venerdì 27 settembre 2013

Review of the Week #2 L'inganno della morte - Guglielmo Scilla

Salve! Come state? Io sono stanchissima, oggi ho passato una bella giornata (più o meno), ma mi sono alzata prestissimo, però eccomi qui! Non potevo mancare al mio appuntamento con la Recensione della settimana! Credo che in settimana, se riesco, vi racconterò un po' la giornata di oggi, perchè in poche ore è successo di tutto! xD

Avrei voluto mettere domani questa recensione, ma è un periodo un po' caotico, e quindi preferisco essere sicura di postarla oggi :) In caso vi racconterò poi!

Quindi vogliamo iniziare? Questa settimana la recensione è di un libro che forse non conoscerete, o forse non prenderete in considerazione: L'inganno della morte!



Titolo L' inganno della morte
Autore Scilla Guglielmo
Prezzo      € 14,00 Risparmio
Dati 2013, 332 p., brossura

Editore Kowalski  (collana Narrativa)

Trama:
Daniel è un ragazzo di sedici anni. Nel suo paese ogni estate si tiene un evento speciale, la Festa delle Fiamme. Nove ragazzi prescelti, che indossano ciascuno un costume diverso, si sfidano nel superare prove e ostacoli di ogni genere. Uno solo è il vincitore, acclamato e osannato da tutti. Daniel è uno dei prescelti. Dopo una lunga preparazione, il giovane vince: è lui l'eroe della Festa delle Fiamme. La vita però sa riservare sorprese e imprevisti. E così, proprio la notte della vittoria, Daniel muore. Forse ucciso, forse no. Catapultato in un mondo nuovo, l'Oltretomba, e guidato da tre Maestri, Daniel cercherà di ricostruire il mistero della sua morte. Nel frattempo, una bambina dal nome armonioso, Cybele, lo accompagnerà alla scoperta di uno dei viaggi più entusiasmanti che si possono fare. Da vivi o da morti. Il viaggio alla scoperta dell'amicizia. Ricreando perfettamente un "mondo altro" e misterioso come l'Oltretomba, Guglielmo Scilla crea un romanzo fantastico e fantasioso.

La mia recensione. Come sapete (o forse no xD), questo è il primo libro di Guglielmo Scilla (in arte willwoosh)! Io lo adoro, adoro tutto quello che fa, perchè lo trovo sempre ironico! Personalmente ho avuto l'opportunità di vederlo due volte per incontri che faceva (di cui uno la presentazione del libro) e anche se in questi casi si ha la possibilità di starci davvero un paio di minuti, ho potuto vedere che è una persona con i piedi completamente a terra, disponibilissimo, e sempre gentile!
Magari può dare impressioni diverse (anch'io lo pensavo di tutt'altro carattere) e invece mi sono ricreduta incredibilmente! Comunque non è di lui che dobbiamo parlare xD, ma del suo libro.

Il libro, come possiamo capire dalla trama, è un fantasy a tutti gli effetti!

Daniel è un ragazzo di 16 anni molto arguto (fa dei commenti alquanto taglienti, anche se spesso rimangono solo nella sua mente). Ha una famiglia molto diversa da lui. Donnone con occhi chiari, ecco la caratteristiche principali. Spesso, infatti, si sente fuori luogo, incompreso, e vorrebbe trovarsi da tutt'altra parte. Ha la "fortuna" (che per lui non lo è) di essere sorteggiato per partecipare alla "festa delle fiamme" un evento importantissimo per il luogo in cui vive. E, sorprendentemente, riesce anche a vincere. Durante i festeggiamenti, però, muore. Fin da subito, Daniel è sicuro che la sua non sia stata una morte accidentale, ma un omicidio. Viene catapultato in un mondo frequentato da altre persone, e quando cerca di esporre la sua teoria, viene subito deriso, e non viene creduto da nessuno. Finirà per essere creduto solo da alcune persone, che diventeranno presto suoi amici. E lo aiuteranno a capire il motivo per il quale è morto.

Il romanzo è ricco di temi dark, gotici, che mi portano alla mente molto Tim Burton (che personalmente, amo con tutto il cuore). In alcune parti, all'inizio del libro, infatti, ho trovato delle somiglianze con Betlejuice e la sposa cadavere. Inoltre, in una piccolissima scena, mi ha portato alla mente Harry Potter e la pietra filosofale.
Attenzione però, non sto dicendo che il libro è un'"accozzaglia" di film e libri già esistenti, anzi! 

L'idea del libro è carina, e soprattutto originale, il che non è poco, dati i tempi che corrono! Ancor più meriti ha il libro, se pensiamo che l'idea originale è stata "partorita" quando l'autore aveva solamente 16 anni! Insomma, questo romanzo d'esordio, ha superato le mie aspettative (che non erano affatto basse)! Non autoconclusivo, il libro ci lascia con tanti interrogativi, e questo fa pensare che forse ci sarà un seguito (delle voci dicono che è stato pensato, ma non è sicuro che venga scritto).

La scrittura è buona, e davvero, non me lo aspettavo. Guglielmo scrive con un'ironia e una franchezza (nei limiti) che mi ha sorpresa! Il libro è scritto in 3^ persona. Una cosa che invece non ho apprezzato è stata la trama: secondo me il fatto della morte di Daniel, non doveva essere detto già nella trama! 
La cover mi piace molto, ed è abbastanza inquietante, ma ci sta tutta! :P

Inizialmente, ahimè, ho fatto fatica a leggerlo. Ma devo anche ammettere che non ho letto questo libro con tutta l'attenzione possibile e il massimo trasporto (non so se sia colpa del libro, o del periodo che passavo). Perciò, sicuramente non posso fare una recensione accuratissima, ma posso dire per certo che è un libro molto carino, e che merita una possibilità!

La mia valutazione:  ♥♥♥♥♥ (3/5)

Voi l'avete letto? Lo farete? La trama vi ha incuriosito? Fatemi sapere!

Ika.

P.S. non c'entra niente col blog, ma DEVO farlo, o meglio scriverlo!
TANTI AUGURI FRANCESCO TOTTI, MIO UNICO CAPITANO!

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti va lasciami un commentino, a me fa sempre piacere sapere cosa pensi! ♥