sabato 6 dicembre 2014

Review of the Week #60 Take me into your hell - Yvan Argeadi e Diletta Brizzi

Buon pomeriggio a tutti! :D Come state, bella gente? ^^
Qui è già buio da un'ora! Forse una delle poche cose che non mi piace di questa stagione è che le giornate sono cortissime e fa buio prestissimo!
Stamattina sono stata ad un centro commerciale ma non ho potuto fare giri in libreria o altro, andavamo di super fretta e ho finito di pranzare, infatti, alle 15! Cosa forse mai successa, dato che io per le 12.30 pranzo sempre xD Stasera invece starò con i miei amici, e spero sarà piacevole :) Probabilmente nemmeno vi interessa quello che vi sto dicendo, ma mi piace raccontarvi un po' le mie giornate e di me :) Ora però vi lascio al post!




Review of the Week è una rubrica a cadenza settimanale, postata solitamente il sabato, nella quale si recensisce un determinato libro letto in precedenza, con annessa votazione.

Questa settimana: Take me into your hell di Yvan Argeadi e Diletta Brizzi





Titolo Take me into your hell
Autore Argeadi Yvan; Brizzi Diletta
Prezzo     € 18,00
Dati 2014, 426 p.
Editore youcanprint   
Come il sole che dall'alba della sua nascita illumina ancora oggi il mondo, l'amore sbocciò al tempo degli Dei e degli Eroi quando il buio e la luce si sfioravano per la prima volta, e il suo crepuscolo illuminò Dei e mortali. Ma nel buio vi erano figure che si muovevano silenziose e nascoste, per tentare di dividere ciò che il destino aveva unito. Figure che ignoravano la pericolosità dei loro propositi, quanto il fatto che lui, Ade, dei buio ne era Signore e avrebbe fatto qualsiasi cosa per proteggere la sua Luce, la sua Persefone.


La mia recensione:
Il romanzo inizia con la presentazione degli dei della mitologia greca: Zeus, Ade, Persefone, Apollo, Afrodite, Eros...
In quest'epoca, i matrimoni venivano combinati e anche tra parenti non era un problema. Proprio per questo motivo, parte la storia vera e propria. Ade è innamorato della figlia di suo fratello Zeus, Persefone. La ragazza però è stata già promessa sposa ad un altro dio, il dio degli inferi, Ade, quindi, vede un'unica possibilità: quella di rapirla. In realtà, questa mia trama può essere fuorviante, ma questo è ciò che anch'io credevo fosse, quando mi sono decisa a leggere questo libro.
Inizialmente, proprio per questo, ho trovato la storia raccontata in modo un po' frenetico, troppo veloce e a dire il vero, ho fatto fatica a comprendere tutto. Pensavo che tutta la storia si sarebbe prolungata allo stesso modo, invece, mi sono accorta con sollievo, che si trattava solo dell'inizio, di una sorta di presentazione. Devo ammettere che la mitologia greca non ha fatto mai parte delle mie passioni, ma con questo libro, ho potuto ampliare un po' di più le mie scarse conoscenze. Quindi, anche solo per questo, si è rivelata una lettura interessante.
Allo stesso modo, la storia, con lo scorrere delle pagine, è migliorata più di quanto pensavo all'inizio.
Lo stile è particolare: in alcuni punti l'ho trovato un po' lento, in altri scorrevole e intenso.
I personaggi, sono tantissimi, quindi la loro descrizione non può essere troppo caratterizzata o minuziosa; fortunatamente non si è rivelata nemmeno superficiale. Gli unici personaggi che impariamo a conoscere un po' meglio sono i due protagonisti: Ade e Persefone. il dio degli inferi è egoista, passionale ma ama Persefone con tutto sè stesso e farebbe qualsiasi cosa per la felicità di entrambi. Persefone, è invece altruista, sicuramente più generosa di Ade, ma è passionale e disposta a tutto per il suo amore allo stesso modo.
Come potrete aver capito, tra i due nasce subito qualcosa: prima un amore passionale, carnale che poi sfocia in qualcosa di più profondo, l'amore vero.
Ma, in questa storia, non c'è solo l'amore, in effetti c'è tantissimo altro.
Ci sono battaglie, guerre, tradimenti, amori non corrisposti. In merito al contenuto è quindi ricchissimo e può racchiudere i gusti di tante persone diverse.
Come nota negativa, oltre alla narrazione che mi confondeva un po', per quanto mi riguarda, è stata la storia d'amore. Sapete quanto io le ami e le apprezzi. Seppur qui non manchi assolutamente, anzi è tormentata, ricca di ostacoli, proprio come piace a me, questa volta non mi ha fatto impazzire. Peccato, perchè sarebbe potuto diventare uno tra i miei preferiti! :)
Comunque, anche se non mi ha convinta appieno, mi sento di consigliarvi questa lettura e, soprattutto di tenere d'occhio i due autori, perchè di questo passo sapranno stupirci veramente!


La mia votazione: 
 Interessante!






Ecco la mia recensione :) Spero di aver espresso al meglio cosa ho pensato e provato durante questa lettura. Sinceramente io non conoscevo nemmeno questo libro, l'ho scoperto su Amazon o su siti del genere se non ricordo male :) Voi lo conoscete, invece? O eravate "ignoranti" in materia come me? Inoltre volevo proprio sapere se l'avete letto e come l'avete trovato, nel caso la risposta fosse positiva! :D
Aspetto quindi le vostre opinioni e vi invito a tornare domani, come al solito^^ Buon sabato! :D
Ika.

7 commenti:

  1. Oooh questo mi ispira proprio, ma ancora non ho potuto leggerlo. E' sicuramente nella mia WL :)

    RispondiElimina
  2. Ilenia, magari aspetta qualche altra recensione! :3
    Ciao Vanessa^^ Se lo leggi verrò a vedere cosa scriverai al riguardo! :D

    RispondiElimina
  3. Leggi di Ivan Argeadi il libro Spartan La guerra di Nabide, non te ne pentirai, uno storico meraviglioso ed intrigante, non riesci a staccartene se non quando lo hai finito.

    RispondiElimina
  4. Ciao, benvenuta sul mio blog! Grazie per il consiglio, sicuramente andrò a cercare in giro la trama! :D

    RispondiElimina
  5. Di nulla! ^^ è stato un piacere leggerlo!

    RispondiElimina

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥