sabato 6 settembre 2014

Review of the Week #47 Otello - William Shakespeare

Buon pomeriggio a tutti! :D
Come va? 
Ieri ho visto Maleficent e probabilmente ve ne parlerò perchè era tanto che volevo vederlo! :D Spero vi interessi :D Vorrei parlarvi anche di altri film, quindi aspettatevi tante recensioni filmesche :D Ogg cosa farete? Probabilmente io mi vedrò di nuovo con la mia amica di ieri e ci vedremo un ulteriore film :D Ok, vi lascio alla recensione :D


Review of the Week è una rubrica a cadenza settimanale, postata solitamente il sabato, nella quale si recensisce un determinato libro letto in precedenza, con annessa votazione.

Questa settimana: Otello di William Shakespeare





Titolo Otello
Autore Shakespeare William
Prezzo € 8,50
Dati 2007, LIV-245 p., brossura, 14 ed.
Curatore Perosa S.
Editore Garzanti Libri  (collana I grandi libri)
L'angoscia di Otello non è semplice frutto della gelosia, ma nasce e cresce a poco a poco in lui dall'idea, dal timore che il suo mondo morale venga tradito e distrutto; quel mondo che lo spinge a riporre una fiducia troppo ingenua nell'onestà degli uomini e che lo fa cadere. Iago, vittima del proprio ego, si ribella al ruolo subalterno che il destino gli ha dato e pretende di avere i poteri d'un artista, d'un creatore: plasmare anime vive. Fra le tragedie di Shakespeare, "Otello" è certamente una delle più "umane".


La mia recensione:
Otello, chiamato il moro, si sposa con Desdemona, la figlia dell'uomo più importante di Venezia. Iago, uno degli uomini più fidati di Otello, geloso e pronto alla vendetta, cerca di dividerli mettendo "in mezzo" Cassio, un altro uomo fidato.
Non sono riuscita a spiegare la trama, ma come per l'altra opera di Shakespeare è inutile, no? Questa, penso, sia un'altra delle sue creazioni più famose. Non c'è molto da dire; anche in questo caso mi è piaciuto molto il modo di raccontare la vicenda con i suoi dialoghi. Ho apprezzato la storia, perchè, seppur scritta secoli fa, rimane comunque attuale. Anche in quest'opera, i personaggi sono ben caratterizzati.
Otello è un uomo rispettabile, pronto all'ascolto e disposto ad aiutare gli altri. Durante la lettura, però, ci si accorge che quella è solo una maschera. In realtà, Iago, è disposto a tutto per i propri interessi.
Insomma, avrete capito che mi è piaciuto molto leggere ciò, perchè anche qui, c'è un insegnamento intrinseco, come in Romeo e Giulietta: fidarsi è bene, non fidarsi è meglio; anche chi ci dimostra tanta benevolenza potrebbe tradirci.
Consiglio questa lettura sia ai maschi che alle femmine, per godere un po' del genio di Shakespeare.


La mia votazione:
Bello!


Questa settimana la recensione è breve breve ma non sono riuscita a tirare fuori altro D: Penso che da una parte sia anche inutile parlarne, per la sua fama.. ma ci tenevo comunque a dire un po' la mia :) Se voi l'avete letto, fatemi sapere se vi è piaciuto o se invece no! :D
Inoltre ditemi se vi ho messo curiosità parlandovene :D
Questo è tutto :D Se vi va, ci sentiamo domani nel mio angolino :3
Ika.

2 commenti:

  1. Maleficent è fantastico *_*
    per quanto riguarda Otello, per il momento credo proprio che non lo leggerò xD

    RispondiElimina
  2. A me Maleficent non ha fatto impazzire xD Comunque dai, Otello merita :D

    RispondiElimina

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥