sabato 28 novembre 2015

Review of the Week #108 La casa delle sorelle - Charlotte Link

Buon pomeriggio e buon sabato a tutti quanti! Come state?
Ho troppo freddo, ma è una cosa scontata, si sa ormai che sono super freddolosa e avrei bisogno di un Jacob Black in tutti i mesi più freddi xD Cosa mi raccontate di bello?
Ieri sera ho visto Cenerentola e l'ho trovato davvero tanto carino, anche ben realizzato *w* Magari scriverò una recensione, vedrò un po' :3 Stasera se riesco vorrei rivedere Hunger Games - Il canto della rivolta parte 1 in modo da spolverare un po' la mia memoria! :D Voi cosa farete? Ora vi lascio alla mia recensione :)



Review of the Week è una rubrica a cadenza settimanale, postata solitamente il sabato, nella quale si recensisce un determinato libro letto in precedenza, con annessa votazione.

Questa settimana: La casa delle sorelle di Charlotte Link






Titolo La casa delle sorelle
Autore Link Charlotte
Prezzo     € 5,00
Dati 2014, 611 p., brossura
Traduttore Perria L.
Editore TEA  (collana Super TEA)

Barbara e Ralph decidono di passare le vacanze di Natale in un'affascinante quanto misteriosa casa di campagna nello Yorkshire: sarà l'occasione per stare un po' da soli e per tentare di salvare il loro rapporto. Ma la tranquilla vacanza si trasforma presto in un'esperienza disastrosa. Bloccati da una violenta tempesta di neve, senza viveri, senza elettricità e senza legna da ardere, i due non riescono a trattenere i contrasti. Alla ricerca di qualcosa da mangiare nella vecchia rimessa, Barbara s'imbatte casualmente nel diario della precedente padrona di casa e comincia a leggerlo... Ne emerge il ritratto di una donna appassionata, ribelle e anticonformista, ma a poco a poco, da quelle pagine segnate dal tempo, fuoriesce anche un terribile segreto, la cui scoperta metterà Barbara in grave pericolo.



La mia recensione:
Barbara e Ralph hanno un matrimonio non troppo felice. Sono un po' in crisi, e Barbara decide di prenotare una casa in Inghilterra per il compleanno di suo marito, con la speranza di riuscire a sistemare le cose. La casa è isolata e una tempesta di neve rende impossibile uscire. Durante una visita in tutta la casa, Barbara si imbatte in un libro, un diario delle memorie di Francis, una donna che ha vissuto in quella casa e che contiene un segreto ancora importante.
Devo essere sincera, non conoscevo questo libro, ma avevo bisogno di un libro vincitore del premio Pulitzer e, durante le ricerche, mi sono imbattuta in questo. Leggendo la trama, ho capito che mi sarebbe piaciuto o almeno aveva i presupposti per farlo. Il libro è composto da abbastanza pagine e la cosa mi spaventava un po', se si fosse trattato di un libro noioso, quanto ci avrei impiegato a terminarlo? Fortunatamente non è stato così e non si è rivelata la storia che mi sarei immaginata. Credevo si sarebbe trattato di una storia nella quale le parole del diario avrebbero aiutato la protagonista a capire come far funzionare di nuovo il suo matrimonio. Mi sarei aspettata una sorta di parallelismo tra le due storie, invece così non è stato.
Definire in un genere questo romanzo è difficile. Sicuramente drammatico, ma anche thriller e con suspance.
Il linguaggio utilizzato è semplice ma non troppo. Di certo non è di difficile comprensione e rende il romanzo scorrevole e di facile lettura.
La storia interessante, con colpi di scena e ben raccontata, di certo aiuta la velocità con la quale si lascia leggere. Attraverso questa descrizione minuziosa ma non pesante riusciamo ad acquisire i tratti principali dei personaggi che popolano la storia e il libro che la protagonista legge.
Barbara è una donna indipendente, forte, che forse mette al primo posto la carriera, ama quindi il suo lavoro e non ha paura di niente, o quasi. 
Suo marito è invece molto diverso da lei, non meno indipendente, ma meno forte, meno sicuro di sè. Poco pratico nei lavori manuali, probabilmente si sente un po' inutile come uomo, alle volte. 
Francis, era una donna davvero indipendente, non aveva bisogno di un uomo per sentirsi realizzata e mandava avanti l'attività di famiglia seppur molto pesante. Era ferma nelle sue convinzioni e non si lasciava intimidire da nessuno.
Sua sorella Victoria, invece, incarnava perfettamente la donna dell'epoca. Frivola, bella, che puntava molto sull'apparenza. Bisognosa di un uomo e di cure, un po' svampita.
Infine, abbiamo la donna ancora in vita, che sarà importante anche nella conclusione del romanzo. Ebbe un'infanzia difficile che la segnò per il resto della vita.
Ci sarebbero altri personaggi di cui parlare.
Il romanzo, infatti, essendo abbastanza consistente, ci dà la possibilità di conoscerli tutti, più o meno bene.
Da come si è potuto evincere, ho apprezzato veramente questo libro. Forse un po' più adulto di ciò che sono abituata a leggere, ma non mi dispiaciuto, anzi. 
Io vi consiglio di approcciarvi a questa lettura, credo non vi possa deludere.



La mia votazione:
 Bello!




Bene, anche per oggi è tutto! Conoscevate questo libro? Io mi sono andata un po' ad informare riguardo l'autrice e ho scoperto che ha scritto moltissimi libri... intensi, anche simili a questo! Inutile dire che alcuni sono finiti nella mia WL, anche perchè ho scoperto che la mia biblioteca ne è fornita, per cui perchè non approfittarne? ù.ù Perfetto, fatemi sapere se vi sono stata utile, magari facendovi conoscere qualcosa di nuovo e che potrebbe interessarvi! Se conoscevate il libro e l'avete letto fatemi anche sapere la vostra opinione, magari è tanto diversa dalla mia, chissà! :D Adesso vi saluto e vi invito a tornare domani, sempre se vi va, ovviamente! :D Buona serata!
Ika.

4 commenti:

  1. Ciao IKA sembra un libro interessante - grazie per essere passata da me
    Un saluto e Buon Fine Settimana
    A Presto !

    RispondiElimina
  2. Un altro libro che non conosco! Ormai sei diventata la mia bottega dei libri da conoscere eheh
    La mia wl ti odia però :p

    RispondiElimina

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥