentre è in convalescenza, capisce che le storie dei suoi amici e i suoi ricordi di quella notte non combaciano.

E ora l'unica cosa che sa è che uno dei suoi amici, non è poi così amico.

Uno di loro ha provato ad ucciderla.
Qualche volta la verità è una cosa davvero spinosa...



Ed ecco le tre proposte della settimana :D Cosa ne dite? Io ne sono abbastanza incuriosita! Tutti e tre i libri sono diversi tra loro eppure mi ispirano così tanto! Se devo essere totalmente sincera, però, ammetto che li avevo totalmente rimossi dalla mia memoria, ma capitemi, ho oltre 900 titoli nella mia WL, per cui ricordarli tutti sarebbe un vero miracolo! Voi siete come me o avete un cervello iper mega organizzato e quindi ricordate tutti i titoli? Perchè magari sono io quella strana, chi lo sa xD Ora, quindi, aspetto i vostri commenti, se vi va di lasciarne ^^ Altrimenti ci sentiamo domani con un nuovo post natalizio! Buona serata!
Ika.

mercoledì 21 dicembre 2016

Novità in libreria e non #143

Buon pomeriggio e buon mercoledì! Come state?
Io devo darmi una mossa con i post >.< Sabato mattina partirò, per cui devo assolutamente pianificare tutti i post, altrimenti rimarrete senza e la cosa non mi farebbe contenta ù.ù E prima devo anche assolutamente passare per i vostri blog perchè è tantissimo che non lo faccio e, come prima, la cosa non è affatto bella, per me >.< Solo che quando ci sono queste festività, sono sempre super incasinata, sia per il blog stesso, sia nella "vita" xD Ok, finisco di lamentarmi e vi lascio al post :3


Novità in libreria e non! è una rubrica a cadenza saltuaria (solitamente settimanale e postata il mercoledì). Ogni qualvolta che viene postata, verranno presentate nuove uscite, novità e concorsi libreschi, libri di scrittori emergenti, ecc.. tutto scelto secondo il mio gusto personale.






NEWTON E COMPTON
Titolo Love is forever
Autore Claire Contreras
Prezzo   € 0,99
Dati dicembre 2016; 45 pp.; eBook 
ISBN 978-88-227-0314-9 
Mia e Jensen, aspirante scrittore lui, esuberante fotografa in erba lei, sono inseparabili durante gli anni del college. Quando Jensen deve lasciare la California per frequentare l’Università a New York, entrambi decidono di prendersi una pausa, con la promessa di ritrovarsi di nuovo insieme alla fine del cammino. Ma le cose non vanno esattamente come avevano sperato.
Cinque anni dopo, vita e carriere ormai avviate, Mia e Jensen si rivedono al matrimonio di Elle e Oliver. E se Mia è ancora intenta a detestarlo ed evitarlo, Jensen ha ben altri piani…



Titolo Il metodo danese per vivere felici. Hygge
Autore Marie Tourell Søderberg
Prezzo   eBook  € 2,99 
              Cop. rigida  € 10,00
Dati 22 dicembre 2016; 240 pp.
ISBN 978-88-227-0348-4 
Lavoro, stress, ansie e preoccupazioni ci fanno perdere di vista le priorità della vita. Siamo sempre tesi e pronti a esplodere ed è facile che a farne le spese siano i nostri cari. I danesi, il popolo più felice del mondo da oltre 40 anni secondo il Rapporto Mondiale della Felicità stilato ogni anno dall’Onu, hanno trovato la soluzione: l’hygge. È una parola quasi intraducibile ma che si potrebbe descrivere come intimità, calore, accoglienza. È la capacità di creare un ambiente che faccia sentire i familiari a proprio agio e li predisponga a momenti di serenità. Questo libro, ricco di fotografie e di idee concrete, vi avvicinerà allo stile di vita danese. Vi aiuterà a rendere la vostra casa confortevole come fosse Natale tutto l’anno. Suggerimenti semplici ed efficaci, come accendere delle candele, cucinare tutti insieme, decorare la casa, spegnere i cellulari e fare un gioco da tavolo, raccontarsi com’è andata la giornata a turno, ed esserci davvero in quel momento e in quel luogo. Il modo più semplice per introdurre l’hygge nella vostra vita ed essere pienamente felici con le persone a voi più care.


Titolo Fino all'ultimo battito
Autore Lidia Ottelli
Prezzo   € 2,99
Dati dicembre 2016; 192 pp.; eBook  
ISBN 978-88-227-0293-7 
Una sperduta cittadina del Kansas. Adam Wilson, ex rock star, bello da mozzare il fiato e arrabbiato con se stesso e con il mondo, è tornato qui perché sa che questa è la sua ultima possibilità per redimersi da una vita fatta di eccessi. Allison, invece, arriva a Coffeyville da Denver, con un bagaglio carico di segreti, in cerca di tranquillità e salvezza. Viene subito accolta dalla comunità e trova lavoro proprio nel pub di Adam. Lui e Allison sono così simili che non possono non fare scintille sin dal primo momento: litigano, si urlano addosso, e si desiderano da morire…


Infine, un libro autopubblicato!

Titolo Della stessa sostanza dell'amore
Autore Biagio Veneruso
Editore: autopubblicato
Data di uscita 14/10/2016
Genere: Romanzo di formazione
Formato: Ebook e Cartaceo
Prezzo: Ebook € 2.99, Cartaceo € 14.99
Blog dell'autore: bit.ly/StreetlibLibro 
Ebook su: Streetlib (bit.ly/StreetlibLibro), Amazon, IBS, LaFeltrinelli,Mondadori
A vent’anni, in piena crisi economica, Matteo conduce una vita “comoda”, fatta solo di svaghi, circondato da una schiera di amici a lui devoti e non ha particolari propositi per il futuro se non quello di continuare a divertirsi. Un giorno assiste, per caso, ad un episodio inquietante che gli rivela una difficile situazione familiare, tale da mandare in frantumi quel microcosmo felice costruito anche grazie al benestare dei genitori. Da quel momento il ragazzo inizia un percorso di cambiamento durante il quale conosce Flavia: l’amore per lei ha il potere di liberare la sua vera personalità che, però, nel tentativo di trovare una soluzione ai problemi di tutti, lo porta a commettere una serie di errori fatali. Matteo è costretto ad andar via, inizia una nuova vita ma, quando sembra che abbia trovato la sua dimensione, il richiamo del cuore lo costringe a fare i conti con un passato che, per vergogna e frustrazione, aveva frettolosamente accantonato. Tornato a casa, riceve subito una notizia che proprio non si aspettava…



Ed ecco che anche per questa settimana le uscite sono terminate! Sono poche, è vero, ma si sa che con l'avvicinarci del Natale il lavoro diminuisce o meglio, i lavoratori! Si tende a rilassarsi e a pensare ad altro, quindi accontentiamoci di queste cose! Anzi, mi stupisco del fatto che, a così pochi giorni dal Natale, ancora ci sono uscite! Forse per la prossima settimana non avremo uscite e quindi farò altri post... sempre che col tempo ci riesca >.< Anche se non lavoro (ahimè), sono super incasinata lo stesso! Tra queste uscite c'è qualcosa che vi interessa? A me probabilmente sì, ma non sono ancora certa xD Ora aspetto i vostri commenti, se vi va :3 A domani!
Ika.

martedì 20 dicembre 2016

Christmas in Wonderland! #7 Consigli per un Natale felice: 10 avventure DA FARE, 10 cose da fare per organizzare il Natale e sopravvivere comunque

Rieccomi!
Sono riuscita a tornare, per il rotto della cuffia! Infatti, devo proprio scappare, ma prima voglio lasciarvi al post promesso! Mi sono anche accorta di aver postato un post, scusate per la ripetizione, un giorno di ritardo rispetto a quanto avevo promesso! Però ho già corretto nel programma eh :P Molto molto probabilmente non vi sarete neanche accorti della cosa, e nemmeno io inizialmente, ma va bene lo stesso! Sono talmente fessa da dirvelo anche xD Ok, la finisco e vi lascio al post, che è meglio! :P


CONSIGLI PER UN NATALE FELICE!

10 avventure da fare!

Mercatini di Monaco
Monaco, Germania

Capodanno a Londra
Londra, Regno Unito

Giro in slitta a Salisburgo
Salisburgo, Austria

Piazza San Venceslao a Praga
Praga, Repubblica Ceca

Vacanza toscana a Firenze
Firenze, Italia

Capodanno a Vienna
Vienna, Austria

Giro turistico durante le Feste a Londra
Londra, Regno Unito

Vacanze romane
Roma, Italia

Gastronomia e mercatini a Budapest
Budapest, Ungheria

Luci di Natale a Berlino
Berlino, Germania



10 cose da fare per organizzare il Natale e sopravvivere comunque!

1)Lista invitati
Decidete chi non dovrà mai capitare vicino, nemmeno per sbaglio, e vedrete che l'atmosfera sarà più serena!

2)Menù di Natale
Stabilite un menù accettando che non si può far contenti tutti!


3)Lista della spesa
Dovete per forza, altrimenti rischierete di dimenticare qualcosa e AIUTO!

4)Regali di Natale
Meglio fare una lista e pensare ai regali con calma (oggi sarebbe un buon giorno per andare!)



5)Relax
Ritagliatevi sempre qualche minuto di relax, meglio non presentarsi al cenone con un'aria da killer!


6)Dolci di Natale
Visto che già sappiamo che un Natale in famiglia significa anche tanti rospi da ingoiare cerchiamo di indorarci la pillola con qualche delizioso dolcetto!


7)Sì, viaggiare
Meglio unire l'utile al dilettevole e organizzare un viaggetto per cercare i regali magari tra deliziosi mercatini!


8)Decorazioni
Decorate la vostra casa, vi servirà a farvi entrare nel mood natalizio!


9)Amiche 
Passate un pomeriggio con le amiche, tutte accoccolate  a vedere un film classico di Natale, dopo un po'... basta parenti!


10)Bambini 
Se ci sono i bambini, meglio affidarsi ai bambini trascorrendo con loro molto tempo! Così non si dovrà fare fronte a tutti i parenti impiccioni! 



Bene, anche per questo post è tutto! Non so se sia stato utile a qualcuno, ma ogni tanto è carino anche solo guardare e parlare di cose frivole e scontate, no? Poi siamo sotto Natale e, anche se si tratta di feste, sicuramente un po' di stress e di ansie ci sono! Chi non ha quei parenti che ogni volta ci chiedono: ma il lavoro? Ma il fidanzatino? Ma quello, ma quell'altro? E insomma, dopo un po' è scocciante, almeno per quanto riguarda me xD Voi sopportate queste cose? Dato che ci siamo, come passerete la giornata di Natale e la vigilia? Pronti a fare spazio nel vostro stomaco? Ora vi saluto e aspetto i vostri commenti! ^_^ Ci sentiamo domani!
Ika.