sabato 3 settembre 2016

Review of the Week #147 A sud delle nuvole - Wally Lamb

Buon pomeriggio e buon sabato! Come state?
Oggi è una giornata luuuuuuunghissima! In teoria dovrei vedere Kit Harington, in pratica non lo so >.< Non ho dormito questa notte in quando non mi era possibile tornare in struttura e quindi spero solo di non sentirmi male e di farcela! Ovviamente, correrò a dormire per poi svegliarmi stasera e salutare un po' Venezia! E' una pazzia, lo so perfettamente, ma non c'erano altri modi dato che al Lido di Venezia non era rimasto nulla se non gli hotel di super lusso <.< Dato che dobbiamo andare di iper risparmio, non si poteva proprio! Anyway, ora vi lascio al post :3



Review of the Week è una rubrica a cadenza settimanale, postata solitamente il sabato, nella quale si recensisce un determinato libro letto in precedenza, con annessa votazione.

Questa settimana: A sud delle nuvole di Wally Lamb







Titolo A sud delle nuvole 
Autore Wally Lamb
Prezzo € 5,00
Dati 12 marzo 1999; 528 pp.; Copertina flessibile
Editore Longanesi
A "sud delle nuvole", cioè sulla terra, accadono cose strane. Dolores Price ne sa qualcosa: sin dalla giovinezza la vita sembra sfuggirle di mano o addirittura respingerla, ma lei, dotata di un umorismo pungente e di uno sguardo vivacissimo sulla realtà, non si dà mai per vinta. Così Dolores cresce e, nel suo farsi donna, attraversa esperienze che ogni donna ha vissuto o avrebbe potuto vivere. E ci lascia con un luminoso messaggio di speranza: nonostante tutto, la vita vale la pena di essere vissuta sino in fondo...


La mia recensione:
Dolores non ha mai avuto una vita semplice, ha subito violenze, morti, prese in giro. Ha passato giornate intere stravaccata sul divano in compagnia del cibo, ha sofferto e per ciò non riesce ad essere felice, non sente di meritarlo. Ma incontra anche persone che l vogliono davvero bene, che sono in grado di capirla. Ce la farà a lottare e a trovare finalmente la sua strada?
Ho letto questo libro un po' a "scatola chiusa": non ne avevo mai sentito parlare e non ho cercato informazioni una volta visto, mi sono basata solo sulle mie sensazioni.
La storia comincia con una piccola Dolores che ci racconta la sua vita, non dall'inizio, ma quasi. E' arrivata la tv in casa e ha una vita tranquilla con i suoi genitori e sua nonna. Pian piano le cose si complicano e non di poco. Dolores si troverà a far fronte a cose dolorose, più grandi di lei, che la cambieranno, la segneranno per sempre, facendola diventare ciò che è da adulta. Sebbene da piccola era una bambina abbastanza felice e spensierata, finirà col diventare piena di insicurezze, senza molto tatto, per niente incline all'affetto o alla dolcezza. Ovviamente non è affatto colpa sua ma della vita che fin da piccola vive, appunto. Le capiteranno eventi così spiacevoli che delle volte preferirà trascorrere giornate intere sul divano in compagnia della tv e del cibo; diventerà obesa e troverà conforto nel cibo, ingurgitando tutto quello che le va. Non si lascerà andare con le persone, non si fiderà, perchè la paura è tanta. Ci sono molto altri comportamenti da analizzare e da spiegare, ma non potrei farlo senza spoiler per cui non continuo. 
La storia di Dolores ci viene raccontata attraverso un linguaggio abbastanza semplice che cambia col passare degli anni della protagonista. E' tagliente, schietto, col giusto mix di sensazioni e dettagli. Devo ammettere che, però, all'inizio farmi prendere dalla storia non è stato semplice, non riuscivo proprio ad entrarci, mi annoiavo, altre volte l'ho trovato un po' troppo pesante, ma nella seconda parte si riprende abbastanza bene, tanto che avevo voglia sufficiente di continuare la lettura. 
Ecco, è una storia particolare, per niente banale, che affronta temi profondi che si alternano a battute e stranezze della protagonista. In fin dei conti, non mi è dispiaciuto e ho apprezzato la metamorfosi della protagonista, anzi delle trasformazioni, in quando ce ne sono diverse; ho apprezzato la storia ma, soprattutto, il modo di approcciarcisi e, infine, non avevo capito che l'autore fosse maschio. Tenendo conto di tutto ciò, è una lettura che vi consiglio.


La mia votazione: 
 Interessante!



Ok, anche per questa settimana per questa recensione è tutto! :D Anche in questo caso, come nello scorso, il libro in questione non credo sia molto famoso! E' stato un processo abbastanza lungo e impegnativo leggerlo, proprio per i temi trattati, ma sono comunque contenta, alla fine, di averlo portato a termine perchè di spunti ce ne sono davvero tanti! Fatemi sapere se sono riuscita a farvi venire un po' di curiosità per questa storia, se vi ho fatto conoscere qualcosa di nuovo! Probabilmente per molti di voi sarà così, e sono certa di non attrarre tante persone nel post leggendo libri del genere, ma sono io, sono così ed è così che rimarrò! Ora aspetto i vostri commenti, se vi va di lasciarne :3 Buon sabato! :D
Ika.

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥