venerdì 25 dicembre 2015

#12 Christmas in Wonderland 2.0 Strane tradizioni natalizie in giro per il mondo!

Buon pomeriggio, ma soprattutto BUON NATALE!
Cosa state facendo? Cosa farete stasera? Cosa avete ricevuto? Cosa avete regalato? Che fate domani? Voglio sapere assolutamente tutto quello che riguarda i vostri festeggiamenti! :D Si vede che sono una persona curiosa? E per una rara volta, la curiosità ha fatto da capo per la realizzazione di questo post! :3 siete curiosi anche voi? C'è qualcosa che stuzzica la vostra conoscenza? Allora vi lascio al post, sperando risulti interessante anche a voi!





La notte dei Krampus

Celebrata attorno al 6 Dicembre in Austria, Germania e nel nord-est Italia, la notte dei Krampus ci racconta la storia di questi terribili mostri, metà caproni, metà uomini, che vanno alla ricerca dei bambini cattivi. Con l’ausilio di grandi campanacci, le creature girano i paesi con l’intento di elargire carbone o, peggio, di rapire chiunque si sia comportato male durante l’anno.


Yule Goat

Simbolo della tradizione scandinava, la capra, realizzata in paglia e stoffa rossa, ha avuto nel tempo diversi significati e origini. Dal diciannovesimo secolo, la Yule Goat viene identificata come portatrice di doni, una specie di Babbo Natale versione scandinava. Oggi è possibile trovare delle mini versioni da appendere all’albero di Natale come simbolo di buon augurio.


Wren Day

In Irlanda il 26 Dicembre è il giorno della “Caccia allo scricciolo”, ovvero una manifestazione con tanto di sfilate in costumi tipici in cui si celebra il giorno di Santo Stefano. Probabilmente di origine celtica, la festa serve a raccogliere denaro per la città in cui viene organizzata e per ballare insieme il Céili, ovvero la danza tipica irlandese.


Caganers

Queste curiose statuette si possono trovare principalmente in Spagna e Portogallo. Ci sono veramente tantissime teorie sulla nascita di questa figura che, normalmente, trova il suo posto ideale niente meno che nel Presepio! Una delle spiegazioni più gettonate è che, grazie a questo simbolo, la fede del cattolico verrà messa alla prova e ne uscirà più forte di prima. Per i bambini, ovviamente, è solo un momento in più per divertirsi a Natale 😀


Mari Lwyd

Questa strana maschera fa parte della tradizione natalizia gallese. Nonostante la sua apparenza, viene usata per buon augurio e la persona che la indossa deve visitare ogni casa del villaggio, cantando canti natalizi in cambio di cibo e vino. Nata per celebrare il nuovo anno, oggi Mari Lwyd inizia il suo viaggio già prima del giorno di Natale, per concluderlo dopo Capodanno.


Caga Tió

Un’altra tradizione spagnola che, questa volta, vede come protagonista un piccolo tronco di legno. Dopo averlo dipinto, coperto e “nutrito” per tutto il mese di Dicembre, il tronco viene buttato nel camino il giorno di Natale. Questo gesto serve da buon augurio per le feste e per assicurarsi che Babbo Natale porti tantissimi doni ai bambini.


Delizie decomposte

In Groenlandia non perdono certo tempo a mangiare panettoni e pandori a Natale! Il 25 Dicembre è il giorno perfetto per mangiare il Mattak, pelle e grasso di balena, e il Kiviak, uccello artico avvolto nella pelle di foca, tutto curiosamente seppellito per mesi e mesi prima di essere consumato!


Ragnatele nell’albero di Natale

Nella tradizione natalizia ucraina si usa nascondere un ragno e una ragnatela (finti!) dentro l’albero di Natale, il primo che troverà le decorazioni verrà premiato con un anno di buona fortuna. Questa curiosa tradizione deriva da una storia in cui una vedova, troppo povera per comprare le decorazioni per l’albero di Natale, lasciò che dei ragni facessero la loro ragnatela sul malcapitato. Il giorno di Natale, appena i raggi del sole illuminarono le ragnatele, queste ultime si trasformarono in fili d’oro e d’argento, portanto fortuna e prosperità alla donna.


La sauna estone

Vi piace passare il Natale in famiglia? Allora questa tradizione estone fa per voi! Il giorno di Natele, le famiglie, si riuniscono dentro una sauna a bere e raccontarsi storie natalizie e non.


Roller-skating Christmas

A Caracas il Natale si passa sui pattini! Dal 16 al 24 Dicembre i venezuelani vanno persino in chiesa sui loro amati pattini a rotelle. Se tutto ciò non vi sembra abbastanza strano, che ne dite dei bambini che si legano il pollice del piede con un nastro in modo che i pattinatori glielo tirino? Questo gesto è simbolo di buon augurio!


Streghe norvegesi

Non aspettatevi di trovare delle scope in Norvegia dopo il 25 Dicembre! I norvegesi le nascondono nei ripostigli per non farle trovare alle streghe e ad altri spiriti maligni.


Natale al KFC in Giappone

In quanto a stranezze nessuno può battere il Giappone. Questa usanza deriva direttamente da una mancanza della famosa terra orientale: il tacchino! Nel 1970 gli addetti del Kentucky Fried Chicken notarono un’insolita affluenza di stranieri nel punto vendita durante il Natale, così decisero di offrire un menù speciale fatto apposta per celebrare la festività con quello che loro ritenevano un parente prossimo del tacchino, ovvero il pollo fritto!


Il banano di Natale in India

In India, solo il 2,3% della popolazione è cristiana.
Sembra un numero basso, ma considerando la grande densità di popolazione, stiamo parlando di circa 25 milioni di persone.
I cristiani qui celebrano il Natale con la messa di mezzanotte, scambiandosi i regali come il resto del mondo, ma con l'assenza di abeti o pini da decorare.
usanza vuole che l'albero di Natale sia fatto con banani e alberi di mango.


Lascia una scarpa in Repubblica Ceca per trovare l'amore
usanze-natale-mondo
Stanco di essere single?
Nella Repubblica Ceca c'è un rimedio.
Il giorno di Natale mettiti con le spalle alla porta e getta una scarpa alle tue spalle. Se le scarpe atterrano con la punta rivolta verso la porta, complimenti, ti sposerai presto!


Christmas Cake in Giappone
usanze-natale-mondo
Un altro cibo associato al Natale in Giappone è la Christmas Cake. 
Questi Pan di Spagna con panna montata, cioccolato e fragole in cima sono ordinati con mesi in anticipo e sono mangiati durante la vigilia di Natale. 
Ogni torta che non viene venduta, dopo il 25 è indesiderata. 
Per lo stesso motivo, le donne giapponesi single di età superiore ai 25 anni vengono chiamate in senso ironico proprio Christmas Cakes, perchè nessuno le vuole più.


Un Natale della memoria
usanze-natale-mondo
Le famiglie in Finlandia sono solite visitare le tombe dei loro antenati e parenti nella vigilia di Natale per accendere candele in memoria del defunto. 
Anche coloro che non hanno i loro cari sepolti nelle vicinanze visitano lo stesso i cimiteri, mettendo le candele in onore dei loro familiari altrove. 
Nelle case, il cibo viene lasciato sui tavoli e i familiari lasciano i loro letti scegliendo di dormire sul pavimento, per dare ai morti un buon pasto e un posto per riposare quando vengono in visita.


Lasciate vivere la capra fino a Natale in Svezia
usanze-natale-mondo
Nel 1966 una capra di 13 metri di altezza fatta di paglia fu eretta nella piazza di Gavle. 
Allo scoccare della mezzanotte della vigilia di Natale, la capra andò in fiamme. 
Ma la città non ha mai smesso la costruzione anno dopo anno, e i vandali non hanno mai smesso di cercare di bruciare la capra.
Entro il 2011, la capra è già stata bruciata 25 volte.
L'incendio della capra di Gavle è accaduto così spesso che i bookmakers hanno cominciato a prendere le scommesse per la sopravvivenza della capra dal 1988.


Pudding e desideri in Gran Bretagna
usanze-natale-mondo
Il pudding natalizio è servito il giorno di Natale, ma le tradizioni che stiamo per scoprire hanno a che fare con il modo in cui è fatto. 
Ogni membro della famiglia (soprattutto i bambini) mescola la miscela in senso orario, mentre esprimono un desiderio. 
Altre usanze includono mettere una moneta nell'impasto che porta ricchezza a chi la trova nella propria porzione, o un anello per aver fortuna nel matrimonio e un ditale per una vita fortunata.


Il codice postale di Babbo Natale
usanze-natale-mondo
Dove inviare le letterine a Babbo Natale? Al Polo Nord?
In realtà Babbo Natale ha il suo codice postale, H0H 0H0 (con lo zero al posto della lettera 'o') e in Canada, dove i codici postali sono alfanumerici. 

Il codice richiama la famosa espressione "ho ho ho!" di Babbo Natale e dal 1982 sono oltre 13.000 gli impiegati delle poste canadesi che si sono offerti volontari per rispondere alle lettere.




Sapete che adoro queste cose particolari e un po' pazze no? Infatti mi sono divertita un sacco a cercare tutte queste strane tradizioni in giro per il mondo! Quella che più mi ha colpito, tra le tante, è la prima.. davvero, un mostro? xD Sarebbe bello poter passare le vacanze natalizie in ognuno di questi posti per scattare foto e, soprattutto, approfondire l'argomento! Mi piacciono troppo queste cose xD Voi, invece, che ne pensate? Siete come me o preferite le cose più semplici e tradizionali? Se vi va, lasciatemi un commentino :3, sarò lieta di leggerli! Buona giornata e a domani!
Ika.

2 commenti:

  1. Complimenti per il post, è davvero interessante :) E buone feste! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta :D Grazie mille, buone feste anche a te! :D

      Elimina

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥