Pages

martedì 8 aprile 2014

Booktrack #2

Buonasera Dreamers! Come va? Io sono appena tornata a casa xD E penso che tra meno di un'ora sarò già nel mio lettino caldo xD Poi vi dirò con quanta forza di volontà mi dovrò alzare domani mattina! XD Prima di lasciarvi per andare a cena però, ecco il post che vi avevo promesso! :D 
P.S. Scusate se oggi non sono passata in nessun blog, ma non ho proprio avuto il tempo!!


Booktrack è una rubrica a cadenza mensile, ideata dai blog Libri per vivere e Dreaming Wonderland. Un blog al mese sceglie una canzone che ama, illustrandone testo o traduzione (quando serve) ed entrambi devono identificare un libro con la determinata canzone spiegandone i motivi.



Questo mese la canzone è stata scelta da Babuska. Penso la conosciate tutti! 
La canzone in questione è: Nei giardini che nessuno sa di Renato Zero



Questa canzone a Babuska ricorda...
Ho scelto proprio questo libro perchè da quando i genitori di Chamed sono morti, nessuno si è più curato di lei, tutte le persone che al funerale le aveva detto "Tranquilla, ci sono io, se hai bisogno vieni da me" la evitano. 
È sola, con una zia che la maltratta, vede la felicità degli altri, che però non le appartiene e così decide di suicidarsi. Non c'è nessuno che le dice "lascia stare quelle pillole".
Viene internata in un manicomio e qui finalmente trova qualcuno che cerca di non farla cadere.
La canzone parla degli emarginati, delle persone sole, di noi che ci dimentichiamo della loro esistenza. Loro sono fragili e rischiano di cadere, proprio come Chamed, e sta a noi aiutarli. Tra l'altro, mentre leggevo "Mi si è fermato il cuore", ho avuto la tentazione di entrare nel libro e dire: "Chamed, io ci sono , ti aiuto io, è ancora possibile essere felici".


Questa canzone a Ika ricorda...

E' stato difficile trovare un libro che mi facesse pensare alla canzone, ma alla fine eccolo qui. Il libro che ho scelto è "Speak" di Laurie Halse Anderson. In questo romanzo troviamo Melinda, una ragazza di 13 anni che, durante una festa, è stata violentata. Da quel momento le persone cominciano a non capirla più, a trovarla strana e a prenderla in giro. La canzone mi ha ricordato i momenti in cui la giovane protagonista si estraniava dal mondo, riviveva quel momento e non parlava. Parlava solo quando era strettamente necessario, non sorrideva più, non viveva più. Non riusciva a raccontare ciò che era successo e faceva finta che tutto fosse normale. Non riusciva a sfogarsi e a cercare di lasciarsi tutto alle spalle. Il testo della canzone fa riferimento anche a continui silenzi, per cui, ho trovato molto adatto questo libro.



Ora vi lascio al testo della canzone, con le parti che mi hanno ricordato il libro, evidenziate! :D 

Senti quella pelle ruvida. 
Un gran freddo dentro l'anima, 
fa fatica anche una lacrima a scendere giù. 
Troppe attese dietro l'angolo, 
gioie che non ti appartengono. 
Questo tempo inconciliabile gioca contro te. 
Ecco come si finisce poi, 
inchiodati a una finestra noi, 
spettatori malinconici, 
di felicità impossibili? 
Tanti viaggi rimandati e già, 
valigie vuote da un'eternità? 
Quel dolore che non sai cos'è, 
solo lui non ti abbandonerà mai, oh mai! 
E' un rifugio quel malessere, 
troppa fretta in quel tuo crescere. 
Non si fanno più miracoli, 
adesso non più. 
Non dar retta a quelle bambole. 
Non toccare quelle pillole. 
Quella suora ha un bel carattere, 
ci sa fare con le anime. 
Ti darei gli occhi miei, 
per vedere ciò che non vedi. 
L'energia, l'allegria, 
per strapparti ancora sorrisi. 
Dirti si, sempre si, 
e riuscire a farti volare, 
dove vuoi, dove sai, 
senza più quei pesi sul cuore. 
Nasconderti le nuvole, 
quell'inverno che ti fa male. 
Curarti le ferite e poi, 
qualche dente in più per mangiare. 
E poi vederti ridere, 
e poi vederti correre ancora. 
Dimentica, c'è chi dimentica 
Distrattamente un fiore una domenica 
E poi? silenzi. E poi silenzi. 
Nei giardini che nessuno sa 
Si respira l'inutilità. 
C'è rispetto grande pulizia, 
è quasi follia. 
Non sai come è bello stringerti, 
ritrovarsi qui a difenderti, 
e vestirti e pettinarti si. 
E sussurrarti non arrenderti 
nei giardini che nessuno sa, 
quanta vita si trascina qua, 
solo acciacchi, piccole anemie. 
Siamo niente senza fantasie. 
Sorreggili, aiutali, 
ti prego non lasciarli cadere. 
Esili, fragili, 
non negargli un po' del tuo amore. 
Stelle che ora tacciono, 
ma daranno un segno a quel cielo. 
Gli uomini non brillano 
Se non sono stelle anche loro. 
Mani che ora tremano, 
perché il vento soffia più forte? 
non lasciarli adesso no. 
Che non li sorprenda la morte. 
Siamo noi gli inabili, 
che pure avendo a volte non diamo. 
Dimentica, c'è chi dimentica, 
distrattamente un fiore una domenica 
e poi silenzi. E poi silenzi


Anche per questo mese è tutto! Io sto adorando questa rubrica *-* mi piace moltissimo! Potete trovare QUI il post di Babuska :)
Spero vi sia piaciuto questa rubrica, e... voi che titolo assocereste a questa canzone? Fatemi sapere!
Ika.

6 commenti:

  1. Che rubrica carinissima!!! Complimenti per l'idea! *__*
    Mi si è fermato il cuore mi ispira, anche se non mi sono ancora decisa a mettergli le mani sopra... però mi sa che sarà solo questione di tempo!

    P.S. complimenti per il blog, è carinissimo! *_*

    RispondiElimina
  2. Una bella scelta...Speak ce l'ho in lista da taaaaaaaaaaaanto tempo...devo leggerlo assolutamente, ma per il momento non ho voglia di storie così dure, anche perché conoscendo lo stile dell'autrice so che sarà un romanzo molto forte :-)

    RispondiElimina
  3. @Siannalyn benvenuta nel mio piccolo mondo, sono contenta ti piaccia! :) Mi si è fermato il cuore ispira tanto anche me, ma non so ancora se leggerlo o meno! Deve essere un libro molto forte!
    @Ancella si, è forte ma non troppo... a me è piaciuto molto!

    RispondiElimina
  4. Wao é una rubrica molto interessante! Sebbene io ascolti musica leggendo, é raro che poi vada ad associare una specifica canzone a un libro! Davvero difficile...mi piace molto questa canzone di Renato Zero ma non avrei davvero saputo a cosa collegarla xD

    RispondiElimina
  5. Accidenti, non ho messo il testo nel mio post ><
    Comunque 'Speak' incuriosisce anche me :)

    RispondiElimina
  6. Teensy anch'io devo cominciare a leggere con la musica... secondo me è proprio entrare in un mondo parallelo! Dovrei però avere le canzoni senza parole, altrimenti son sicura che mi lascerei distrarre!
    @Babuska tranquilla dai :3 Speak merita! ^_^

    RispondiElimina

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥