martedì 10 marzo 2015

Chi ben Comincia #3

Buon pomeriggio Dreamers! Tutto a posto?
Spero di si! ^^ Mi sono svegliata stanca stamattina, mentre leggevo un po' sul divano mi si chiudevano gli occhi! >.< sono una assonata cronica, probabilmente xD Ma mangiare e dormire è bellissimo ù.ù
Oggi sarebbe stato il turno della Top Ten Tuesday, ma ho letto la categoria e non mi veniva niente... per cui ho deciso di postare una cosa diversa, sperando che possa comunque interessarvi... fatemi sapere :)



Chi ben comincia è una rubrica a cadenza saltuaria ideata da Alessia del blog Il profumo dei libri, e consiste nel condividere le prime righe o la prima pagina di un romanzo che si sta leggendo.

In questa puntata: Tutte le cose al loro posto di Giulia Dell'Uomo












«Sara, devi rifare il prelievo. Stendi il braccio». Sto ancora dormendo quando la voce dell'infermiera mi risuona in testa come un'eco. Non è un sogno e prima che realizzi, sento un ago che mi buca la vena e vedo diventare la cannula rossa. Il braccio l'ho steso inconsciamente, forse in automatico. «Abbiamo fatto. Premi forte, ti metto il cerotto». Ok, ora ricordo dove sono e chi sono. Sbadiglio e mi stiracchio, allungandomi verso l'alto con discreta energia, mentre l'infermiera esce. Dalla finestra entra uno spiraglio di luce tenue. Si fa largo nell'ombra della stanza, attraversa il buio di queste quattro mura che mi separano dal mondo esterno. Mi rimbocco le coperte, guardo l'orologio. Sono quasi le sei del mattino, fortunatamente posso ancora dormire. Richiudo gli occhi e il rumore del telefono sopra il comodino mi riporta alla realtà. Un messaggio. Papà. Ciao Principessa mia, stai tranquilla. Gesù veglierà su di te in questo percorso.
Tu mi hai sempre detto che ci vuole pazienza papà, ma forse a volte la vita ci mette a dura prova. Così capisco che se sei sveglio a quest'ora è perché la preoccupazione caccia via il sonno e non permette agli occhi di chiudersi e al cervello di scollegarsi. No, il cervello, quello è sempre in movimento, fin troppo presente, fin troppo consapevole. Se parli di Gesù, papà, e non lo fai mai, allora in fondo un po' ci credi. Ci credi che esiste un Dio che ci guarda dall'alto e ci assiste. O forse credi che a Dio ci si possa appigliare in momenti come questi. Se lo nomini una cosa è certa: hai guardato dentro di te e hai bisogno di qualcosa di grande a cui aggrapparti. Qualcosa di forte, che, nonostante il mistero, esiste da sempre e per sempre. Quello che la scienza non può darti. Lo apprezzo, papà. Lo apprezzo. Lo apprezzo perché mi mostri la tua paura mentre cerchi di vincere la mia. Il tuo chiamarmi principessa è già un regalo immenso per cacciarla. E quando mi dici che Gesù veglierà su di me sono contenta. Voglio pensare che sia così. Prima o poi però tutto passerà. Te lo garantisco, te lo prometto.





Questo è quanto. Non so se conoscete il libro, ma l'ho iniziato giusto ieri sera, quindi non è una novità questa prima pagina per me. Da questa lettura, voi vi siete incuriosite? Io ho letto davvero poche pagine, pur essendo abbastanza corto, ma mi ha incuriosita fin da subito, per cui ho tanta tanta voglia di continuare! :D
Bene, aspetto quindi le vostre opinioni... mi scuso di nuovo se non ho fatto il post della Top Ten Tuesday, ma questa settimana non mi ispirava tanto... o almeno, non riuscivo a pensare a nulla.. avevo una specie di blocco ù.ù Adesso vi saluto e vi invito a tornare domani!
Ika.

4 commenti:

  1. E' un inizio molto intenso, ma non so se leggerei il libro!

    RispondiElimina
  2. Ciao Ilenia :) ne parlerò in seguito così potrai decidere :3

    RispondiElimina
  3. Sembra un libro che mi possa interessare !
    Grazie per essere passata ti aspetto da domenica 15 Marzo al 15 Aprile al Rifugio http://ilrifugiodeglielfi.blogspot.it/ per il lInk Party degli Elfi

    RispondiElimina
  4. Ciao Arwen! ^^ Se lo leggi fammi sapere! :) grazie a te per esser passata!

    RispondiElimina

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥