sabato 26 ottobre 2013

It'S Halloween Time! #5 Luoghi da Brivido....

Buon Sabato a tutti! Che si dice?
Come ogni giorno da quando l'ho annunciata, rieccomi con la mia rubrica su Halloween! :D
Oggi ho finito di vedere il secondo "episodio" di Le streghe di Oz, di cui vi ho parlato ieri. E l'ho trovato molto carino, e adatto ad Halloween! Purtroppo però ha degli effetti speciali che se non pessimi, quasi :(

Oggi vi parlerò dei 10 luoghi in cui passare Halloween... ma ovviamente ci aggiungerò del mio con altri luoghi da brivido! Perciò iniziamo! :D



1. Salem (Massachusetts), Stati Uniti La famosa “città delle streghe”, a soli 30 minuti da Boston, è il luogo perfetto per calarsi nell’atmosfera tenebrosa di Halloween. In questa piccola cittadina, set per moltissimi film dall’anima horror, ogni anno da inizio a fine ottobre si organizzano diversi eventi legati alla festività “stregata”, dai tour delle case infestate dai fantasmi, alle parate di streghe e stregoni, fino alle sedute spiritiche con le cartomanti.
2. Bangkok, Thailandia Nella notte di Halloween, le strade della capitale thailandese si riempiono di musica, colori e maschere di ogni genere. In particolare, la zona di Silom Soi 4 diventa il luogo dove si scatena la comunità omosessuale di Bangkok per dare vita a una festa unica nel suo genere tra balli, canti e concorsi per eleggere le maschere più “oltraggiose”. In cerca di un hotel da quelle parti? trivago propone il Mercure Bangkok Siam
3.  StonehengeInghilterra – Le origini di Halloween nascono dalla credenza celtica che in quel giorno le anime dei morti possano comunicare nuovamente con i vivi. In alcuni luoghi le salme venivano addirittura riesumate e portate in giro per la città, facendo nascere il mito degli zombi. La misticità racchiusa nel monumento di Stonehenge lo rende sicuramente uno dei luoghi più spettrali dove festeggiare la “notte dei morti viventi”. 


4. TransilvaniaRomania – Nella terra del Conte più temuto che mai, sopravvivere la notte di Halloween sarà un’impresa per pochi coraggiosi. L’esperienza più mistica e profonda da provare è all’interno del famoso Castello di Sighisoara, dove nasce il Principe Vlad Dracula, o in una delle tante fortezze risalenti il XV secolo tra rumori e ombre sospette che non lasceranno indifferenti nemmeno i più scettici.





5. Chalindrey, Francia – Questa piccola cittadina, a poca distanza dal confine con la Svizzera, potrebbe essere rinnominata la “Salem d’Europa” per il suo passato legato alla stregoneria e per il festival delle streghe che ogni anno, ad Halloween, anima le strade di Chalindrey. Tra balli celtici e atmosfere medievali si riscoprono, da ben 100 anni, le origini della caccia alle streghe, che risale al XVI secolo, proprio come la vicina Fortezza “punto del diavolo” legata alle tante storie di fantasmi. In cerca di un hotel da quelle parti? trivago propone l’Inn design a Langres
6. Napoli, Italia La cittadina partenopea ricca di tradizioni e credenze popolari legate al mondo dei morti si tinge di mistero e leggende nella notte di Halloween. Tra i vicoli più stretti, guidati dalla luce di una lanterna, i visitatori si sentiranno raccontare le storie più terrificanti successe proprio in quei luoghi e gli organizzatori assicurano che non mancheranno i colpi di scena… In cerca di un hotel da quelle parti? trivago propone il Palazzo Caracciolo
7. Mexico City, Messico - Le celebrazioni in Messico sono legate al Giorno dei Morti, quando migliaia di persone affollano i cimiteri portando fiori e cibo sulle tombe dei propri cari. I luoghi più suggestivi per trascorrere questa notte piena di magia sono sicuramente le isole del Lago Pàtzcuaro, popolate da indigeni Purèpecha, dove la nebbia sulle sponde si mischia con il misticismo e la cultura indigena per offrire un’esperienza senza paragoni. In cerca di un hotel da quelle parti? trivago propone il Hampton Inn & Suite Mexico
8. Berlino, Germania Generalmente i tedeschi non amano molto questa festività, ma negli ultimi anni le città hanno iniziato ad animarsi sempre più di costumi spaventosi e feste a tema nei locali, librerie storiche e parchi cittadini, soprattutto nella capitale. Sembra che in Germania, però, la notte di Halloween si pensi di più alla sicurezza che al divertimento in quanto nelle case vengono nascosti tutti i coltelli e oggetti affilati per evitare che le anime di passaggio si possano ferire. In cerca di un hotel da quelle parti? trivago propone il Innside Berlin





9. Londonderry, Irlanda Ogni anno a Londonderry si tiene la più grande festa di Halloween dell’Irlanda. Durante un’intera settimana si organizzano mostre di gufi, maratone di film horror nel Nerve Centre Cinema, serate di racconti “spettrali”, suggestive fiaccolate, visite all’antico galeone spiritato e altre coinvolgenti inizative. In cerca di un hotel da quelle parti? trivago propone il Beech Hill Country House

10. Evora, Portogallo Una delle Cappelle più racapriccianti al mondo, costruita con le ossa di ben 5000 persone, non può che essere una delle tappe obligatorie nella notte di Halloween. La Cappella delle Ossa ad Evora risale al XVI-XVII secolo e fa parte della Chiesa di San Francesco, il cui stile gotico e la scritta “Noi ossa che qui stiamo, l’arrivo delle vostre aspettiamo” faranno rabbrividire anche i più impavidi. In cerca di un hotel da quelle parti? trivago propone il M’Ar De Ar Muralhas


Ovviamente questi sono solo i posti consigliati, ma ce ne sono sicuramente altri nel mondo che festeggiano Halloween al meglio! Vediamone alcuni! :D

New York dove ogni anno, in occasione di questa ricorrenza, si svolge la Village Halloween Parade, una sfilata che attraversa Manhattan e parte dalla Sixth Avenue fino alla 23esima Strada, a cui solitamente partecipano migliaia di cittadini di New York e turisti che concorrono per il miglior costume della sfilata. La manifestazione è in programma dalle ore 19 alle ore 22 del 31 ottobre. Nel Bronx si svolge l’evento Bronx Zoo’s Boo at the Zoo dedicato ai bambini,ma sfilate e altri eventi sono in programma anche a Brooklyn e nel Queens dove è da segnalare l’Halloween Extravaganza and the Procession of Ghouls che solitamente si tiene nella Chiesa di St. John, mentre a Central Park ci sarà una vera e propria invasione di zucche.


Anche a Londra si organizzano diversi eventi in occasione della notte delle streghe. Nei magazzini Fortnum e Mason è in calendario una gara di zucche (chi ne mangerà di più vincerà un cesto da mille sterline stracolmo di ogni tipo di dolci) ma sono tantissimi i cinema della città che hanno organizzato vere e proprie maratone horror su Halloween. il London Dungeon è perfetto per l'occasione. Il famoso museo interattivo include un’ampia lista di intrattenimenti da brivido nel suo tour del terrore, alla scoperta di Mary la Sanguinaria, Jack Lo Squartatore e Sweeney Todd. Gli esperti del brivido includono sempre nei loro giri l’Highgate Cemetery, la Torre di Londra e il Globe Theater, teatro dove recitò la compagnia di William Shakespeare. Cui aggiungere un giro per i sotterranei del London Bridge Experience, fedele ricostruzione storica e percorso itinerante da paura. 

A Dublino, capitale dell'Irlanda, la festa di Halloween assume un valore particolare, con la Samhain Halloween Parade, guidata da alcuni artisti che sfila al centro e nel rinomato quartiere Temple Bar, dove migliaia di giovani mascherati in modo bizzarro fanno baldoria e ballano fino alle luci del mattino.

A Roma: oltre ai tantissimi locali che organizzeranno feste a tema nella Capitale, i "cacciatori di streghe" possono passeggiare per le strade alla ricerca di spiriti antichi. A Castel San’Angelo si aggira il fantasma di Beatrice Cenci, decapitata perché accusata di parricidio, mentre al Palazzo Cupis a Piazza Navona aleggia il fantasma di Costanza De Cupis, morta a causa di una infezione alla mano



Paura e illusione a Corinaldo, comune marchigiano nell'entroterra di Senigallia. Si comincia a festeggiar già sabato 26 e domenica 27 ottobre con Aspettando Halloween e giovedì 31 ottobre per l’Halloween Day, dove godersi attrazioni ormai storiche come la "Casa degli Spiriti" e del "Tunnel della Paura". Ai bambini sono dedicati laboratori ad hoc e il “Baby Halloween” con animazione e spettacoli con mascotte Zucchino. Altro appuntamento a cui non mancare l’elezione dell'ormai famosa Miss Strega, domenica 27 alle 21.30.

La notte di Halloween è la “Vilie dai Sants”, in friulano. Una tradizione molto antica che si esprime al meglio a Chiopris Viscone (Udine), dove l’intero paese viene allestito con zucche intagliate: in origine rappresentavano solo le “musons” (cioè “brutte facce”), ma nel tempo l'evento si è trasformato in una vera gara di creatività individuale. Verso le 19.30 tutte le luci vengono spente (anche l’illuminazione pubblica) e si accendono centinaia di candele che danno vita ai “musons”. La manifestazione prevede una giuria che in corteo esamina le varie creazione e premia le migliori. Non mancano vino novello, castagne e dolci. Restando in Friuli, la "not dalis muars” è una rievocazione del capodanno celtico quella che ha luogo ogni notte del 31 ottobre ad Ampezzo, località immersa nella e selvaggia natura della Carnia. Già al calare del sole, nei cortili e nelle contrade del centro storico illuminati soltanto da fiaccole, si possono ammirare i giochi di luce prodotti dalle zucche intagliate esposte lungo tutto il percorso e il susseguirsi di spettacoli dei giocolieri e mangiafuoco, il tutto avvolti in un'atmosfera surreale con musica, profumi delle pietanze preparate per i visitatori e fantastiche figure. 

Non solo la notte del 31 ottobre, ma anche venerdì 1 e sabato 2 novembre, dalle 21 all'una di notte alla Fortezza di Bardi(PR) si tiene la "Bardi Halloween Night 2013: Castelvania". Una ricostruzione a tema, ispirata a una storia di vampiri e ambientata proprio nella fortezza sull'Appennino. Un evento con animazione in notturna a cui si partecipa con tour ogni mezz’ora circa. E la possibilità di cenare prima e dopo l’evento nei ristoranti e trattorie del paese a prezzo scontato, presentando il biglietto d’ingresso al forte. Costo (senza cena): 25 euro. Info: 0521.821139 o 333.2362839, email fortezzadibardi@libero.it.



Anche la Fortezza di Castrocaro (provincia di Forlì-Cesena ) diventa il Castello dei Misteri per la notte di Ognissanti: dalle ore 20,30 si terrà un concerto straordinario del gruppo internazionale di musica celtica Barbarian Pipe Band. L'idea della ProLoco locale è di tornate alle origini della trazione romagnola, quando la vigilia della festa, ritenuta magica, prima di andare a letto si lasciava la tavola apparecchiata, con i resti della cena bene in vista: acqua, vino, pane e olio rimanevano a disposizione delle anime dei defunti, che tornavano a fare visita ai loro cari. Ecco dunque che tra miti e leggente, misteri e mura secolari, figuranti e centinaia di fiaccole animeranno il Castello. E all’Enoteca del Castello, trasformata per l’occasione in “Taverna dei Misteri”, ai visitatori saranno riproposte le tradizionali pietanze della Romagna toscana. 

Nella festa del "dolcetto o scherzetto", Halloween a Grazzano Visconti, in provincia di Piacenza, comincia alle ore 15 e fino a tarda notte il paese sarà allestito con zucche e fiaccole, ragnatele e scheletri, maschere grottesche. Con un servizio di trucchi e pittura del viso. Per i più piccoli,laboratori alchemici e lettura di racconti di fantasmi, per tutti cena con menù speciale, visite guidate notturne nel Parco del Castello e spettacoli di fuochi e mangiafuoco. L'ingresso al Borgo è gratuito. 

Il primo novembre si fa dolce nel piacentino, a Castell'Arquato, grazie al "Sweet Halloween", con un Laboratorio di decorazione di dolcetti (ore 14.30 - 15.30 - 16.30) presso la Rocca Viscontea di Castell'Arquato e l'Enoteca Comunale Sweet Halloween, laboratorio di decorazione di dolcetti

Fine settimana tra spiriti demoniaci, pozioni magiche, leggende oscure in Toscana. Al Borgo Antico Fattoria di Casalbosco di Pistoia si racconta che tra le leggende più inquietanti della regione c’è quella nata intorno al Ponte della Maddalena, altrimenti detto Ponte del Diavolo. Qui, dal 27 al 31 ottobre, si tiene la Halloween Celebration. Il programma è dei più terrificanti: da La Notte nera, gioco interattivo in cui i partecipanti dovranno risolvere un oscuro mistero fra le vie del centro storico di Borgo di Mozzano, al Passaggio del Terrore, spettacolo di cui il pubblico è protagonista all’interno di un percorso obbligato fra personaggi e scenari da brivido, all’Ira di Lucifero, spettacolo pirotecnico sul Fiume Serchio da ammirare direttamente dal Ponte del Diavolo

Si continua con la danza delle streghe a Magliano, a mezz'ora di macchina da Grosseto, e le pozioni della Fattoria San Lorenzo Qui il Pacchetto per il ponte di Ognissanti comprende due notti in uno degli appartamenti della Tenuta Livia, prima colazione, la cena del 31 ottobre al ristorante Casa Livia, un cesto di “Pozioni Maremmane”. Prezzo per un bilocale per due persone 220 euro. Un break durante il quale visitare Magliano, dove si trova "Olivo della Strega", dall’età stimata di oltre tremilacinquecento anni, che deve il suo nome alla credenza secondo la quale una strega danzasse ogni venerdì intorno all’albero, costringendo la pianta a contorcersi fino ad assumere le forme attuali. 

Infine potete andare in qualche parco divertimenti, sicuramente festeggiano Halloween! :D I più famosi in italia sono Mirabilandia, Gardaland e Magicland!

Spero di esservi stata utile in qualche modo... a domani!!! Baci :*

Ika.

venerdì 25 ottobre 2013

It'S Halloween Time! #4 Second movie & How to celebrate it?

Buonasera! Come sta finendo la vostra settimana? :D
Manca sempre meno ad Halloween, e le idee devono essere trovate in questi giorni, altrimenti sarà troppo tardi!
Oggi, vi mostrerò, cioè vi scriverò, i modi in cui si può passare Halloween! Ovviamente se avete altri suggerimenti, scriveteli, e li aggiungerò alla mia lista :P
Ma prima voglio dirvi che film ho visto oggi :D (sapete che è mia tradizione vederne almeno 10 nel periodo Halloweeniano!). Il film in questione, in realtà è una miniserie, e l'ho trovata per caso, per cui domani vedrò la seconda e ultima parte!

Le streghe di Oz


Come al solito le varie informazioni sul film le trovate QUI



COME FESTEGGIARE HALLOWEEN

Bene, cominciamo... ovviamente ne esistono vari di modi! :D 

-Per i più coraggiosi.... Andare in case infestate/castelli abbandonati/cimiteri. Cosa c'è di meglio ad Halloween? Sicuramente in Italia e nel mondo ne esistono vari, e tra qualche giorno magari ci sarà proprio un post in cui vi scriverò i luoghi in cui si può andare! Quindi, keep watching :P

- Organizzare una serata film/schifezze. Probabilmente è la scelta più adatta a tutte le età. Ci si può raggruppare a casa di qualcuno, e dividersi le schifezze. Esistono tantissimi film sia horror che non, proprio per festeggiare questa mostruosa serata, qui è adatto a tutti! Grandi, bambini, amici, famiglie, coppie... provare per credere!

- Creare un buffet pieno di piatti mostruosi! Ciò può essere sicuramente realizzato prima o durante varie attività che vi scrivo! Tra qualche giorno, ci sarà per voi un menù mostruoso da realizzare con le vostre mani!

- Organizzare una festa spaventosa/in maschera. Chi ha a disposizione molto spazio in casa, o dovunque vuole, può essere organizzata una festa mostruosa e divertentissima! Tra qualche giorno vi indicherò qualche musica di sottofondo, o come decorare la casa per renderla al meglio! Potrete fare vari giochi, tra cui la cena col delitto, l'incoronazione della maschera più bella, e tutto quello che vi viene in mente!

- Feste in discoteca. Basta cercarle. In italia, i giovani, sono soliti festeggiarlo proprio andando ad eventi di questo tipo. In alcune bisogna anche mascherarsi, proprio per rendere l'effetto migliore!

- Andando a fare Dolcetto o Scherzetto? Lo so, probabilmente questo è indicato per i più piccolini, ma a mio avviso, se solo la mentalità delle persone fosse un po' più aperta, questo "gioco" verrebbe fatto da grandi e piccini!

Ma cosa si fa durante una festa? O dopo aver cenato? Certamente esistono vari giochi adatti alla serata! :D Per cui eccovene alcuni!

CLUEDO: questo è un gioco di società, se lo avete è perfetto per la serata! Si tratta di scoprire chi è l'assassino, che arma ha usato e dove ha ucciso!

MORDERE LA MELA: Questo gioco é un classico della festa di Halloween per adulti. É un gioco molto divertente di quelli che piú apprezzerai con i tuoi amici/che. Si puó giocare in diversi modi, hai solo bisogno di una piccola piscina gonfiabile, delle mele, i tuoi amici e voglia di divertirsi. Questo gioco si puó usare anche per fare conoscenze con ragazzi o ragazze.

CONCORSO DI TRAVESTIMENTI: Questo gioco o attivitá di Halloween é molto divertente, devi dire ai tuoi ospiti che vengano alla festa mascherati e che ci sará un premio per i vincitori. Puoi organizzarlo in modo che ci siano vari premi a seconda delle categorie, per esempio, il miglior travestimento di Halloween, il miglior costume fatto in casa, il miglior travestimento di gruppo o anche il costume piú terrificante. In questo ultimo caso, che il premio sia uno scherzo!!

CAMBIO RAPIDO DI VESTITI: Questo gioco é tra i piú divertenti, ma é anche uno di quelli cui qualche tuo amico non vorrá partecipare, perché é molto competitivo e bisogna correre un pó. Peró é molto divertente sia per chi gioca che per chi guarda. Il gioco consta nel dividere gli invitati in due gruppi e fargli mettere e togliere indumenti ridicoli che hai preparato per il gioco.

BOWLING DI HALLOWEEN: Tenete da parte 10 bottiglie di plastica vuote, meglio se tutte uguali. Dipingetele di bianco con una bomboletta spray o dei colori, fate asciugare e con un pennarello indelebile disegnateci gli occhi, come fossero dei fantasmi. Riempitele  per 1/3 di sabbia o sassi, in modo che stiano stabilmente in piedi. Questi saranno i birilli-fantasmi.
Prendete diverse zucche di piccole dimensioni, rotonde, che faranno da palla da bowling di Halloween.
Il gioco è proprio come nel bowling. Il divertimento e la difficoltà stanno nel fatto che le zucche non sono perfettamente rotonde, quindi andranno un po’ dove vogliono loro; vedrete che risate!

SPAVENTAPASSERI SPAVENTOSO/MUMMIFICAZIONE: Procuratevi vestiti vecchi, stracci, bottoni, bastoni, bottiglie di plastica vuote, vecchie pentole o coperchi, materiale da imballaggio, giornali, cuscini e tanto spago (spaventapasseri); molti rotoli di carta igienica e dei volontari che si facciano “mummificare”(mummificazione). Chiedete anche ai partecipanti di portare materiale, se necessario, ma senza spiegare il motivo.
Mettete il tutto diviso per tipologia di materiale, in ceste o mucchi separati.
Dividetevi in squadre di almeno 3 o 4 persone. L’obbiettivo del gioco è creare uno spaventapasseri con il materiale a disposizione nel tempo massimo di 15 minuti.

RACCONTI SPAVENTOSI

TROVA L'OGGETTO: Cercate diversi piccoli gadget di Halloween, come denti da vampiro finti, ragni o vermi di gomma, piccole riproduzioni di plastica di zucche o pipistrelli o cappelli da strega e simili.
Prendete poi due grosse ciotole e riempitele di gelatina (quella alimentare va benissimo) o qualcosa di simile. Dentro infilateci i gadget prima elencati più qualche bottone o fagiolo secco.
Tenete nascosto per bene il tutto poi bendate i partecipanti al gioco e mettete loro davanti (due per volta) le ciotole, chiedendo di trovare determinati oggetti che deciderete voi. Gli occhi bendati, l’incognita di quel che devono cercare, più la sensazione di viscido al tatto renderà il gioco schifiltoso e farà fare espressioni disgustate a chi affonderà le mani in quella massa non meglio identificata che altro non è che semplice gelatina.

ASSASSINO E COMMISSARIO: I giocatori si devono procurare tanti bigliettini che resteranno bianchi, tranne due, sui quali scriveranno: “assassino” e “commissario”. I bigliettini poi dovranno essere piegati in modo uguale. Ogni giocatore sceglierà un bigliettino e lo leggerà in segreto. Poi si spegnerà la luce e il giocatore “assassino” dovrà colpire un giocatore alle spalle il quale diventando la vittima, griderà a squarciagola!! A questo punto dopo aver riacceso la luce il commissario comincerà le indagini facendo domande. Tutti i partecipanti dovranno rispondere sinceramente mentre l’assassino dovrà mentire. Al termine delle indagini il commissario dovrà capire chi è stato l’assassino e se non indovina allora… penitenza!!!

MURDER PARTY: I partecipanti, sempre sotto la guida di un regista, interpretano una vicenda poliziesca. Uno di loro è colpevole di un reato (ma il suo ruolo è ignoto a tutti gli altri e lui dovrà cercare di mantenerlo tale) e gli altri dovranno capire, nell'ambito dello svolgimento del gioco ed in base agli elementi in loro possesso dall'inizio o nel prosieguo del gioco, chi questi sia.

Ok, direi che ne ho detti abbastanza, ma dopo averli scritti tutti, ho trovato un sito in cui ce ne sono tantissimi, quindi se vi servono potete visitare questo SITO!

Spero di non avervi annoiati! :( baci!
Ika.

Review of the Week #6 The giver - Lois Lowry

Buon giorno e buon venerdì! Come va?
Ho appena acceso il pc, e vi scrivo, perchè ho paura poi di non aver tempo di farvi questa recensione! :P
Oggi vi vorrei parlare di un libro che ho preso in biblioteca, perchè attratta dalla copertina, ma anche dalla trama! Mio fratello (che è malato di cinema) mi ha anche detto che avrebbero fatto il film, per cui armata di curiosità l'ho preso.... e l'ho terminato in pochissimo!
Voi conoscete già questo libro, perchè gli ho dedicato una puntata della rubrica Cover Love e potete vederla QUI!

Iniziamo subito!

Titolo The Giver - Il Donatore

Autore Lowry Lois
Prezzo      € 9,90
Dati 1993, 256 p., rilegato
Editore Giunti Editore  (collana Y)





Jonas ha dodici anni e vive in un mondo perfetto. Nella sua Comunità non esistono più guerre, differenze sociali o sofferenze. Tutto quello che può causare dolore o disturbo è stato abolito, compresi gli impulsi sessuali, le stagioni e i colori. Le regole da rispettare sono ferree ma tutti i membri della Comunità si adeguano al modello di controllo governativo che non lascia spazio a scelte o profondità emotive, ma neppure a incertezze o rischi. Ogni unità familiare è formata da un uomo e una donna a cui vengono assegnati un figlio maschio e una femmina. Ogni membro della Comunità svolge la professione che gli viene affidata dal Consiglio degli Anziani nella Cerimonia annuale di dicembre. E per Jonas quel momento sta arrivando...



La mia recensione:

Ci troviamo in un futuro distopico dove tutto è programmato. Non ci sono emozioni, amore, dolore, colori, odori. In questo mondo ognuno svolge il proprio lavoro, stabilito dai "Potenti" e ogni anno, a dicembre, si festeggia la nascita dei più piccoli fino all'arrivo dell'età adulta; età a partire dalla quale non saranno più contati gli anni che passano.
Jonas è un 11 e tra poco diventerà un 12, un adulto. La sua famiglia (come tutte le altre) è composta dal papà (che si occupa di neonati), dalla mamma e dalla sorellina Lily. Durante la cerimonia dei 12 anni di Jonas, gli viene comunicato che sarà un accoglitore, la carica più onorevole. Dovrà quindi accogliere tutte le memorie della comunità e, proprio con l'aiuto del donatore, scoprirà che un tempo il mondo era colorato, pieno di differenze e soprattutto, di emozioni, tra cui l'amore.

Questo romanzo è il primo di tre. Ed è stato scritto ormai 20 anni fa ( dico ormai perchè sono nata nello stesso anno ù.ù) ed è come ho preannunciato, un romanzo distopico.

All'interno di esso vengono trattati temi importanti, come il sesso, la diversità delle persone, la necessità di eguagliare tutta la comunità. E, come si può notare, non è un romanzo destinato solo ai più giovani, ma può sicuramente piacere anche agli adulti grazie alla quantità e alla complessità dei temi.
E' un libro che mi ha colpito tantissimo in senso positivo. La storia è interessantissima e soprattutto molto molto originale. Pure essendo stato scritto vari anni fa è sicuramente attuale.
La scrittura è scorrevole, ed apparentemente racconta una storia semplice. Solo apparentemente.
Mi piace molto lo stile della scrittrice, e infatti, ho divorato il libro, leggendolo in due giorni, solo perchè ho voluto "darmi un contegno". (di media io ci metto una settimana a leggere un libro) Quindi è tutto merito della storia, pienamente coinvolgente, appassionante e creativa.

Purtroppo non riesco a tirare fuori altro proprio perchè ci sono temi molto seri. C'è la meraviglia per la scoperta di nuove cose, la delusione che attanaglia il piccolo Jonas quando scopre alcune cose, la scoperta di un mondo che non è così semplice, grigio e senza alcun tipo di differenze. Non sono molto brava con le recensioni, e per poter capire questo romanzo, bisogna leggerlo!

Insomma, non so quanto si possa capire da ciò che ho scritto, ma ripeto: leggete questo libro perchè merita! Personalmente non vedo l'ora di leggere il secondo volume!

La mia votazione: ♥♥♥♥

Lo avete letto? Fatemi sapere cosa ne pensate!

Ika.

giovedì 24 ottobre 2013

It'S Halloween Time #3 First Film, Nail Arts & Costumes!

Buonasera, di nuovo! :D
Eccomi con la terza puntata della rubrica sulla festa più spaventosa dell'anno! :D
Ma prima voglio dirvi il primo film che ho visto quest'anno per la festività ;)
E' uno dei miei film preferiti di Tim Burton... l'ho visto tantissime volte! Il film in questione è..... Sweeney Todd


Trovate tutte le informazioni QUI!! Credo che sia uno dei film in cui Johnny Depp abbia messo davvero l'anima per renderlo al meglio! Perciò se non lo avete mai visto, ve lo consiglio ASSOLUTAMENTE! 

Quindi, passiamo ora alla rubrica di Halloween! Oggi "alleggeriamo" un po' la rubrica, e vi mostrerò qualche idea per decorare le vostre unghie! :D
Io non credo realizzerò una nail art per l'occasione, ma poi magari cambierò idea! Vedremo....intanto le più carine che ho visto per ora in giro e anche le più mostruose ve le metto qui! Spero di esservi di aiuto con qualche idea carina :D




 Potete vedere come realizzare quest'effetto Splatter in questo video! :D




Qui il tutorial di questa Decorazione ! 



Una nail art simile la potete vedere Qui




Qui potete vedere il tutorial di questa bellissima Nail Art!






 In questo Tutorial potete imparare a fare la ragnatela e i ragnetti!

Se queste non vi piacciono o sono troppo difficile per voi, Qui Ci sono 5 tutorial semplici per Halloween! :D

Adesso passiamo ad un'altra scelta importante... quella del vestito! Si sanno già i vestiti che vanno più in voga per Halloween e sono quelli più mostruosi! Ma, per chi come me, non vuole spendere per un abito, e non può permettersi molto, ho trovato dei siti davvero molto carini, in cui è spiegato come realizzare costumi a casa! :D (ovviamente in alcuni è spiegato come farli per i bambini, ma basta aggiungere un po' di stoffa e il gioco è fatto!)
Vi lascio tutti i 5 link:
100 costumi fai da te!
Vestiti Halloween
Irlandando
Costumi ispirati ai Film
Halloween


Spero che questo post non vi abbia annoiate, ma a mio avviso anche le unghie e soprattutto i costumi vogliono la loro parte! Fatemi sapere cosa vi piace e cosa no! :P

Ika.

First Award *-*

Buon pomeriggio Dreamers... cioè buona sera! XD
Come va? Oggi, prima di cominciare con la rubrica su Halloween volevo informarvi del mio primo premio vinto *-* "THE VERSATILE BLOGGER AWARDS

Le regole per chi ha ricevuto questo premio sono queste qui: 

- Mostrare il logo dell’award sul proprio blog;
- Ringraziare il blogger che ti ha nominato, includere il link del suo blog;
- Nominare altri quindici blog;
- Mettere il link dei tuoi nominati nel post e informarli del premio con un commento;

- Scrivere sette cose su di te.



Sono contentissima, e ringrazio davvero di cuore Giusy de Divoratori di Libri. Grazie davvero! Sono davvero felice, perchè ho capito che forse, anche se magari solo in parte, il mio blog a qualcuno piace sul serio! E ciò non può che farmi tanto piacere! :3

Ora passiamo ai blog che nomino. Sinceramente, anch'io avrei nominato il blog Divoratori di Libri e Le passioni di Sara, ma non mi sembra corretto, poi se si poteva fare, fate finta di esserlo! xD
Quindi cominciamo! A dir la verità seguo tanti blog.. ma i miei preferiti sono questi (non sono proprio riuscita a trovarne 15 D:):

The Secret Door
Sweety Readers
Opticallilluscion
Make up in Corso
Dreaming Fantasy
Sur Les ailes de ma Vie
Il profumo dei Libri
Il Blog di Chiara
Micio a Bordo
Ottamakeup
She Loves Polishes
37 anni e non sentirli

Va bene, ora ci sarà da ridere...forse xD Sette cose che non sapete di me non saranno semplici... ma ci provo! Al massimo saprete cose che già immaginavate!

1) Il mio nome è Federica. Probabilmente ve lo avevo già scritto inizialmente, ma se non lo sapevate, ecco il mio nome! Ho scelto il soprannome Ika, perchè è come mi chiamava una mia cuginetta da piccolina.

2) Sono una tifosissima della Roma e seguo il calcio in generale! Quando ci sono le partite delle squadre che seguo, non ci sono per nessuno!

3) Ho un amore incondizionato per Jake Gyllenhaal. Se mi chiedete come dev'essere il mio ragazzo ideale, la mia risposta sarebbe sicuramente lui!

4) Amo le lingue, e in particolare l'Inglese. Un giorno spero di parlare e capire quante più lingue possibili! 

5) Odio i funghi.

6) Mi piace tantissimo guardare i video su Youtube. Forse è una mania strana, ma mi segno sempre quali video devo ancora guardare e appena posso me li vado a vedere! Mi piace seguire i Tutorial, le recensioni dei libri, i video divertenti... insomma, un po' tutto!

7) Amo gli smalti. Ne ho più di 50 e li uso tutti! Mi piacerebbe fare le decorazioni sulle unghie ma sono negata, anche se ammetto che ogni tanto ci provo e anche se il risultato non è il massimo tengo comunque lo smalto! XD

Ora sapete un po' più di cose su di me xD Sono sicura che se qualche mia amica leggesse questo blog capirebbe subito che ci sono io dietro a questo blog!
Comunque ringrazio ancora Giusy per il premio, e spero di non avervi annoiate! :3

Ika.

mercoledì 23 ottobre 2013

It'S Halloween Time #2 Tradizioni nel mondo e in Italia!

Buonasera! Come promesso, eccomi con la mia rubrica Halloweeniana... It's Halloween Time!

Oggi vi voglio parlare un po' delle tradizioni proprio di questa festività, ovviamente!
Perciò iniziamo!


LE TRADIZIONI

L'intaglio di jack-o'-lantern (tipiche zucche nelle quali si intagliano volti spaventosi) risale alla tradizione di intagliare delle rape e farne delle lanterne per ricordare le anime bloccate nel Purgatorio. La rapa è stata usata tradizionalmente ad Halloween in Irlanda e Scozia, ma gli immigrati in Nord America usavano la zucca originaria del posto, che era disponibile in quantità molto elevate ed era molto più grande. La tradizione americana di intagliare zucche risale al 1837.
Fare dolcetto o scherzetto è ovviamente un'usanza di Halloween. I bambini vanno travestiti di casa in casa chiedendo dolciumi e caramelle con la domanda "Dolcetto o scherzetto?". La parola "scherzetto" è la traduzione dell'inglese "trick", una sorta di minaccia di fare danni ai padroni di casa se non viene dato alcun dolcetto ("treat"). "Trick or treat" (dolcetto o scherzetto) in realtà significa anche "sacrificio o maledizione".
La pratica del travestirsi risale al Medioevo e si rifà alla pratica tardomedioevale dell'elemosina, quando la gente povera andava porta a porta ad Ognissanti (il 1º novembre) e riceveva cibo in cambio di preghiere per i loro morti il giorno della Commemorazione dei defunti (il 2 novembre). Questa usanza nacque in Irlanda e Gran Bretagna,sebbene pratiche simili per le anime dei morti sono state ritrovate anche in Sud Italia. Per esempio, in Sardegna è conosciuta come Is Animeddas, Su Candeleri, Su mortu mortu, Su Peti Cocone, Su Prugadoriu o Is Panixeddas a seconda delle zone ed è una tradizione antichissima e prevede anch'essa di andare per le case a chiedere di fare del bene per le anime dei morti. In alcuni paesi del Goceano , in provincia di Sassari, è inoltre usanza intagliare le rape e esporle illuminate con lumini durante la notte dei morti.
In Puglia, in specifico ad Orsara di Puglia, la notte tra l'1 ed il 2 di novembre si celebra la notte del "fucacost" (fuoco fianco a fianco): davanti ad ogni casa vengono accesi dei falò che dovrebbero servire ad illuminare la strada di casa ai nostri cari defunti che in quella notte tornano a trovarci. Sulla brace di questi falò, viene cucinata della carne che tutti insieme si mangia in strada e si offre ai passanti. Nella giornata dell'1, nella piazza principale, si svolge, inoltre, la tradizionale gara delle zucche decorate (definite le "cocce priatorje" - le teste del purgatorio).


Vediamo allora come si festeggia Halloween in tutto il mondo! 
Partiamo dal Canada. Qui, l’usanza di festeggiare Halloween è arrivata nel 1800 quando arrivarono gli immigrati scozzesi e da allora è rimasta la tradizione di intagliare le zucche e decorare le case.
Negli Stati Uniti, la maggior parte degli americani ama decorare le proprie case con zucche, ragnatele e scheletri finti, organizzare feste a tema in ufficio e, nelle zone di periferia, non manca il classico via vai di bambini e il loro “Dolcetto o scherzetto?”. Celebre, inoltre, la parata di New York che si svolge ogni anno a Manhattan, nel quartiere Village.
Il Messico celebra il Dia de los Muertos con tre giorni di festeggiamenti, dal 31 ottobre fino al 2 novembre. In questa occasione, vengono adornate le tombe dei propri defunti con fiori e decorazioni e addirittura viene compiuto una sorta di rito, che si traduce in con la sfilata di una bara con dentro un uomo (vivo) e con il lancio di caramelle, fiori e frutta in segno di benevolenza. Poi, giunto il 2 novembre, i parenti usano festeggiare con un pic nic particolare proprio al cimitero.
Continuiamo con l’Irlanda, la terra madre di Halloween. Durante la serata, vengono servite pietanze tipiche come il barnbrack, una torta di frutta, e ci si diverte con giochi a tema e cacce al tesoro. Nelle zone rurali dell’Irlanda, resta ancora viva la tradizione celtica di accendere i falò rituali durante la notte di Halloween.
Anche in Inghilterra questa festa ha radici profonde, sebbene nel tempo sia stata in parte snaturalizzata dal fenomeno mediatico influente dell’Halloween americano. Infatti, un tempo i bambini inglesi erano soliti intagliare non zucche, ma barbabietole, realizzando dei pupazzetti chiamati Punkies. Stesso discorso per le famose lanterne scaccia spiriti: non erano impiegate zucche, ma grosse rape. L’usanza celtica dei falò, e quindi del fuoco come purificazione, era anche qui molto in voga, ed anzi il rituale prevedeva anche il lancio di alcuni oggetti all’interno del fuoco per realizzare, poi, delle divinazioni per coloro che li avevano gettati fra le fiamme.
In Scozia le persone ponevano delle pietre nel focolare prima di ritirarsi per la notte. Si credeva che chi avrebbe trovato le proprie pietre smosse durante la notte sarebbe morto durante l’anno. Adesso, invece, anche in questo paese i bambini intagliano facce mostruose nelle zucche, nelle rape o nelle patate, ci mettono dentro una candela e girano per le case dei vicini sperando di raccogliere il più possibile!

In 
Belgio, si usa accendere le candele commemorative per ricordare
le anime dei propri cari.

In Svezia la festa di Halloween dura addirittura fino al 6 novembre e viene chiamata Alla Helgons Dag.

In Slovacchia c’è l’usanza singolare di mettere tante sedie davanti al camino quanti sono i componenti della famiglia più uno o più posti per i cari defunti. 
Anche in Germania Halloween è una festa sentita, probabilmente per via delle radici comuni culturali che condivide con gli altri paesi anglosassoni. Durante questa notte, la tradizione vuole che vengano riposti i coltelli in luoghi sicuri, in modo tale che gli spiriti provenienti dall’aldilà non possano ferirsi con le lame
In Austria c'è la tradizione antichissima di lasciare sul tavolo della c ucina pane, acqua e una lampada accesa prima di andare a letto, per dare il benvenuto agli spiriti che dovessero passare nella casa. 
Nonostante sembri una festa Occidentale, Halloween è festeggiata anche in Asia, soprattutto in Cina e ad Hong Kong. 
La Cina seguendo la propria tradizione e non emulando l’estero, con il suo Teng Chieh, un momento speciale di raccoglimento spirituale allorché vengono poste dinanzi alle foto dei propri cari offerte di cibo e acqua, poiché si crede che proprio in questi giorni gli spiriti dei defunti vaghino per il mondo cercando la propria strada. Per questo motivo vengono accesi anche fuochi e lanterne, in modo non solo da segnalarsi ai defunti, ma anche per aiutare questi ad avere luce lungo la via. Singolare anche l’usanza che avviene presso i templi buddisti, dove vengono realizzate grandi e piccole barche di carta che verranno poi bruciate a sera. A Hong Kong, Halloween si chiama Yue Lan e in molti bruciano le foto che rappresentano frutta.
In tutte le altre nazioni europee, Halloween non è altro che uno strascico di cultura americana, che spesso, però, si mescola con tradizioni pagane molto antiche, anche se spesso prive del contenuto e del valore originari. Un esempio? In Italia, le feste di Halloween variano da quelle più moderne come gli eventi a Mirabilandia, fino alla festa di Hallowen a Corinaldo.


Per me è stato interessantissimo scoprire queste cose! E per voi?
Ika.

martedì 22 ottobre 2013

It'S Halloween Time! #1 Storia e Leggende

Ciao, di nuovo xD 
Sapete che amo follemente Halloween, e quindi ho deciso di dedicare questi ultimi 10 giorni, oltre alle mie solite rubriche, anche ad una rubrica su Halloween! Cercherò ogni giorno di parlarvi di qualcosa in particolare, sempre riguardante questa festa! Non penso vi dirò qualcosa di nuovo (potrete trovare le stesse cose cercando su internet xD), ma ho in mente di scrivervi i film adatti (secondo me e soprattutto non horror xD), i luoghi adatti, qualche storia, o magari qualche tutorial o ricette carinissime! E al termine della rubrica (cioè il 1 novembre, se riesco), vi dirò cos'ho fatto, e se capita, metterò qualche foto! Perciò ditemi cosa vi piacerebbe vedere/sapere di Halloween, e io mi metterò alla ricerca per voi! :P E soprattutto ditemi se questa rubrica la trovate carina e potrebbe interessarvi oppure no!

Dato che è la prima "puntata" (anche se la prima era quella in cui vi chiedevo consigli...xD), vi parlerò un po' di Halloween, e delle leggende metropolitane proprio di questa festività!



Halloween è una festività che si celebra principalmente negli Stati Uniti la notte del 31 ottobre e rimanda a tradizioni antiche della cultura celtica e anglosassone. Oggi è diffusa anche in altri Paesi del mondo e le sue caratteristiche sono molto varie: si passa dalle sfilate in costume ai giochi dei bambini, che girano di casa in casa chiedendo dolcetto o scherzetto (ma di questo ne parleremo tra qualche giorno!). Elemento tipico della festa è la simbologia legata al mondo dell’occulto, tradotta sotto forma di immagini macabre tra cui le zucche intagliate di jack-o'-lantern

La parola Halloween è attestata la prima volta nel XVI secolo, e rappresenta una variante scozzese del nome completo All-Hallows-Eve, cioè la notte prima di Ognissanti (in inglese arcaico All Hallows Day, moderno All Saints). 


LA STORIA DI HALLOWEEN
Lo storico Nicholas Rogers, ricercando le origini di Halloween, nota che mentre alcuni studiosi hanno rintracciato le sue origini nella festa romana dedicata a Pomona - dea dei frutti e dei semi - o nella festa dei morti chiamata Parentalia, Halloween viene più tipicamente collegata alla festa celtica di Samhain, originariamente scritto Samuin. 

L'idea che Halloween derivi dal Samhain fu diffusa da due studiosi di fine Ottocento, Rhŷs e Frazer: in questa teoria l’anno nuovo iniziava il 1º novembre. Questo giorno coincideva con la fine della stagione calda, celebrata la notte del 31 ottobre con la festa di Samhain. Per un popolo essenzialmente agricolo come i Celti, l’arrivo dell’inverno era associato all’idea della morte e si credeva che gli spiriti esercitassero il loro potere sui raccolti dell’anno nuovo. La festa di Halloween sarebbe dunque legata al mondo della natura, per quanto lo spiritismo apparisse contrario ai principi del Cristianesimoche si stava diffondendo nel nord Europa. Nell’840, la festa di Ognissanti fu ufficialmente istituita il 1º novembre mentre era papa Gregorio IV.
Dopo che il protestantesimo ebbe interrotto la tradizione di Ognissanti, in ambito anglosassone si continuò a celebrare Halloween come festa laica; in particolare negli USA, a partire dalla metà dell'Ottocento, tale festa si diffuse (specialmente a causa dell'immigrazione irlandese) fino a diventare, nel secolo scorso, una delle principali festività statunitensi.

Negli ultimi anni, comunque, la festività di Halloween ha preso un carattere molto più consumistico e moderno. Festeggiamenti che durano interi weekend sono ormai tipici in tutti gli stati di influenza anglofona. Così quindi in Stati Uniti, Irlanda, Australia e Regno unito, Halloween viene festeggiato come una "festa del costume”.
In generale il cristianesimo non approva Halloween e rigetta la festività, in quanto ritiene che il paganesimo, l'occulto, o altre pratiche e fenomeni culturali giudicati incompatibili con le loro credenze. 
È comunque da precisare che Halloween si configura in maniera del tutto diversa dall'originale festività pagana celtica di Samhain, che i neopagani continuano a celebrare nella sua forma originaria.

LEGGENDE DELLA NOTTE DI HALLOWEEN

Secondo la leggenda, gli spiriti erranti di chi è morto durante l’anno tornano indietro la notte del 31 ottobre in cerca di un corpo da possedere per l’anno successivo.

I Celti credevano che in questa magica notte tutte le leggi fisiche che regolano lo spazio e il tempo venissero sospese, rendendo possibile la fusione del mondo reale e dell’aldilà. Per non essere posseduti, i contadini dei villaggi rendevano le loro case fredde ed indesiderabili spegnendo i fuochi nei camini e rendevano i loro corpi orribili mascherandosi da mostri gironzolando tra le case per far scappare di paura tutti gli spiriti che incontravano e non farsi riconoscere.

I Romani fecero loro le pratiche celtiche. Ma con l’andare del tempo svanì la paura di essere posseduti dagli spiriti e rimase solo la tradizione di travestirsi.

Con il passare del tempo questi spiriti, che una volta venivano ritenuti selvaggi e potenti, assunsero un connotato nettamente diabolico e malvagio. La chiesa affermava infatti che gli dei e le dee e tutti gli altri esseri soprannaturali delle religioni antiche fossero di impronta diabolica, che le forze spirituali con cui le persone venivano in contatto erano vere, ma che costituivano delle manifestazioni del diavolo, principe della beffa, che conduceva l’uomo verso l’adorazione di falsi idoli. Così, durante le celebrazioni per Halloween, apparvero rappresentazioni di fantasmi, scheletri, simboli della morte, del diavolo e di altre creature maligne, come le streghe.


Le streghe considerano questo giorno come una festa religiosa. Non solo è una giornata in cui si ricordano i propri cari deceduti, ma è anche una notte in cui si possono praticare le varie forme di arte divinatoria, come leggere il futuro negli specchi e una migliore lettura dei tarocchi. Spesso le streghe hanno due tipi di celebrazione in questo periodo. Uno per gli amici non appartenenti alla confraternita, che possono coinvolgere i bambini ed i loro amici. L’altra, praticata dopo, molto tardi (vicino a mezzanotte o dopo, ancora meglio) è il tradizionale circolo del Sabba




Sapevate tutte queste cose? Io sinceramente no! E ho trovato davvero interessante leggere queste cose, soprattutto le leggende! :)
Ika.