sabato 20 giugno 2015

Review of the Week #88 Anna Karenina - Lev Tolstoj

Buon pomeriggio a tutti! Come state?
Questo pomeriggio non penso che farò qualcosa di speciale, forse stasera uscirò con i miei, ma non ne ho la certezza... vedremo il tempo e la voglia di tutti xD Però sono contenta, sento proprio intorno a me aria d'estate.. solitamente non la amo, ma in questi giorni credo mi stia facendo bene, soprattutto in questo periodo in cui vorrei fare un cambiamento in me! Anyway la finisco ù.ù vi lascio al post che è meglio perchè se nò parlerei per ore!



Review of the Week è una rubrica a cadenza settimanale, postata solitamente il sabato, nella quale si recensisce un determinato libro letto in precedenza, con annessa votazione.

Questa settimana: Anna Karenina di Lev Tolstoj





Titolo Anna Karenina
Autore Tolstoj Lev
Prezzo      € 9,90
Dati 2012, 840 p., rilegato
Traduttore Zveteremich P.
Editore Garzanti Libri  (collana Edizioni speciali)
Anna, moglie insoddisfatta del noioso e rigido avvocato Karenin, si innamora del bell'ufficiale Vronskij. Rimasta incinta dell'amante, fugge con lui in Italia, ribellandosi alle convenzioni di una società che la vorrebbe moglie fedele e asservita. Una storia romantica e tragica di portata universale, un atto d'accusa che Tolstoj scagliò contro l'atteggiamento conformista e puritano della Pietroburgo ottocentesca, dove chi non si adeguava ai rigidi canoni sociali veniva punito e ostracizzato.



La mia recensione:
Al contrario di ciò che può sembrare dal titolo, questa non è la storia di Anna Karenina, o meglio, non solo. Nella trama del libro, infatti, troviamo un susseguirsi di personaggi, di emozioni, di vicende che ci fanno una visione abbastanza vasta della Russia dell'800; dandoci modo di conoscere meglio l'epoca.
La trama sarebbe meglio che voi la leggeste in alto. Sono sicura che riuscire ad esprimere il mio pensiero riguardo questo libro ricco di elementi, così ampio, sarà difficilissimo e sicuramente non ne uscirà qualcosa di buono.
Partiamo dai dati "tecnici" ovvero dai dati di fatto. Il linguaggio utilizzato non è troppo forbito o complicato, di certo non è dei più semplici,ma considerando l'epoca in cui è stato scritto, non ci si può lamentare. La storia, però non è molto scorrevole, in certi punti volevo leggere, sapere cosa sarebbe accaduto, ma in altrettanti altri è stato difficile leggerlo senza perdere interesse. Devo ammettere che nell'ultima parte, ad eccezione delle ultimissime pagine, la lettura non è scorsa molto.
Ho trovato tanta difficoltà è l'interesse andava spesso a scemare, tanto che alcune parti credo propri di non averle capite.
I personaggi che popolano questa storia son vari e anche ben sviluppati. Anna Karenina è una donna forte che cerca la sua femminilità, ha la sua libertà e cerca di farlo attraverso un uomo diverso da suo marito. Aleksej Aleksandrovic è un uomo fragile, non forte o determinato che ama sua moglie ma non lotta come lei vorrebbe. Al contrario, il suo amante, l'uomo attraverso cui vuole vivere sul serio, Aleksej Wronski è forte, caparbio e sicuro di sè. Come ho già detto, però la storia non si basa solo su loro tre. C'è anche Levin, un uomo che si trova innamorato fin da subito di Dolly, ma che inizialmente non verrà corrisposto. Il suo amore non cesserà mai, ma quando meno se l'aspetta, si ritrova a capire che anche lei prova la stessa cosa. I due giovani hanno felicità, gioia, costruiscono una famiglia, ma ben presto si accorgeranno che forse questo non è ciò che desideravano.
Ci sono tanti altri personaggi, ma tutti accomunati dalla lotta per qualcosa: per l'amore, per la libertà, per i proprio diritti. Infatti, oltre a questi triangoli di indecisione, ci viene mostrata la società dell'epoca.
Una società in cui le donne non sono considerate al pari degli uomini, in cui la donna deve solamente stare in casa, dedicarsi alle amicizie, ai tè, agli eventi e, dove l'uomo deve essere intraprendente, lavorare o svolgere qualche attività.
In linea di massimo sono soddisfatta di aver intrapreso questa lettura, si è rivelata molto interessante, istruttiva perchè in grado di fornirci un quadro generale e veritiero dell'epoca. E' stata dura portarlo a termine, ma ne è assolutamente valsa la pena.
Sicuramente una lettura impegnativa, ma che consiglio a tutti, almeno una volta nella vita.


La mia votazione: 
 Interessante!



Questa è la recensione e si, so che non è proprio il massimo, ma spero di esser riuscita a darvi un'idea più o meno esauriente del contenuto del libro, davvero ricco di elementi! Voi avete letto questo libro? Non vi chiedo se lo conoscete perchè ovviamente lo conoscete, non potrebbe essere altrimenti! Avete intenzione di intraprendere questa lettura o pensate di non aver il coraggio o che non faccia proprio per voi? Lasciatemi le vostre opinioni al riguardo, sarei felice di saperle ^_^ Noi ci sentiamo domani! Buona serata! :D
Ika.

4 commenti:

  1. Ciao Ika<3
    Bella recensione!Purtroppo non ho ancora avuto la possibilità di leggerlo,però ho visto il film e devo dire che la storia mi attira molto:)

    RispondiElimina
  2. Ciao Dafne^^ grazie mille :3 io invece non ho ancora visto il film ma sono curiosissima!

    RispondiElimina
  3. Non ci riesco. Non riesco proprio a farmi incuriosire da questo libro! ahahah

    RispondiElimina
  4. Ciao Ilenia! eheh e allora niente, non leggerlo xD Magari un giorno ti interesserà tantissimo!

    RispondiElimina

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥