domenica 6 luglio 2014

Review of the Week #39 Piccoli limoni gialli - Kasja Ingemarsson

Buon giorno e buona domenica! Come state?
Scusate se ieri non sono riuscita a lasciarvi nessun post, ma non è stata colpa mia ù.ù Vi spiego: ieri stavo preparando il suddetto post, non l'avevo terminato, ma ero sicura di potermi connettere per finirlo. Sono uscita con le mie amiche, e quando stavo per tornare a casa mi hanno invitata a stare insieme anche per cena... insomma, tra una cosa e l'altra si è fatta mezzanotte e non mi sembrava il caso di accendere il pc xD Per cui scusatemi, ma l'importante è che il post venga pubblicato prima o poi, no? :P Eccovelo!


Review of the Week è una rubrica a cadenza settimanale, postata solitamente il sabato, nella quale si recensisce un determinato libro letto in precedenza, con annessa votazione.

Questa settimana: Piccoli limoni gialli - Kasja Ingemarsson





Titolo Piccoli limoni gialli
Autore Ingemarsson Kajsa
Prezzo € 9,50
Dati 2011, 335 p., brossura
Traduttore Bassini A.
Editore Mondadori  (collana Oscar bestsellers emozioni)
Nel giro di poche ore Agnes vede il suo mondo andare in pezzi: il suo capo tenta goffamente di molestarla e, vistosi respinto, la licenzia. Rientrando a casa frustrata e amareggiata viene accolta, anziché dall'abbraccio consolatorio del fidanzato, dalla notizia che lui ha deciso di lasciarla. E un'altra brutta sorpresa è in arrivo dai genitori... Ce n'è di che chiudersi in casa a compiangersi. E invece Agnes non vuole darsi per vinta e, superato l'iniziale sconforto, cerca di riprendere in mano la propria vita accettando la proposta di un amico: aprire insieme un piccolo ristorante che profonda nell'inverno svedese profumi e sapori del Mediterraneo e di quei Piccoli limoni gialli che diventeranno la loro insegna. I due investono tutte le loro energie e i risparmi nella nuova avventura... Ma sarà la scelta giusta? Riuscirà Agnes a riscattarsi e magari a ritrovare l'amore?


La mia recensione:
Agnes vive a Stoccolma col suo compagno musicista e lavora in un ristorante di alto livello. Quando il suo capo ci prova fisicamente con lei e il suo ragazzo la lascia per un'altra, si trova sola e senza lavoro. Grazie all'incontro con un suo vecchio amico, ricomincerà da capo la sua vita, non senza difficoltà.
Questo libro mi è stato consigliato dalla mia amica con cui vado in biblioteca. Mi ha detto di averlo trovato bello e, incuriosita, ho deciso di prenderlo.
Non è un libro dagli alti contenuti, questo devo ammetterlo, ma si è rivelata una lettura carina e piacevole. Forse mi aspettavo un qualcosa di più, ma penso sia adatto al periodo estivo, dove la voglia di rilassarsi è tanta.
La storia è semplice, questa donna, Agnes, è costretta a ricominciar da zero la sua vita, ovviamente, con il supporto delle persone a lei care. Ha sempre voluto lavorare in un ristorante, non è voluta rimanere nella provincia come tutti i suoi famigliari e conoscenti hanno fatto. La cittadina in cui è nata, infatti, è "arretrata" rispetto alle città. Le persone lavorano tutte nello stesso posto, quasi nessuno insegue o cerca i propri sogni e ambizioni; al contrario di Agnes.
La protagonista, infatti, viene descritta abbastanza bene; è una persona determinata, ma non se si tratta del suo ragazzo. Nessun personaggio, però, è molto profondo, anche se sono più o meno delineate le loro caratteristiche.
Il tipo di scrittura non è così particolare, ma non mancano i dettagli. 
La trama è ben sviluppata, ma non è stata in grado di farmi affezionare molto alla storia e ai suoi personaggi.
Per concludere, quindi, è stata una lettura interessante che consiglio a chi ha la voglia di un po' di leggerezza.


La mia votazione:


Ecco la recensione della settimana! Scusate se la posto solo oggi ç_ç Comunque spero vi interessi e spero di avervi dato almeno un'idea riguardo questo libro semi sconosciuto :) Fatemi sapere cosa ne pensate! Noi ci vediamo dopo, col post della domenica! :D
Ika.

2 commenti:

  1. In effetti, Ika, sembra proprio una lettura estiva... i limoni sono per me qualcosa di assolutamente estivo perché mi fanno venire in mente la buonissima granita al limone che in estate è la cosa che mi disseta di più dopo l'acqua, ovviamente!

    RispondiElimina
  2. XD si, devo dire che non è una lettura impegnativa, quindi adattissima! :D Anch'io amo la granita, ma non al limone :P

    RispondiElimina

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥