sabato 9 aprile 2016

Review of the Week #127 Un canto di Natale - Charles Dickens

Buon pomeriggio e buon sabato! Come state?
Spero vada tutto bene! ^_^ Comunque, come ogni sabato, è sempre migliore il mio umore, rispetto agli altri giorni! E' una cosa psicologica, penso! Ma ho capito che devo uscire ogni volta che ce n'è l'occasione, anche quando non mi va... Perchè nell'ultimo periodo non mi andava mai di uscire e non va affatto bene la cosa! Devo cambiare, per forza, per riuscire a tornare ad essere quella di una volta! Non so perchè vi faccio questi discorsi, ma siete una valvola di sfogo per me :3 Ora però la smetto e vi lascio al post! :D



Review of the Week è una rubrica a cadenza settimanale, postata solitamente il sabato, nella quale si recensisce un determinato libro letto in precedenza, con annessa votazione.

Questa settimana: Un canto di Natale di Charles Dickens






Titolo Canto di Natale
Autore Dickens Charles
Prezzo     € 6,00
Dati 2012, 144 p., brossura
Curatore Fiorella L.
Traduttore Sala D.
Editore Giunti Editore  (collana Y Classici)
Canto di Natale

Nella gelida notte della vigilia di Natale il vecchio Scrooge, che ha passato tutta la sua vita ad accumulare denaro, riceve la visita terrificante del fantasma del suo socio. Ma è solo l'inizio: ben presto appariranno altri tre spiriti, per trasportarlo in un vorticoso viaggio attraverso il Natale passato, presente e futuro. Un viaggio che metterà Scrooge di fronte a quello che è realmente diventato: un vecchio tirchio, insensibile e odiato da tutti, che ama solo la compagnia della sua cassaforte. Riuscirà la magia del Natale a operare un miracolo sul suo cuore inaridito?




La mia recensione:
Scrooge è avaro, non se la passa male economicamente ma non è generoso, non capisce il senso del Natale. Qualche giorno prima di Natale, si presenta il fantasma del Natale Passato, poi quello del Natale Presente e, infine, quello Futuro, che lo cambierà definitivamente.
Ho sempre adorato questa storia, fin da piccola è stato uno dei simboli del mio Natale, prima il cartone animato, poi il film con Jim Carrey. L'ultimo Natale avevo proprio voglia di leggerlo, quindi, mi è sembrato il caso di farlo, finalmente!
Io ho letto una versione per bambini, credo, per cui non so se è sempre lo stesso.
La storia, la conosciamo tutti molto bene eppure credo abbia qualcosa di speciale, qualcosa che è importante ripassare ogni tanto.
Strooge è solo, seppur ha i suoi parenti, conosce varie persone, nessuno è suo amico, solo il denaro, lo è. A qualche giorno di distanza dal Natale, a fare visita all'anziano è il Fantasma del Natale Passato, che lo porta a scavare nei ricordi, a ricordare i suoi vecchi Natali. Questo viaggio, dura una notte e, qualcosa comincia a cambiare nel protagonista. Il giorno seguente a fargli visita è il Fantasma del Natale Presente, che gli permette di vedere suo nipote e il suo dipendente, che gli fa vedere cosa pensano le persone che lo circondano: anche se non è gentile con nessuno, le persone hanno sempre un pensiero per lui. Infine, il Fantasma del Natale Futuro, che lo porterà ad intraprendere un viaggio, un percorso che lo cambierà definitivamente, che gli fa vedere come verrà ricordato alla morte, rendendolo finalmente una persona nuova, diversa.
Il linguaggio utilizzato non è molto difficile e abbastanza scorrevole. Essendo un libro breve, non si perde in giri di parole, ma punta al suo obiettivo, quello di lasciarci un insegnamento, di darci modo di capire il significato del Natale. Non è importante avere tanto, ma condividere quel poco che si ha con le persone alle quali si tiene di più, cercando di passare la festività in armonia in compagnia dei ricordi e di ciò che ci fa stare bene. E' importante trovare la magia, quella scintilla che ci fa vivere il Natale da piccoli, e portarla nel cuore anche da adulti. 
So che sembrano frasi fatte, banali, ma credo sia significativo spolverare questi valori ogni tanto perchè sono fondamentali; insomma, sono le piccole cose a renderci veramente felici ed è un bene ricordarlo.
Consiglio questo libro a tutti, soprattutto durante le festività natalizie perchè in grado di scaldare il cuore di chi lo legge.


La mia votazione: 
 Bello!




Ecco qui la recensione xD Lo so che non è proprio periodo per leggere questo libro, ma come ho scritto, l'ho letto proprio il giorno di Natale! Purtroppo ho tante, tantissime recensioni in arretrato e quindi mi ritrovo a postare ora quelle scritte a dicembre.. vi rendete conto? Sono un casino! Forse dovrei farla solo di quei libri che mi lasciano qualcosa sia in positivo che in negativo o quelli che leggo proprio a questo scopo! Altrimenti per conoscere una mia opinione dovreste aspettare mesi e mesi! Un'altra idea che mi è venuta è quella di fare un sondaggio, in cui magari inserisco 4/5 titoli e scegliete le recensioni. Le inserirei tutte, ma in ordine di vostro interesse! Vedremo un po' come posso organizzarmi! Ora vi lascio e vi invito a tornare domani! ^_^
Ika.

2 commenti:

  1. Ciao Ika! Vedrai che con queste belle giornate in arrivo ti tornerà la voglia di uscire e porterà con sè anche il buonumore che le piccole cose sanno regalare, proprio come hai scritto nella tua recensione!
    Non ti preoccupare per il ritardo è sempre bello rivivere l'atmosfera natalizia, in qualsiasi periodo dell'anno!
    Ti capisco per la mole di recensioni da postare, personalmente ho trovato il mio equilibrio recensendo solo quei libri che nel bene o nel male mi hanno appassionata di più, però anche l'idea del sondaggio non è male, vedi tu come ti viene meglio!
    A presto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao^^ Speriamo sia così, grazie per le belle parole! :D eh forse dovrei prendere in considerazione la cosa! A presto!

      Elimina

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥